Fiorentina : Gattuso non ha ancora rifiutato , a solo preso tempo .

Fiorentina

A quanto ci risulta Gattuso non ha rifiutato la Fiorentina, ha solo preso tempo.

Gattuso si è preso del tempo, un po’ perché vuole dedicarsi al 100% al rush finale di campionato, un po’ perché vuole valutare le sue opzioni (c’è anche la Juve?). Questo però non vuol dire che abbia chiuso la porta alla Fiorentina.

Ci sono margini per poterne riparlare, insomma, e il collega Nicolò Schira, molto informato sulle questioni di mercato, rilancia via Twitter: “Gattuso è ancora la prima scelta di Commisso. La Fiorentina gli ha offerto un contratto biennale da 2 milioni a stagione e spera di trovare un accordo nei prossimi giorni”.

Commisso : ” Siamo a tre Coppe Italia Primavera , orgoglio a Firenze “

commisso
Il patron viola Rocco Commisso

Il presidente della Fiorentina Rocco Commisso commenta la vittoria della Coppa Italia della Fiorentina Primavera . ( fonte : Fiorentina.it )

Rocco Commisso ha parlato così ai microfoni di Sportitalia dopo la conquista della Coppa Italia Primavera“Siamo a tre Coppe consecutive. Questo porta orgoglio a Firenze, ai nostri tifosi e alla nostra società. Ho trasmesso qualcosa? Non sono stato io, sono solo un piccolo spettatore. I meriti sono tutti loro: di Aquilani, della parte sportiva della nostra Fiorentina.

primavera , Aquilani
L’allenatore della Fiorentina primavera Alberto Aquilani

Voglio che i nostri grandi tifosi, che meritano sempre di vincere qualcosa, siano orgogliosi stasera. Aquilani? Ha fatto un grandissimo lavoro, credo che il primo tempo è stato bellissimo, poi siamo un po’ calati ma ce l’abbiamo fatta. Mi piacciono allenatori giovani? Sì, non quelli vecchi come me (ride, ndr)”.

Cecchi Gori , niente sconto di pena , dovrà scontare 8 anni ai domiciliari .

cecchi gori
Cecchi Gori e Giancarlo Antognoni

Grazie all’indulto l’ex produttore cinematografico Vittorio Cecchi Gori avrebbe potuto ottenere una riduzione di 3 anni, ma i giudici della Corte di Appello di Roma hanno deciso di revocarlo .

Niente sconto di pena per Vittorio Cecchi Gori. È stato respinto dalla Cassazione il ricorso dell’ex produttore cinematografico contro la revoca dell’indulto decisa il 16 ottobre dalla Corte di Appello di Roma. Ciò significa che dovrà scontare la condanna definitiva , con un cumulo complessivo di pena pari a 8 anni, 5 mesi e 26 giorni. Grazie all’indulto, invece, avrebbe potuto ottenere una riduzione di 3 anni .

cecchi gori
Vittorio Cecchi Gori insieme a Gabriel Omar Batistuta

Ora la Prima sezione penale della Suprema corte ha ratificato la decisione, rigettando il ricorso presentato dai legali di Vittorio , con la sentenza 15873 depositata dopo la discussione a porte chiuse nella camera di consiglio dello scorso due aprile .

Anche Il pg della Cassazione Simone Perelli aveva chiesto di bocciare la richiesta volta a ‘ripristinare’ il diritto all’indulto. ha ottenuto di scontare la pena in detenzione domiciliare, nella sua casa romana ai Parioli, per via dell’età avanzata – ha quasi 80 anni – e delle condizioni di salute che, unite al rischio del contagio da Covid negli istituti penitenziari, hanno spinto i giudici di sorveglianza a considerarlo troppo a rischio per affrontare il carcere.

Dragowski , club importanti interessati al portiere viola .

Dragowski
Il portiere della Fiorentina Bartlomiej Dragowski

Ci sarebbero club importanti interessati sul portiere della Fiorentina Bartlomiej Dragowski : ( fonte : Violanews )

Sul portiere della Fiorentina Dragowski : Sul suo profilo Twitter, l’esperto di calciomercato Nicolò Schira ricorda che il contratto di Drago scade nel 2023 e che per lui si stanno muovendo alcuni club europei molto importanti: Borussia Dortmund in primis, ma anche le inglesi Tottenham, Everton e West Ham.

Dusan Vlahovic adesso vale 60 milioni di euro .

Vlahovic , prandelli
Il giocatore della Fiorentina Dusan Vlahovic

Dusan Vlahovic sta trasformando le traversie di una stagione complicata in una magnifica opportunità. E lo fa usando personalità, tecnica, coraggio. Ecco perché l’attaccante serbo – si legge su Gazzetta.it – ora vale almeno 60 milioni .Vlahovic : ” A Firenze sto molto bene . Devo tanto a Prandelli “

Nel futuro scelte di vita decisamente interessanti. A partire da quella con la Fiorentina, proprietaria del suo cartellino fino al 2023 e in diritto di presentare la sua offerta per tenersi Dusan. La realtà, però, dice che su Vlahovic la concorrenza è così robusta che non sarà semplice trattenerlo supportando la sua ambizione. Perché intorno a Vlahovic ci sono interessi in Italia, ma anche oltre confine.

Fiorentina-Juventus 1-1 , un punto per la lotta salvezza . ( foto )

Fiorentina-juventus
L’esultanza di Vlahovic dopo il gol

Finisce con un pareggio la gara tra Fiorentina-Juventus , con il gol su rigore di Dusan Vlahovic .

La Fiorentina strappa un punto per la lotta salvezza e resta imbattuta contro la Juventus nel 2020/21: finisce 1-1 all’Artemio Franchi, al rigore di Vlahovic risponde a inizio ripresa Morata

fiorentina-juventus
Dusan Vlahovic , autore del gol

La partita :

Al 21′ Pulgar colpisce il palo grazie a una deviazione di Bonucci e un minuto più tardi Vlahovic invoca invano il rigore. Penalty che arriva invece al 28′, quando Rabiot salta con il braccio alto e il VAR richiama Massa per una revisione: dal dischetto va Vlahovic che con il cucchiaio supera Szczesny per l’1-0. Nel finale di tempo Ramsey ha l’occasione del pareggio a tu per tu con Dragowski, ma calcia a lato. Nella ripresa Pirlo cambia, dentro Kulusevski e Morata e proprio allo spagnolo bastano 31 secondi per andare in gol: servito sulla destra da Cuadrado, si accentra e di sinistro disegna un arcobaleno che si spegne sotto l’incrocio del secondo palo .

La Juve cresce e macina occasioni, ma non trova mai il colpo giusto: a porta vuota Chiellini rimette in mezzo al posto di battere a rete, mentre Ronaldo da solo manca un colpo di testa da buona posizione. Finisce così, 1-1 al Franchi e un punto che serve poco a entrambe le squadre: la Fiorentina non allunga sulla zona retrocessione, la Juve non piazza lo strappo Champions. 

Fiorentina : Cori e striscioni dei tifosi viola per la squadra .

Fiorentina
I tifosi viola davanti al centro sportivo ( Foto di : La Nazione )

Tifosi della Fiorentina nel pomeriggio di sabato per sostenere la squadra .

Cori e striscioni da parte dei tifosi della Fiorentina . Alcuni non del tutto amichevoli per la squadra viola. Ma comunque i tifosi della curva Fiesole si sono ritrovati ai “campini” di allenamento della Fiorentina per sostenere la squadra in vista della gara contro la Juventus con inizio alle 15.

 I supporter hanno dato la giusta carica alla squadra, ma non hanno risparmiato comunque il team da critiche, in una stagione a tratti difficile. Seppur, proprio con la Juventus all’andata a Torino, la Fiorentina vinse con un clamoroso 0-3 che rimarrà una delle vittorie più significative nel capoluogo piemontese contro l’antica rivale.

“Vincete o via tutti”, il significato, educolrato, di uno degli striscioni che sono stati esposti. La squadra si è presentata ai cancelli del centro sportivo per salutare i tifosi. Con loro anche il direttore generale Joe Barone, che ha parlato con i tifosi in vista della sfida

Iachini : ” L’Atalanta è forte , ma ricordiamoci che siamo la Fiorentina”

Iachini
Il tecnico della Fiorentina Beppe Iachihi

L’allenatore della Fiorentina Beppe Iachini ha parlato prima della sfida contro l’Atalanta :

Le parole di Beppe Iachini : Il futuro è oggi. Inutile parlare di ciò che sarà. “Conta solo il bene della Fiorentina e sono concentrato sui punti da fare – dice Iachini – questo è ciò che penso. Quello che accadrà in futuro non mi preoccupa”. Il presente dice Atalanta, squadra forte ed ammirata.Iachini : ” Contro l’Atalanta servirà una partita perfetta “

“Hanno il miglior attacco del campionato, certezze consolidate e stanno facendo un grandissimo lavoro. La rosa è completa, hanno enormi qualità nei titolari come in coloro che entrano a partita in corso. Anche io ho votato Gasperini per la Panchina d’Oro proprio per quello che dicevo. Era giusto premiare l’allenatore, ma anche tutto l’ambiente per il lavoro svolto in questo progetto che dura da tanti anni. 

Gasperini
L’allenatore dell’Atalanta Gian Piero Gasperini

È una squadra molto fisica, non dovremo avere pause accettando i duelli. Ricordandoci che siamo la Fiorentina”

Domani mattina è atteso direttamente dagli States in città il presidente. Dovrà occuparsi di molte tematiche, dalle linee guida per il futuro alle infrastrutture, senza dimenticare il presente con una salvezza ancora da raggiungere. 

commisso
Il presidente della Fiorentina Rocco Commisso

“La presenza del presidente è importante per tutti, dà fiducia e spirito. Sono contento di rivederlo, la stima poi c’è sempre stata fra di noi. Ha sempre parole e idee importante per tutti noi e per il futuro della Viola”.

Iachini : ” Contro l’Atalanta servirà una partita perfetta “

iachini
L’allenatore della Fiorentina Beppe Iachini

Il tecnico della Fiorentina Beppe Iachini ha parlato in conferenza stampa in vista della sfida contro l’Atalanta :

Beppe Iachini, tecnico della Fiorentina, ha parlato in conferenza stampa prima della sfida contro l’Atalanta:

“Ci servirà la partita perfetta sotto tutti gli aspetti. Avremo bisogno di attenzione e concentrazione, loro sono una grande squadra, si conoscono bene e hanno un ottimo tecnico. Hanno grande qualità anche in chi subentra, una rosa di altissima qualità. Basta sbagliare un metro, o un minimo calo di attenzione, per rovinare la partita, ma non possiamo rinunciare anche noi a provare a fare male”

Su Commisso :

“La sua presenza per noi è sempre molto importante, sono contento di poterlo rivedere. Il rapporto tra di noi c’è sempre stato, poi nel calcio un pallone può cambiare tutto. Ci porta sempre carica ed energia, siamo felici che sia con noi”.

Romero : ” Mi voleva la Fiorentina , ma ho scelto l’Atalanta

Romero
Il calciatore dell’Atalanta Romero

Cristian Romero , calciatore dell’Atalanta commenta cosi :

Cristian Romero ha fatto il salto di qualità. Criticato per essere troppo ‘aggressivo’ ai tempi del Genoa, da quando è arrivato all’Atalanta è diventato un pilastro insostituibile della difesa nerazzurra. E ora punta alla qualificazione in Champions della squadra per il terzo anno di fila: “A parte l’Inter che ha preso il largo, le altre sono tutte lì – ha detto El Cuti in un’intervista al Corriere dello Sport 

 Noi però dobbiamo pensare solo ai nostri risultati. Affronteremo tre partite importanti che possono avvicinarsi all’obiettivo”. Nelle prossime gare i nerazzurri giocheranno contro Fiorentina (fuori casa), Juve (in casa) e Roma (all’Olimpico). L’Atalanta ne ha vinte sette delle ultime otto, solo l’Inter ha fatto meglio: “Stiamo attraversando un bel momento, ma il traguardo è ancora lontano

Per arrivare in Champions dovremo ancora combattere”. Sul piatto ci sono 27 punti: “Non mi piace fare calcoli, ma con la Lazio che ha una partita in meno e potrebbe salire a 55, ci sono cinque squadre in 5 punti; più la Roma. Non sarà facile, uno di quei tre posti però lo vogliamo noi”.

Ribery : “Ringrazio Allah per aver la moglie e figli più belli del mondo”

Ribery
Il francese della Fiorentina Franck Ribey

IL messaggio del campione francese FRanck Ribery rivolto alla sua famiglia ; ( fonte : La Nazione )

Trentottesimo compleanno un po’ malinconico per Franck Ribéry dopo l’espulsione di sabato scorso a Genova e, soprattutto, lontano dalla famiglia. Così, in epoca social ecco che il campione francese scrive un messaggio in una storia di Instagram tutto dedicato alla famiglia. 

“Sono lontano, è molto molto difficile festeggiare il mio compleanno senza di voi, la mia vita. Ringrazio Allah ogni giorno per avere la donna più bella del mondo, per avere i bambini più belli del mondo… il più bello dei regali è che siete felici e soprattutto sono molto orgoglioso della nostra famiglia. Andremo fino alla morte e nessuno potrà farvi del male!”. 

Wahiba Ribery
Wahiba Ribery , moglie del calciatore della Fiorentina

Ribéry si rivolge direttamente ai figli: “È il vostro papà che vi parla… voi siete il mio dono più grande, ma soprattutto il mio più prezioso. Prendetevi sempre cura di vostra madre perché è la migliore, prendetevi sempre cura dei vostri fratelli perché sono i migliori… non sapete nemmeno cosa state facendo al mio cuore. Vi amo per sempre”.

Batistuta : ” Ai miei figli non regalo auto di lusso , ma la dignità “

Batistuta

L’ex attaccante della Fiorentina racconta di come ha cresciuto i suoi figli :

Gabriel Omar Batistuta, campione sul campo e anche nella vita. L’ex calciatore, bandiera di Fiorentina e Roma, si è raccontato alla trasmissione radiofonica argentina Reconquista Hoy. Batigol ha confidato all’intervistatore un aneddoto che riguarda suo figlio Joaquin. Il ragazzo, quasi venti anni, è uno dei figli che l’ex attaccante ha avuto con la ormai “celebre” Irina, la destinataria del leggendario “ti amo” gridato in quel Milan-Fiorentina, finale di supercoppa italiana del 25 agosto 1996 e vinta dai viola per 2-1.

Gabriel Batistuta

Fu proprio la punizione di Batistuta a consegnare la vittoria alla squadra allora allenata da Claudio Ranieri. Ora i due sono separati e il figlio lavora in una copisteria: “Come è possibile che faccia un lavoro così? Che i miei figli lavorino, per me, è come poter regalare loro la dignità

Joaquin, 20 anni, è impiegato in una copisteria. L’ex bomber di Fiorentina e Roma spiega perché non lo ha viziato. 

ggabriel batistuta e la moglie
Gabriel Batistuta e sua moglie Irina Fernandez

Mio figlio lavora in una copisteria, e allora? — si è domandato ad alta voce Gabriel Batistuta chiacchierando alla rete Espn argentina in cima a un ampio ragionamento sugli eredi dei famosi —. Che i miei figli lavorino, invece di andare in giro sulle auto di lusso che potrei regalare loro, per me è come regalare la dignità».Batistuta : ” Mio figlio lavora in copisteria , è come regalargli la dignità

Batistuta
Gabriel Batistuta e Irina Fenandez

Potrei permettermi di regalare ai miei figli delle auto nuove e di lusso, ma non so quanto si sentirebbero felici, o almeno quanto potrebbe durare quella felicità” dice il “Re Leone”. “Io so che magari prendono l’auto, si fanno un giro per le vie del centro e le ragazze, o la gente, li guardano. 

gabriel batistuta e irina
Batistuta e la moglie Irina

Molti potrebbero pensare ‘però, guarda che auto che ha’, e questo li potrebbe imbarazzare, perché dentro di loro sanno che quell’auto non è veramente loro. Non c’è paragone col guidare un’auto magari meno bella e potente, ma di cui poter dire: ‘Questa me la sono guadagnata da solo’

Altri articoli su Gabriel Batistuta

Ribery si scusa sui social dopo il rosso contro il Genoa .

ribery
Il francese della Fiorentina Franck Ribery

Franck Ribery si scusa. Dopo il rosso diretto rimediato contro il Genoa .

Franck Ribery si scusa. Dopo il rosso diretto rimediato contro il Genoa, il francese della Fiorentina ha scritto un accorato post su Instagram per chiedere scusa ai compagni e non solo: “Ragazzi, mi spiace avervi lasciato soli, non volevo entrare male e mi sono già scusato – si legge sul profilo Instagram di Ribery – Avete combattuto fino alla fine e siete stati molto bravi e attenti. Avanti così! Forza Viola”.

Genoa-Fiorentina 1-1 , i viola in 10 per l’espulsione di Ribery .

franck Ribery , genoa-fiorentina
Il francese della Fiorentina Franck Ribery

Finisce 1-1 la gara tra Genoa-Fiorentina . I viola restano in 10 per l’espulsione di Ribery .

Genoa-Fiorentina 1-1 : Un pareggio in dieci e un leggero allungo sulla zona pericolosa. Tutto sommato buono il bilancio della Fiorentina sul campo del Genoa, anche grazie alla sconfitta del Cagliari contro il Verona.

Nel primo tempo i viola a tratti giocano bene, con cambi di fronte, e quando restano in dieci a inizio ripresa  (grave ingenuità di un giocatore esperto come Ribéry) sanno soffrire e reggono l’urto (in verità non irresistibile) dei padroni di casa. Protagonista principale è Vlahovic che segna il gol del pareggio e poi lotta in maniera preziosa. 

Brivido finale per un intervento di Eysseric su Zappacosta nel recupero: i rossoblù furiosi reclamano il rigore, l’arbitro fa proseguire. Nel complesso, prova sufficiente dei gigliati: niente fuochi artificiali, ma di questi tempi va bene così.

Rui Costa considerato uno dei migliori trequartisti di sempre .

L’ex viola Manuel Rui Costa

Manuel Rui Costa , considerato uno dei migliori trequartisti di sempre, in Italia ha vestito le maglie della Fiorentina e del Milan. ( fonte : goal.com )

E’ il pomeriggio del 13 luglio 2001 e Manuel Rui Costa sta attraversando il tunnel che porta direttamente sul prato dell’Artemio Franchi. E’ un percorso che conosce a memoria e che ha fatto centinaia di volte nel corso dei sette anni precedenti, ma questa volta è tutto diverso.

Gabriel Batistuta
Gabriel Batistuta e Manuel Rui Costa

 E’ commosso e non fa nulla per nasconderlo ed è triste perché sta per congedarsi da una città che mai avrebbe voluto lasciare.

Sugli spalti sono accorsi in diecimila per salutarlo e tutti sono costretti a fare i conti con la stessa amara sensazione: la malinconia.Manuel Rui Costa , uno dei calciatori più forti di tutti i tempi della Fiorentina

rui costa
L’ex viola Manuel Rui Costa

Il saluto al Franchi

“Grazie. Vi ringrazio per questi sette anni nei quali sono stato con voi e per tutta la vita che passerò con voi. E’ difficile per me essere davanti a voi per un saluto. E’ molto difficile e molto emozionante. Scusatemi, non riesco a dire nemmeno una parola. Non dimenticherò mai tutto quello che di buono mi è successo in questi anni”.

Metteva d’accordo chi ama la fantasia al potere e chi vuole pragmatismo. I suoi colpi di tacco, la palla sotto la suola, i tocchi d’esterno, erano sempre funzionali. Belli ma funzionali. E avevano qualcosa che si può chiamare umanità. Cercava di continuo un contatto visivo col pallone, come se potesse perderlo. Rui Costa , arrivato in viola nell’estate 1994, si fa amare fin da subito.

Aveva equilibrio in campo e fuori. Niente sregolatezza, niente del numero dieci rappresentato dalla vulgata. Un genio senza gli eccessi del genio, che rovescia l’immagine dell’estroso tormentato, dell’inquieto che non sa contenere la sua diversità tecnica e per sfogarsi l’accende e l’adombra in base ai momenti.Rui Costa : Sono orgoglioso di aver indossato

Tanti auguri a Giancarlo Antognoni che compie 67 anni .

antognoni
Giancarlo Antognoni , club manager della Fiorentina

Oggi 1°aprile il club manager della Fiorentina compie 67 anni . Tanti auguri

Non è forse casuale che i destini di Giancarlo Antognoni e della Fiorentina si siano incrociati in maniera irreversibile. Nella liturgia talare il viola è infatti colore di penitenza e sofferenza, mentre nell’ambito dello spettacolo simboleggia la sfortuna. La stessa che lo accompagnerà durante l’arco di un’intera carriera, impedendogli di vincere sul campo il Mondiale del 1982.

Spagna '82
Giancarlo Antognoni

Avevo l’idea di rimanere per sempre a Firenze anche se ci sono state delle offerte importanti. Nel ’78 con la Juventus, nell’80 andai a cena dal presidente Viola e stavo per passare alla RomaAgnelli mi disse “Lei è stato uno dei pochi che ha rifiutato la Juve”. Sono frasi importanti, che ti rimangono, ma in fin dei conti reputo quella mia scelta positiva. L’unico rimpianto è di non aver vinto nulla con questa maglia, ma rifarei tutto allo stesso modo. Firenze non ti dimentica”.

Carriera :

La sua carriera è stata segnata da un calvario di cadute rovinose e faticose risurrezioni. Il 1982 è un anno esemplificativo in tal senso. Scampato a una morte lunga 25 interminabili secondi, Antognoni si isserà per due volte a sfiorare le stelle, prima di ricadere sotto il peso di una realtà cinica e spietata.

Il 1° aprile a Firenze è festa. Perché è il compleanno della bandiera viola, ed attuale direttore tecnico e club manager della Fiorentina, Giancarlo Antognoni. Che oggi compie 66 anni. “Ma è un compleanno un po’ anomalo purtroppo per via del coronavirus. Lo passerò in casa con mia moglie e mia figlia”. Antognoni parla a Sky anche del virus che sta sconvolgendo il mondo. “Per fortuna i nostri giocatori colpiti hanno superato il problema, adesso si allenano. Ovviamente da casa come gli altri. Tutto il gruppo ha un programma fisico definito ed è in contatto con il nostro nutrizionista per l’alimentazione. Siamo tranquilli”.