Solange , sensitivo e personaggio televisivo è stato trovato morto

solange
Il sensitivo Solange , Paolo Bucinelli

Morto Solange, il «sensitivo» e personaggio televisivo Paolo Bucinelli aveva 68 anni

Il sensitivo e noto volto televisivo livornese Paolo Bucinelli, 68 anni, conosciuto con il nome d’arte «Solange», è stato ritrovato morto nel pomeriggio di oggi nella sua abitazione di Collesalvetti (Livorno).

A trovare il corpo i vigili del fuoco, avvisati da alcuni amici di Bucinelli che si erano preoccupati perché non rispondeva da giorni al telefono. Una volta arrivati a casa gli amici hanno provato a chiamarlo e hanno sentito suonare il cellulare da fuori la porta, a quel punto hanno chiesto aiuto ai vigili del fuoco che una volta entrati nell’abitazione hanno trovato il cadavere sul divano.

l medico del 118 intervenuto sul posto con i carabinieri ha confermato il decesso che sarebbe avvenuto per cause naturali. Secondo quanto raccolto dai militari Bucinelli era andato al pronto soccorso domenica scorsa per un problema glicemico e poi era stato dimesso.

Hits: 196

Davide Astori , oggi 7 gennaio 2021 avrebbe compiuto 34 anni

davide Astori
Davide Astori

Il capitano della Fiorentina Davide Astori , scomparso il 4 marzo del 2018 , oggi 7 gennaio avrebbe compiuto 34 anni

Davide Astori era nato il 7 gennaio 1987 a San Giovanni Bianco ed era legato alla modella Francesca Fioretti, dalla quale aveva avuto una figlia, Vittoria, nata il 17 febbraio .

Il 4 marzo 2018 è stato rinvenuto senza vita in un albergo di Udine che ospitava la Fiorentina prima della partita contro l’Udinese del 27º turno di Serie A; 

Dopo essere rientrato al Cagliari dal prestito alla Roma, il 4 agosto 2015 viene ufficializzato il suo passaggio alla Fiorentina in prestito oneroso per 1 milione di euro (con obbligo di riscatto fino a 4 milioni), più un milione di bonus. Con i viola firma un contratto quadriennale  Esordisce in maglia viola il 23 agosto nella partita di campionato Fiorentina-Milan (2-0), entrando al 59′ al posto di Facundo Roncaglia. Si impone subito titolare della formazione gigliata. A fine stagione la Fiorentina lo riscatta dal Cagliari per 5 milioni.  Il 26 ottobre 2016 segna il suo primo gol in maglia viola nella partita di campionato Fiorentina-Crotone, finita 1 -1.

Nella stagione 2017-2018, in seguito all’addio di Gonzalo Javier Rodríguez, viene nominato capitano. Gioca l’ultima partita in carriera il 25 febbraio 2018 in Fiorentina-Chievo 1-0 mentre segna il suo ultimo gol il 10 settembre  nella gara vinta dalla Fiorentina per 5-0 allo stadio Bentegodi contro il Verona.

Hits: 56

Milan-Juventus 1-3 , la doppietta di Federico Chiesa .

Milan-Juventus 1-3 , la doppietta di Federico Chiesa .

Milan-Juventus 1-3 , la prima sconfitta in campionato per Stefano Pioli

Prima sconfitta in campionato per la squadra di Pioli, battuta 3-1 dalla Juve dopo 27 turni utili di fila (considerando anche la scorsa Serie A). In avvio scatenato Chiesa, palo e vantaggio grazie all’assist di tacco di Dybala. Leao vicino al pareggio trovato da Calabria, schierato da centrocampista per l’emergenza. Nella ripresa a segno ancora Chiesa, tris di McKennie su invito di Kulusevski. Il Milan mantiene la vetta a +1 sull’Inter, Juve imbattuta in trasferta e lontana 7 punti dai rossoneri .

A distanza di 304 giorni dall’ultima sconfitta in campionato, il Milan torna a perdere a San Siro. Va alla Juventus il big match della 16^ giornata di Serie A, 3-1 che rilancia eccome i bianconeri: se il ritardo dalla vetta è di 7 punti, la squadra di Pirlo dovrà ancora recuperare la sfida contro il Napoli.

Rossoneri sconfitti dopo 27 gare utili di fila in Serie A (ultimo ko l’8 marzo 2020, 1-2 col Genoa) ma sempre al comando complice lo scivolone dell’Inter a Genova. Pioli difende il punto di margine su Conte, corsa scudetto che da stasera torna ad iscrivere prepotentemente anche un’ottima Juve. 

Hits: 42

Prandelli : ” Ottima prestazione anche se abbiamo perso “

prandelli
Cesare Prandelli

Le dichiarazioni del tecnico della Fiorentina Cesare Prandelli :

Cesare Prandelli a DAZN ha commentato la gara di oggi: “Abbiamo fatto un’ottima prestazione anche se abbiamo preso due gol che potevamo evitare. Abbiamo fatto una prestazione da squadra che ha giocato per vincere, ha fatto la gara. C’è amarezza per com’è andata ma questa è la strada da percorrere”.

PROSSIME PARTITE: “Sono tutti scontri diretti e dobbiamo trovare i risultati. Dobbiamo giocare come oggi, alti e aggressivi. Oggi abbiamo giocato contro una Lazio che gioca in Champions League“.

Hits: 78

Firenze , la Fiorentina e i suoi tifosi meritano rispetto .

Firenze
Firenze e la Fiorentina

Firenze , la Fiorentina e i suoi tifosi meritano rispetto .

Il tecnico viola è soddisfatto della prestazione messa in campo dalla squadra che però ha perso contro la Lazio : ( fonte Fiorentina.it )

Cesare Prandelli a DAZN ha commentato la gara di oggi: “Abbiamo fatto un’ottima prestazione anche se abbiamo preso due gol che potevamo evitare. Abbiamo fatto una prestazione da squadra che ha giocato per vincere, ha fatto la gara. C’è amarezza per com’è andata ma questa è la strada da percorrere”.

Commenti dei tifosi :

Evidentemente Prandelli era preso dal stare attento agli schemi, e non a visto la partita. ( Chiunque combra un biglietto della lotteria, lo compra per vincere ). Addetti tutti…… Fate presto prima che sia troppo tardi. Urge chi segna I gol. ( anonimo )

Dichiarazioni Deliranti: Non so perché fa queste dichiarazioni, non posso credere che pensi veramente quello che dice. A che pro ? Comunque vada il prossimo anno le.partite le vedrà in tv. Per lui la carriera da allenatore è finita quest’anno. GAME OVER.( anonimo )

Hits: 48

Fiorentina : La pagelle della gara contro la Lazio .

Classifica
Ribery in Juventus-Fiorentina

Le pagelle della Fiorentina nella partita contro la Lazio

Le pagelle della Fiorentina

Dragowski 5 – Se non ha alcuna responsabilità sulla zampata iniziale di Caicedo, discorso diverso sul raddoppio di Immobile. Disturbato, ribatte goffamente il pallone.

Martinez Quarta 6 – Seconda presenza in campionato per lui, seconda volta all’Olimpico di Roma. Anche oggi è giornata di poca gloria, ma le sue colpe rasentano lo zero.
(dal 74′ Lirola 6 – Neanche il tempo di entrare in campo, quasi, che la Lazio raddoppia. Lui di colpe non ne ha, e fa anche una discreta guardia su Marusic da lì in avanti).

Pezzella 5 – Pronti, via, e il suo diretto avversario Caicedo indirizza dalla sua parte il duello personale. Per il resto partita normale, ma la macchia è evidente.

Igor 6 – Il brasiliano è il più accorto dei tre centrali di Prandelli, e in un paio di situazioni esibisce una forza fisica da Maciste. Chiedere a Lazzari per conferme.

Venuti 5,5 – Un paio di minuti dopo lo svantaggio gli sfugge Marusic in area, ma è aiutato dal palo. Fuori dopo un’ora, e una prova così così, per alzare il baricentro.
(dal 60′ Callejon 6 – Buttato dentro a mezz’ora dal novantesimo, fatica quando è chiamato a lavorare a tutta fascia. Decisamente meglio quando passa al 4-4-2).

Bonaventura 5,5 – In una posizione fluttuante tra mezzala e trequartista prova a fare un po’ tutto, ma alla fine gli riesce quasi niente. Volitivo ma pasticcione.
(dal 74′ Kouame 6,5 – Il grande rimpianto di oggi di Prandelli, con ogni probabilità. Entra (troppo tardi?) a dare più presenza all’attacco, e ne risente in positivo anche Vlahovic).

Amrabat 5,5 – Riproposto da Prandelli al centro dei tre di centrocampo, nonostante avesse detto di non vederlo lì, torna a convincere meno rispetto al recente passato.

Castrovilli 6 – A corrente alternata, ma alla fine dei salmi risulterà comunque uno dei migliori, o dei meno peggio, nella sua squadra. Qualche discreta giocata sparsa.

Biraghi 5 – Inizio da dimenticare visto che l’assist per Caicedo arriva dalla testa di Lazzari, salito sopra di lui. Non indimenticabile neanche l’opposizione che fa sul 2-0.

Ribery 6 – L’inizio di partita della Fiorentina, salvo i primi tre minuti, è timido. L’unico a provare qualche giocata è lui, ma per sfortuna dei suoi esce presto per infortunio.
(dal 38′ Eysseric 5 – Mossa dello scalpore di Prandelli, se doveva essere la sorpresa che rivoluzionava, le intenzioni rimangono solamente sulla carta. In campo arriva sempre dopo).

Vlahovic 6,5 – Fatica per larghi tratti, visto che molte volte lotta totalmente da solo coi centrali di Inzaghi. Una buona iniziativa già nel primo tempo, prima di conquistare e segnare il rigore.

Hits: 63