Commisso : ” Dopo aver inaugurato il Viola Park non venderemo “

commisso
Il patron della Fiorentina Rocco Commisso

Il presidente della Fiorentina, Rocco Commisso, è intervenuto ai microfoni di Italia 7 e Sportitalia. Le sue parole:

 “Abbiamo tre punti in meno rispetto all’anno passato, l’ho detto all’allenatore e ai ragazzi. Però ci sono state molte critiche e non posso accettarlo, sono qui stasera per difendere Italiano e i ragazzi da giudizi eccessivi.

“Il primo anno ci hanno criticato anche se secondo me avevamo fatto benissimo, il secondo anno invece non è andato bene e le colpe me le prendo io. Il terzo anno, cioè lo scorso, abbiamo fatto 22 punti in più. Ora voglio vedere la squadra crescere un passo alla volta, ho fiducia nei nuovi acquisti.

 “A qualcuno non piace come agisco, dai giornalisti ai politici. Mi hanno dato di terrone e di mafioso, nessuno a Firenze si è mosso per difendere il presidente della Fiorentina. Se perdo 500 milioni non mi succede, ma se mi arrabbio… Ci sono tanti tifosi che vorrebbero mandarmi via, quindi per sette giorni la Fiorentina è in vendita per un fiorentino doc. Ad ogni modo credo che la maggioranza dei tifosi sia con noi e li ringrazio”.

“Sia io che mia moglie vogliamo lasciare qualcosa a Firenze, è il nostro orgoglio. I costi sono aumentati a dismisura soprattutto per il cambio euro-dollaro. Quando sono tornato ho visto molte cose che non andavano bene, molti ritardi nei lavori, gli operai che non possono fare doppi turni… Dopo aver inaugurato non vendiamo la società, l’intenzione è tenerla e fare sempre meglio. Vogliamo migliorare il settimo posto dell’anno scorso. Offerta del fondo PIF? Mai arrivata, ci siamo arrabbiati per quella notizia”.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.