Roberto Baggio , dal Lanerossi Vicenza alla Fiorentina

Roberto Baggio
Roberto Baggio , con la maglia del Vicenza

Roberto Baggio , da quando giocava con il Vicenza al suo arrivo alla Fiorentina .

Baggio nasce a Caldogno il 18 febbraio 1967 in via Marconi n°3.

Avrà un carattere testardo e sarà di religione buddista. Ha militato nelle più grandi squadre di calcio come il L.R. Vicenza, Fiorentina, Juventus, Milan, Bologna, Inter e Brescia. Si è sempre impegnato nella sua vita, anche a scuola dove purtroppo è stato respinto in seconda media perchè aveva in testa solo uno scopo e cioè quello di giocare a calcio. Non ha conseguito il diploma di ragioniere a due mesi dalla fine della carriera scolastica perchè è andato in ritiro con il L.R. Vicenza.

Roberto non ha avuto vita facile in campionato perché è sempre stato preferito, dagli allenatori, da altri giocatori ed una lunga serie di infortuni;

al contrario si è dimostrato insostituibile in nazionale dove per tre mondiali consecutivi, Italia ’90, USA ’94 e France ’98, ha fatto sognare ad occhi aperti migliaia di tifosi, ed è stato l’uomo chiave della Nazionale nel campionato del mondo “Stati Uniti ’94”. Era sicuramente l’uomo più atteso da migliaia di tifosi di tutte le nazioni.

Baggio
L’ex calciatore della Fiorentina Roberto baggio

La sua carriera

La carriera di Roby comincia a 17 anni con il L.R. Vicenza in serie C. Un periodo tranquillo per Baggio, senza grossi problemi. Purtroppo, però, durante la partita Vicenza-Rimini Roby ha un grave incidente, lesione ai legamenti del ginocchio destro. Sembra finita, ma non sarà così. Il 21 settembre 1986 con la Fiorentina fa esordio in seria A in una amichevole con la Sampdoria vinta per 1 a 0. Un nuovo infortunio al ginocchio ferma Roberto per quasi tutto il resto della stagione. Baggio va a Saint Étienne per essere operato. L’operazione riesce alla grande e, dopo il miracoloso recupero, Baggio rientra a fine campionato per segnare il suo primo goal in A, è il 10 maggio, e si tratta della punizione-goal contro il Napoli che dà ai viola la matematica salvezza.

L’operazione

L’operazione riesce alla grande e, dopo il miracoloso recupero, Baggio rientra a fine campionato per segnare il suo primo goal in A, è il 10 maggio, e si tratta della punizione-goal contro il Napoli che dà ai viola la matematica salvezza.
Tra Baggio e Firenze nasce un amore. Roby conclude la stagione calcistica a Firenze dove viene celebrato il suo matrimonio il primo luglio del 1989.

ma, alle 13.48 del 18 maggio 1990, la Fiorentina annuncia ufficialmente la cessione di Baggio alla Juventus per 18 miliardi (una cifra record per quei tempi), a Firenze scoppia la rivolta.

Views All Time
Views All Time
899
Views Today
Views Today
1

Hits: 405

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.