Tag Archives: astori

Astori , murales : ” Per Sempre nel cuore della città “

astori
Il murale a Firenze dedicato a Davide Astori

Inaugurato a Firenze il murales dedicato a Davide Astori . Alla cerimonia presente tutta la famiglia del giocatore e le istituzioni.

 Davide Astori ha finalmente il suo murales: il civico 166 di Via Canova da oggi ospiterà ufficialmente la grande opera realizzata dall’artista Giulio Rosk .

(di circa 240 mq, realizzata grazie al fondamentale contributo dell’associazione Cure 2 Children Onlus) che ritrae il volto dello storico capitano della Fiorentina,

scomparso all’improvviso la notte del 4 marzo 2018 mentre si trovava in trasferta con i suoi compagni a Udine.Davide Astori trovato morto in albergo

La cerimonia dell’inaugurazione – semplice come avrebbe voluto il difensore viola – si è tenuta questa mattina (sotto la pioggia) alla presenza di tutta la famiglia di Astori (i genitori, Anna e Renato, insieme ai fratelli, Marco e Bruno), delle istituzioni

(il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, il sindaco di Firenze Dario Nardella, l’assessore allo sport Cosimo Guccione e il presidente del Quartiere 4 Mirko Dormentoni) e ovviamente della Fiorentina, rappresentata dal club manager Giancarlo Antognoni.

antissimi anche gli amici di Astori che non si sono voluti perdere l’evento, dal tecnico del Milan (fresco di qualificazione alla Champions) Stefano Pioli all’attuale team manager della Sampdoria .

Altri articoli su Astori

Francesca Fioretti : ” Ho pensato sempre di scrivere la nostra storia “

Davide Astori
Davide Astori e Francesca Fioretti

Francesca Fioretti ripercorre la sua storia a tre anni dalla morte di Davide Astori. All’indomani della condanna del medico sportivo :

 La compagna del calciatore della Fiorentina scrive un post su Instagram con cui condivide l’introduzione del suo libro “Io sono più amore“ e la voglia di andare avanti. Francesca ha trovato la forza per mettere nero su bianco il suo dolore, in un volume in uscita giovedì per La Nave di Teseo.

Francesca Fioretti, davide astori
La compagna di Davide Astori Francesca Fioretti

Davide Astori, il post di Francesca Fioretti 

«Ho pensato spesso di scrivere la mia storia, la nostra storia. – si legge su Instagram – Tutte le volte che ci ho pensato, ho pensato che non avrei saputo da dove iniziare, come andare avanti, come finire.

astori
Davide Astori e Francesca

Non è solo perché le cose da dire non sono riducibili a un libro, né lo saranno mai, ma perché il modo – il verso – mi appariva sempre qualcosa di irraggiungibile». Francesca Fioretti : la dedica alla figlia Vittoria su Instagram .

La compagna di Davide e madre di sua figlia Vittoria cerca di comunicare a parole il suo dolore: «Come possiamo dare forma al sentire, quando il sentire è così reale, quando non esiste altro se non il modo in cui ti sta addosso, tra gli organi, nella mente, quando non esiste altro se non questo strato di pelle che è venuto via e ti fa percepire il mondo .

davide astori
Davide Astori e Francesca Fioretti

 i suoi odori, colori, la luce, la modulazione del suono, la presenza fisica, la sua assenza – come mai lo hai sentito prima? Poi ho capito che non dovevo trovare un modo, che ne avrei comunque tentati molti. Che scrivere è come fare tutte le cose che ogni giorno – per urgenza, necessità, amore e desiderio – ho imparato a fare, da sola, per me stessa, per Vittoria».

I nostri articoli su Davide Astori :

Astori ,chiesto processo per tre indagati per falso certificato .

Davide Astori capitano della Fiorentina
Davide Astori il capitano della Fiorentina

Il capitano della Fiorentina Davide Astori vittima di un infarto. In questo caso l’accusa è di avere falsificato un certificato .

La procura di Firenze ha chiesto il processo anche per il secondo filone di indagine aperto sulla morte di Davide Astori, il capitano della Fiorentina trovato senza vita il 4 marzo del 2018 nella sua camera di albergo a Udine, dove era in ritiro con la squadra. Gli inquirenti hanno chiesto il rinvio a giudizio di tutti e tre gli indagati, il professor Giorgio Galanti, in veste di direttore sanitario della Medicina dello Sport dell’azienda ospedaliero universitaria di Careggi, Pietro Amedeo Modesti, che gli è succeduto nell’incarico, e il medico dello sport Loira Toncelli.

Il processo è stato chiesto per Giorgio Galanti, medico pratese, ex direttore sanitario di medicina dello sport

.del policlinico fiorentino Careggi, per il suo successore Pietro Amedeo Modesti e per il medico dello sport Loira Toncelli. L’udienza davanti al gup è fissata per il 21 ottobre. I pm fiorentini ipotizzano il falso materiale riguardo un referto medico relativo allo strain .

Sulle cause della morte del calciatore, trovato senza vita il 4 marzo 2018 nella sua camera di albergo a Udine,

era già stata resa nota la perizia del tribunale di Firenze. Le anomalie emerse durante la prova da sforzo potevano essere approfondite con l’holter cardiaco, si legge nel docimento, ma anche in quel caso la patologia che affliggeva Davide Astori sarebbe stata difficilmente intercettabile.

Astori grazie di tutto capitano , sempre nei nostri cuori .( video )

Astori
Il capitano della Fiorentina Davide Astori

Fiorentina e Roma si fermano per ricordare Davide Astori :

Al minuto 13 di Fiorentina-Roma, le due squadre si sono momentaneamente fermate (mettendo il pallone in fallo laterale) per ricordare con commozione Davide Astori, ex di entrambe le squadre tragicamente scomparso il 4 marzo del 2018. Per l’occasione grande emozione all’interno del terreno di gioco e più in generale dello stadio Franchi.

FIORENTINA-ROMA. “Per sempre con noi”: l’immagine di Davide Astori sul maxischermo del Franchi e l’omaggio di viola e giallorossi, che si fermano al minuto “13” – come il suo numero di maglia – per ricordare l’amatissimo e sfortunato giocatore.

L’immagine sullo schermo al franchi

L’applauso dalla panchina al minuto 13°

I nostri ultimi articoli

Saponara , ricorda Astori con una lettera emozionante .

saponara
Astori e Saponara

L’ex calciatore della Fiorentina Riccardo Saponara ha ricordato Davide Astori con una toccante lettera : ( fonte : Fiorentina.it )

Riccardo Saponara, sulle colonne di Cronache di Spogliatoio. Il giocatore dello Spezia, molto legato all’eterno capitano della Fiorentina, ricorda Davide Astori con parole meravigliose:

«Ricky, hai visto? La La Land ha vinto l’Oscar. Chissà se lo merita davvero». «Non lo so Asto, ma appena esce in Italia ce lo dobbiamo vedere per forza. E lo giudichiamo senza pietà, come sempre». «Va bene Ricky, vediamo se davvero si è meritato l’Oscar». 

Se penso alla vita che si ferma improvvisamente che ti lascia senza fiato e si spezza senza chiedere il permesso, penso a questo momento. Perché Davide era arredatore di interni, esperto di cinema di nicchia, cuoco, amante delle serie tv, il classico tuttologo. Non c’era cosa che non conoscesse.

Un tipo strano per il calcio, ma il mio tipo preferito. Come ripeteva sempre, lui si sentiva un designer che nel tempo libero diventava calciatore. Se penso alla vita che ti lascia senza lo spazio di recuperare il tempo perduto, penso a La La Land. Il film che avrei dovuto vedere con Asto, il film che ho visto da solo. Una sensazione di impotenza, di privazione. L’ho guardato tante volte in questi anni. 

Ha un significato speciale per me: per la relazione con la ragazza dell’epoca, per il significato in sé del film. Per quell’amico a cui avevo promesso un giudizio. Asto, sì, te lo posso dire: merita davvero l’Oscar.

Sono passati tre anni e mi manca la tua spalla. Eravamo seduti accanto in sala pranzo, e sai che spesso mi appoggiavo a te come si fa con un fratello maggiore. Mi hai dimostrato di essere una persona unica, un leader diverso. Come quella volta in cui ho firmato con la Fiorentina. Il Team Manager mi inserì nel gruppo WhatsApp ed ero soltanto un numero nella rubrica di molti, come accade quando si cambia squadra. Un +39 anonimo dentro a un cellulare. E invece no: tu chiedesti il mio contatto e mi scrivesti subito.

Per qualsiasi cosa, conta pure su di me». Parole semplici, ma che in quel momento mi hanno fatto sentire meno solo. Non ci conoscevamo, ma lo spavento che provavo nell’entrare in uno spogliatoio nuovo dopo tre anni a Empoli fu spazzato via in un secondo. Mi hai sempre dimostrato cosa significasse per te essere un amico, nei piccoli gesti quotidiani. Te lo avevo detto quel giorno: «Guarda che oggi non gioco». 

Tu, invece, testardo, mi ripetevi che sarei stato titolare. Lo facevi per me, lo so, ma alla fine il mister mi mandò in tribuna, addirittura. A volte rileggo quel messaggio che mi inviasti durante il tragitto verso lo stadio: «Stai andando bene, stai crescendo. Oggi non giochi, ma sei sulla strada giusta per tornare al tuo livello. Continua così».

Sapevi motivare, sapevi riprendere, sapevi quando arrabbiarti, sapevi quando scherzare, e come farlo. Come quel sabato sera a Udine. Io, te e Marco (Sportiello, ndr) a cazzeggiare. Abbiamo parlato un po’ e poi vi siete messi a giocare alla Play. Maledetti. Lo sapevate che non mi piaceva giocarci, vi odiavo quando vi piazzavate davanti a quello schermo a urlare come pazzi incollati a FIFA. Quindi me ne andai in camera. La mattina scesi per fare colazione. Vidi le tue scarpe appoggiate fuori dalla camera di Marco. Se le sarà dimenticate lì ieri sera, pensai. Le tue posate, il tuo piatto e il tuo tovagliolo erano intatti. Strano, eri sempre il primo. Sarà stato un cameriere a cambiare il coperto.Ibrahimovic , dall’Ariston si è voluto unire al ricordo di Astori .

Non ci feci caso. Tornai in camera da Vincent Laurini, il mio compagno di stanza, per trascorrere le due ore prima del pranzo. Sentii il rumore di un’ambulanza e mi affacciai alla finestra. I portelloni sul retro erano aperti, le luci lampeggiavano di un blu più freddo del solito. C’era anche Leo, il nostro magazziniere, che camminava avanti e indietro nel parcheggio, fumando una sigaretta. La stava consumando tre tiri alla volta, in modo nervoso.«Leo, che fai?». Aveva la voce rotta, non riuscivo a comprendere la sua risposta. Mi sporsi dalla finestra per avvicinarmi a lui. Davide Astori , la serie A ricorda Astori a tre anni dalla scomparsa .

Davide è morto!»Il vuoto, una scarica elettrica che ti paralizza. Non riuscivo a percepire la sua voce fino in fondo. O forse non volevo. Gli chiesi di ripetere una seconda volta, e lo fece. Mi voltai verso Vincent con gli occhi sbarrati. Come avrei dovuto comunicargli una cosa del genere? Non ci fu il tempo, perché qualcuno bussò alla porta della nostra camera. Aprii con la forza di chi ha smarrito il proprio io, di chi non è padrone del proprio corpo per qualche secondo.

C’era Stefano Pioli in lacrime: «Davide non c’è più». Continuava a piangere, lacrime implacabili. Mi abbracciò forte, un gesto che avvertii come disperato. Fu in quel momento che mi affacciai al corridoio. Alcuni miei compagni erano a terra, pietrificati. Altri si rifiutavano di accettare che fosse accaduto davvero, che fosse accaduto a Davide. Sentivo i pugni sbattere sulle pareti dell’hotel. Urla di rabbia e dolore: «Come cazzo è possibile!!

«Saresti fiero di me»

Sai, qualche giorno fa saresti stato fiero di me. Agudelo, un mio compagno che viene dal Sud America come tanti dei nostri amici alla Fiorentina, ha discusso con il mister durante l’allenamento. E si era offeso. Era stato escluso dalla partitella e, dopo qualche minuto, il preparatore gli ha restituito la casacca per tornare in campo. E lui no, non voleva. Se l’era presa. Allora gli ho detto: «Dai, non fare così. Torna in campo e basta». Con i tuoi modi, quelli giusti per non creare un precedente. Negli spogliatoi era ancora arrabbiato. Ma io non volevo che quel comportamento lo rovinasse. L’ho preso da parte: «Ascoltami. Sai che devi ritenerti fortunato? Il mister si è incazzato, ti ha escluso, e dovresti essere orgoglioso di lui.

 Grazie Asto, ti voglio bene.

Riccardo

Ibrahimovic , dall’Ariston si è voluto unire al ricordo di Astori .

astori,ibrahimovic
Il capitano della Fiorentina Davide Astori

Dal palco dell’Ariston , anche Zatlan Ibrahimovic si è unito per ricordare Davide Astori : ( fonte : Violanews )

Dal palco dell’Ariston, anche Zlatan Ibrahimovic si è voluto unire al ricordo di Davide Astori: “Voglio che facciamo un applauso ad Astori, son tre anni che non è con noi”, ha detto il centravanti del Milan da Sanremo. Un ricordo trasverale, quello per l’eterno capitano viola, che ha unito tutto il mondo del calcio.Curva Fiesole : ” Esponiamo un vessillo alla finestra per ricordare Astori “

Anche Stefano Pioli ricorda Astori :

Dopo Udinese-Milan, il tecnico dei rossoneri Stefano Pioli si è soffermato sul ricordo di Davide Astori a ormai tre anni dalla sua tragica scomparsa: “A volte le coincidenze rendono strani questi momenti. Anche tre anni fa dovevamo giocare contro l’Udinese, dicono che col tempo tutto passa, ma non è così per chi ha conosciuto Davide. Era un ragazzo speciale ed è sempre con noi”.

Altri articoli su Davide Astori :

Curva Fiesole : ” Esponiamo un vessillo alla finestra per ricordare Astori “

astori , curva fiesole
La cancellata dello stadio Artemio franchi

La proposta della Curva Fiesole per ricordare Davide Astori

La Curva Fiesole ricorda Davide Astori e chiama a raccolta tutti i tifosi. L’iniziativa consiste nell’esporre dalla finestra qualcosa di viola durante il turno di campionato che coincide con l’anniversario della scomparsa del compianto capitano della Fiorentina (la notte tra il 3 e il 4 marzo). Questo il comunicato pubblicato dalla pagina Facebook ‘Fuori dal Coro’:Serie A , ricorda Astori in occasione del 3° anniversario dalla scomparsa

“Nel turno di campionato che coincide con il 4 marzo avremmo celebrato Davide nella nostra curva come piace fare a noi. Data l’impossibilità di quest’anno chiediamo a tutto il popolo gigliato di ricordarlo esponendo un vessillo alla finestra in modo da colorare di viola la città come lo sarebbe stata la nostra curva. Così potremo dimostrare anche che, nonostante la nostra assenza forzata dallo stadio, la città e i tifosi sono presenti e vigili (mai urbani) su tutto ciò che accade attorno alla nostra amata maglia…
Per essere di Firenze vanto e gloria!

Altri articoli su Davide Astori

Serie A , ricorda Astori in occasione del 3° anniversario dalla scomparsa

Serie A
Il ricordo di Davide Astori

La Serie A ricorda Davide Astori a 3 anni dalla morte: l’iniziativa su tutti i campi

La Serie A , In occasione del terzo anniversario della morte dello sfortunato ex capitano della Fiorentina Davide Astori, la Lega Serie A ha deciso di dare il la ad una bella e suggestiva iniziativa su tutti i campi del massimo torneo durante le partite del turno infrasettimanale valido per la 25a giornata.Davide Astori : Il 4 marzo sono tre anni dalla tua scomparsa .

Il ricordo di Davide Astori vive fortissimo nella mente e nel cuore di chi lo ha conosciuto, come compagno e avversario. Apprezzato e stimato da tutti, soprattutto per la sua correttezza e il suo carattere, oltre che per le sue doti tecniche, Astori si è spento il 4 marzo 2018, per quella che secondo i risultati dell’autopsia, fu una fibrillazione ventricolare dovuta a una cardiomiopatia aritmogena silente.

Davide Astori : Il 4 marzo sono tre anni dalla tua scomparsa .

Davide Astori , astori
Davide Astori , il capitano della Fiorentina scomparso il 4 marzo 2018

Il 4 marzo sono tre anni dalla scomparsa del capitano della Fiorentina Davide Astori . Noi lo vogliamo ricordare cosi :

In occasione del terzo anniversario della morte dello sfortunato ex capitano della Fiorentina Davide , la Lega Serie A ha deciso di dare il la ad una bella e suggestiva iniziativa su tutti i campi del massimo torneo durante le partite del turno infrasettimanale valido per la 25a giornata di Serie A.Davide Astori , oggi 7 gennaio 2021 avrebbe compiuto 34 anni

Il ricordo del capitano vive fortissimo nella mente e nel cuore di chi lo ha conosciuto, come compagno e avversario. Apprezzato e stimato da tutti, soprattutto per la sua correttezza e il suo carattere, oltre che per le sue doti tecniche, Davide si è spento il 4 marzo 2018, per quella che secondo i risultati dell’autopsia, fu una fibrillazione ventricolare dovuta a una cardiomiopatia aritmogena silente.

Davide Astori : 4/03/2018 , quasi tre anni dalla sua scomparsa .

Astori
Davide Astori , capitano della Fiorentina

Sono passati quasi tre anni della scomparsa del capitano della Fiorentina Davide Astori :

Davide Astori : Era il 4 marzo del 2018 quando il capitano della Fiorentina fu rinvenuto senza vita nella sua stanza di un albergo a Udine mentre si trovava in trasferta con la squadra .

Noi non lo dimenticheremo mai . Ti porteremo sempre nel nostro cuore . Riposa in pace Davide .

Altri articoli simili :

Astori , la morte del calciatore non poteva essere evitata .

Astori
Davide Astori , capitano della Fiorentina

Perizia sulla morte del calciatore della Fiorentina Davide Astori : ( fonte : Violanews )

la patologia che affliggeva Davide Astori sarebbe stata difficilmente intercettabile. Si conclude così – riporta l’edizione online de La Repubblica – la perizia disposta dal tribunale di Firenze sulle cause della morte di Davide , trovato senza vita il 4 marzo del 2018 nella sua camera di albergo a Udine, dove era in ritiro con la squadra prima della gara con l’Udinese.

Giorgio Galanti, ex direttore della medicina sportiva di Careggi. Secondo il medico legale Gian Luca Bruno e il cardiologo Fiorenzo Gaita, la morte del calciatore non poteva infatti essere evitata. 

Altri articoli simili :

Astori l’arrivo a Firenze nel 2015 , poi la fascia da capitano .

astori
Il capitano della Fiorentina Davide Astori

Davide Astori , scomparso il 4 marzo del 2018 arrivò alla Fiorentina nella stagione 2015 . ( Fonte : La Nazione )

 Davide Astori era nato a San Giovanni Bianco il 7 gennaio 1987. Il difensore centrale mancino, in forza alla Fiorentina, aveva iniziato a giocare nel Ponte San Pietro, squadra satellite del Milan.

Integrato nella primavera milanista fino alla stagione 2005-2006. Nel 2006-2007 venne ceduto in prestito al Pizzighettone in Serie C1, dove scese in campo 27 volte segnando la sua prima rete tra i professionisti. Tornato al Milan, nella stagione 2007-08 passò, sempre in prestito, alla Cremonese in Serie C1.

 Nella sua prima stagione in Sardegna colleziona 10 presenze. Nell’estate del 2009 venne rinnovata la comproprietà con il Milan e Astori, complice l’addio di Diego López, divenne titolare della formazione cagliaritana (disputando 34 gare su 38) e segnando il suo primo gol in massima serie contro la Fiorentina. Il 25 giugno 2010 venne rinnovata la compartecipazione tra Cagliari e Milan.

Dopo essere rientrato dal prestito dalla Roma, il 4 agosto 2015 venne ufficializzato il suo passaggio alla Fiorentina. Con i viola firmò un contratto quadriennale. Esordì in maglia viola il 23 agosto nella partita di campionato Fiorentina-Milan (2-0), entrando al 59′ al posto di Facundo Roncaglia. Si impose subito titolare della formazione gigliata. A fine stagione il riscatto per 5 milioni dal Cagliari. Il 26 ottobre 2016 il suo primo gol in maglia viola nella partita di campionato Crotone-Fiorentina (1-1). Nella stagione 2017-2018, in seguito all’addio di Gonzalo Javier Rodríguez, diventò capitano

Pezzella : Contro il Benevento è una partita speciale , sappiamo perché .

Astori
Il capitano della Fiorentina Davide Astori

Il capitano della Fiorentina German Pezzella commenta cosi la partita di domani contro il Benevento :

Il Capitano German Pezzella : Ci sono delle partite speciali e contro di loro ricorderemo sempre l’ultima disputata. Quella è l’unica partita della mia carriera, dico la verità, di cui non ricordo neanche un pallone, solo il gol di Vitor Hugo. La testa ci porta sempre lì quando si affronta il Benevento, soprattutto in casa, ma i sentimenti una volta che inizia la partita devono essere messi da parte per provare a dare il meglio per la squadra e riuscire a dare un momento di gioia ai nostri tifosi. Le emozioni arrivano sempre. Per me ogni partita, per tanti che abbiamo passato questi momenti, ci porta a quello che abbiamo vissuto. E’ una spinta in più, una forza in più. Da quel momento si è creato un legame tra la squadra e i tifosi difficile da spiegare. Sicuramente è sempre nella nostra testa ed è una spinta in più e un motivo per cui lottare. Soprattutto, come si è detto tante volte, per noi continua a essere così per ricordarlo e per me portando la fascia al braccio ancora di più”.

Altri articoli simili

Leggi anche questi articoli

Francesca Fioretti : la dedica alla figlia Vittoria su Instagram .

Francesca Fioretti
La compagna di Davide Astori Francesca Fioretti

ono trascorsi oltre 2 anni dalla morte di Davide Astori, capitano della Fiorentina scomparso improvvisamente, poco più che 30enne, nel 2018 .

 Quel tragico 4 marzo ha segnato profondamente la vita della compagna, Francesca Fioretti, e della loro figlia Vittoria. Proprio alla piccola, la madre ha rivolto una dedica speciale che ricalca i contorni della rinascita dopo il dramma

Francesca Fioretti: la dedica alla figlia Vittoria

Dopo la morte del suo compagno, Davide Astori, Francesca Fioretti ha fatto i conti con la perdita non solo del grande amore, ma anche del papà di sua figlia, la piccola Vittoria.

Una vita segnata dal dramma – consumatosi il 4 marzo 2018 con il decesso improvviso del calciatore – in cui non manca il coraggio di rimboccarsi le maniche per portare avanti, nonostante tutto quel dolore, una famiglia appena sbocciata.

Su Instagram, le dolcissime parole della compagna dell’ex capitano della Fiorentina, rivolte proprio alla loro bambina: “Mi dissero che avrei dovuto ringraziare te, ma noi già sapevamo che ci saremmo ringraziate a vicenda.
La mia eternità
“.

Astori : Giorno 13 , il nostro tributo al capitano della Fiorentina .

Astori
Il capitano della Fiorentina Davide Astori

Il tributo al capitano della Fiorentina Davide Astori :

Sono trascorsi oltre 2 anni dalla morte di Davide Astori, capitano della Fiorentina scomparso improvvisamente, poco più che 30enne, nel 2018. Quel tragico 4 marzo ha segnato profondamente la vita della compagna, Francesca Fioretti, e della loro figlia Vittoria. Proprio alla piccola, la madre ha rivolto una dedica speciale che ricalca i contorni della rinascita dopo il dramma.

Francesca Fioretti: la dedica alla figlia Vittoria

Dopo la morte del suo compagno, Davide Astori, Francesca Fioretti ha fatto i conti con la perdita non solo del grande amore, ma anche del papà di sua figlia, la piccola Vittoria.

Una vita segnata dal dramma – consumatosi il 4 marzo 2018 con il decesso improvviso del calciatore – in cui non manca il coraggio di rimboccarsi le maniche per portare avanti, nonostante tutto quel dolore, una famiglia appena sbocciata.

I nostri articoli su Astori

La storia del capitano della Fiorentina Davide Astori . ( fotogallery )

astori
La cancellata dello stadio Artemio franchi

La storia del capitano della Fiorentina Davide Astori , scomparso il 4 marzo del 2018 ad Udine .

Nato a San Giovanni Bianco il 7 gennaio del 1987 , era legato alla modella Francesca Fioretti , dove da questa relazione è nata la piccola Vittoria .

Francesca Fioretti e la figlia Vittoria

Il 4 marzo 2018 è stato rinvenuto senza vita in un albergo di Udine che ospitava la Fiorentina prima della partita contro l’Udinese del 27º turno di Serie A; secondo i risultati dell’autopsia, è deceduto per morte cardiaca improvvisa seguita a fibrillazione ventricolare dovuta a una cardiomiopatia aritmogena silente (sebbene all’inizio si fosse parlato di bradiaritmia). In segno di lutto, le partite di Serie A e i posticipi di Serie B e C in programma sono stati rinviati . numerosi sono stati, inoltre, i messaggi di cordoglio e le commemorazioni della sua scomparsa.

Dopo essere rientrato al Cagliari dal prestito alla Roma, il 4 agosto 2015 viene ufficializzato il suo passaggio alla Fiorentina , in prestito oneroso per 1 milione di euro (con obbligo di riscatto fino a 4 milioni), più un milione di bonus. Con i viola firma un contratto quadriennale. Esordisce in maglia viola il 23 agosto nella partita di campionato Fiorentina-Milan (2-0), entrando al 59′ al posto di Facundo Roncaglia. Si impone subito titolare della formazione gigliata. A fine stagione la Fiorentina lo riscatta dal Cagliari per 5 milioni.  Il 26 ottobre 2016 segna il suo primo gol in maglia viola nella partita di campionato Fiorentina-Crotone, finita 1 -1.

Altri articoli simili

Davide Astori : Chiuse le indagini per falso certificato medico .

Davide Astori capitano della Fiorentina
Davide Astori il capitano della Fiorentina

Il capitano della Fiorentina Davide Astori venne trovato senza vita il 4 marzo 2018 nella sua camera di albergo a Udine

Chiuso dalla procura di Firenze il filone d’indagine che ipotizza il reato di falso materiale nell’inchiesta per la morte di Davide Astori, il capitano della Fiorentina trovato senza vita il 4 marzo 2018 nella sua camera di albergo a Udine. Tre gli indagati ai quali nei giorni scorsi è stato notificato l’avviso di conclusione indagini: il professor Giorgio Galanti. In veste di direttore sanitario della Medicina dello Sport dell’azienda ospedaliero universitaria di Careggi, Pietro Amedeo Modesti, che gli è succeduto nell’incarico, e il medico dello sport Loira Toncelli.

Secondo quanto emerso, nell’inchiesta i pm fiorentini ipotizzano il falso materiale in relazione alla presunta falsificazione di un referto medico. Per l’accusa, Loira Toncelli, collaboratrice di Galanti, avrebbe falsificato il certificato relativo allo ‘strain’, un esame di approfondimento eseguito per osservare le risposte del muscolo cardiaco del calciatore della Fiorentina. Toncelli, assistita dall’avvocato Vincenzo De Franco. Quando è stata ascoltata in procura ha risposto alle domane degli inquirenti e si è difesa sostenendo di non aver redatto alcun referto medico falso.

Altri articoli su Davide Astori :

Ribery su Instagram : ” Davide Astori sempre con noi “

ribery
Il francese della Fiorentina Franck Ribery

Il francese della Fiorentina Franck Ribery , dopo la vittoria di ieri sera contro il Torino , rende omaggio a Davide Astori .

Franck Ribery non ha vissuto la trageda che ha colpito il povero Davide Astori, ma si mostra ben consapevole del significato che la fascia porta con sé. Nella schermata catturata e riportata qua sotto, il fenomeno transalpino rende omaggio a DA13 con una storia su Instagram:

Ultimi articoli

Iscriviti alla Newsletter

Davide Astori : Un tributo al capitano della Fiorentina . ( foto )

Davide Astori
Il capitano della Fiorentina Davide Astori

Tributo al capitano della Fiorentina Davide Astori . A due anni e mezzo dalla sua scomparsa vogliamo ricordarlo cosi :

Davide Astori , il nostro omaggio al capitano viola

Davide e Giorgio , in Nazionale

Leggi anche questi articoli su Astori :

Davide Astori , un capitano per sempre : ( Fotogallery )

davide astori
Il capitano della Fiorentina Davide Astori

Le immagini del capitano della Fiorentina Davide Astori , per non dimenticarlo mai .

È tutta una questione di cuore la storia di Davide Astori. Quel cuore che lo ha tradito nella notte del 4 marzo, quel cuore di tanti appassionati di calcio – e non solo – in cui è rimasto. Quel cuore che l’aveva portato a correre dietro un pallone nel Ponte San Pietro, squadra satellite del Milan nelle valli bergamasche. E proprio nelle giovanili rossonere è cresciuto, con il mito da seguire di Alessandro Nesta, prima di passare al Cagliari e fare il suo esordio a 21 anni in serie A. Dopo andò nella Capitale, alla Roma, per approdare infine in maglia viola con la Fiorentina

Fin qui la carriera, poi c’è l’uomo. Perché senza capire l’uomo è difficile comprendere come mai la sua scomparsa abbia suscitato tanta emozione. Perché in un mondo del calcio come quello odierno, che vive del luogo comune del calciatore divo, viziato e superficiale, Astori si contraddistingueva per uno stile quasi d’altri tempi. Semplice, riflessivo, tranquillo: mai una parola fuori posto, mai un comportamento oltre le righe. Tutto questo, alla fine, ha creato intorno a lui una forma di stima e affetto condivisa. Astori era uno che nelle interviste ricordava con nostalgia perfino il tè del magazziniere della squadra degli inizi. Uno che dopo aver conosciuto bene la Sardegna disse che i bergamaschi e i sardi erano simili: diffidenti all’inizio, molto socievoli dopo. Forse, avrebbe voluto aggiungere, perché la diffidenza aiuta a proteggersi dalle delusioni e la fiducia va dosata.

Manuel Pasqual e Davide Astori

Uno che appena nominato capitano della Fiorentina si sentì quasi in imbarazzo di fronte ai compagni, a cui chiese di condividere con lui le responsabilità. Perché al di là di ogni facile retorica, Astori era così: un antidivo in un mondo di divi, un ragazzo tranquillo in uno sport spesso caratterizzato da eccessi. Diceva, scherzando, di fare il calciatore per hobby (ma aggiunse anche di apprezzare sempre di più, con gli anni, questo mestiere), amava l’architettura e le canzoni di Ligabue.

Leggi anche questi articoli :

  • Astori , murales : ” Per Sempre nel cuore della città “
    astori
    Il murale a Firenze dedicato a Davide Astori

    Inaugurato a Firenze il murales dedicato a Davide Astori . Alla cerimonia presente tutta la famiglia del giocatore e le istituzioni.

     Davide Astori ha finalmente il suo murales: il civico 166 di Via Canova da oggi ospiterà ufficialmente la grande opera realizzata dall’artista Giulio Rosk .

    (di circa 240 mq, realizzata grazie al fondamentale contributo dell’associazione Cure 2 Children Onlus) che ritrae il volto dello storico capitano della Fiorentina,

    scomparso all’improvviso la notte del 4 marzo 2018 mentre si trovava in trasferta con i suoi compagni a Udine.Davide Astori trovato morto in albergo

    La cerimonia dell’inaugurazione – semplice come avrebbe voluto il difensore viola – si è tenuta questa mattina (sotto la pioggia) alla presenza di tutta la famiglia di Astori (i genitori, Anna e Renato, insieme ai fratelli, Marco e Bruno), delle istituzioni

    (il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, il sindaco di Firenze Dario Nardella, l’assessore allo sport Cosimo Guccione e il presidente del Quartiere 4 Mirko Dormentoni) e ovviamente della Fiorentina, rappresentata dal club manager Giancarlo Antognoni.

    antissimi anche gli amici di Astori che non si sono voluti perdere l’evento, dal tecnico del Milan (fresco di qualificazione alla Champions) Stefano Pioli all’attuale team manager della Sampdoria .

    Altri articoli su Astori

  • Francesca Fioretti : ” Ho pensato sempre di scrivere la nostra storia “
    Davide Astori
    Davide Astori e Francesca Fioretti

    Francesca Fioretti ripercorre la sua storia a tre anni dalla morte di Davide Astori. All’indomani della condanna del medico sportivo :

     La compagna del calciatore della Fiorentina scrive un post su Instagram con cui condivide l’introduzione del suo libro “Io sono più amore“ e la voglia di andare avanti. Francesca ha trovato la forza per mettere nero su bianco il suo dolore, in un volume in uscita giovedì per La Nave di Teseo.

    Francesca Fioretti, davide astori
    La compagna di Davide Astori Francesca Fioretti

    Davide Astori, il post di Francesca Fioretti 

    «Ho pensato spesso di scrivere la mia storia, la nostra storia. – si legge su Instagram – Tutte le volte che ci ho pensato, ho pensato che non avrei saputo da dove iniziare, come andare avanti, come finire.

    astori
    Davide Astori e Francesca

    Non è solo perché le cose da dire non sono riducibili a un libro, né lo saranno mai, ma perché il modo – il verso – mi appariva sempre qualcosa di irraggiungibile». Francesca Fioretti : la dedica alla figlia Vittoria su Instagram .

    La compagna di Davide e madre di sua figlia Vittoria cerca di comunicare a parole il suo dolore: «Come possiamo dare forma al sentire, quando il sentire è così reale, quando non esiste altro se non il modo in cui ti sta addosso, tra gli organi, nella mente, quando non esiste altro se non questo strato di pelle che è venuto via e ti fa percepire il mondo .

    (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});
    davide astori
    Davide Astori e Francesca Fioretti

     i suoi odori, colori, la luce, la modulazione del suono, la presenza fisica, la sua assenza – come mai lo hai sentito prima? Poi ho capito che non dovevo trovare un modo, che ne avrei comunque tentati molti. Che scrivere è come fare tutte le cose che ogni giorno – per urgenza, necessità, amore e desiderio – ho imparato a fare, da sola, per me stessa, per Vittoria».

    I nostri articoli su Davide Astori :

Il ricordo di Astori , l’affetto per il capitano viola non passerà mai .

il ricordo di astori
Il capitano della Fiorentina Davide Astori

Da quella maledetta domenica di Udine sono passati 28 mesi , ma l’affetto per il capitano viola però non passerà mai. E non solo a Firenze.

Il ricordo di Astori : Sono passati esattamente due anni da quella maledetta domenica del 4 marzo 2018, quando l’Italia si è svegliata con la notizia che Davide Astori era morto mentre si trovava in ritiro ad Udine con la Fiorentina per un attacco cardiaco che lo aveva sorpreso nella sua stanza.

Uno shock pensare che quel ragazzo di appena 31 anni, che eravamo abituati a vedere in mezzo al campo con la maglia viola fosse andato via così, in quel modo così improvviso, quasi brutale: Il ricordo della persona è giusto lasciarlo a coloro i quali hanno vissuto e condiviso con Davide il quotidiano: fare diversamente sarebbe un esercizio irrispettoso di retorica.

Resta comunque scolpita in tutti l’immagine del professionista, raccontata da una storia che parla meglio di qualunque parola si possa spendere. Astori nella sua carriera ha dimostrato di essere uno che nella scena ci stava a pieno titolo, sempre con partecipazione ma mai in maniera volgarmente appariscente.

Si è visto a Cagliari, piazza nella quale si è consacrato dopo gli esordi in C nella sua Lombardia tra Pizzighettone e Cremona, si è visto anche a Roma, dove pure è rimasto un anno solo senza particolar fortuna, sorpreso da un contesto nel quale evidentemente l’ambizione della squadra superava e neanche di poco, il talento della stessa.

Si è visto soprattutto a Firenze, una piazza sanguigna, difficile, nella quale non si va troppo lontano se non si ha la personalità giusta: Astori ce l’aveva e non è un caso che la fascia di capitano viola, quella indossata da gente come Antognoni, Batistuta, De Sisti e Hamrin, sia andata sul suo braccio e che l’abbia saputa portare con un rigore e una fierezza.
Tutte cose che i tifosi viola hanno sempre apprezzato e che oggi ricordano con affetto, soprattutto al 13′ minuto di ogni partita, in un momento che stringe il cuore anche se non si hanno particolari legami con il mondo Fiorentina.
Perché alla fine di una carriera, tragico o meno che sia l’epilogo, quello che si lascia conta ancora di più di ogni valutazione tecnica o di ogni trofeo vinto.

Carlos Salcedo : ” Davide Astori ? E’ stato un uomo vero “

carlos salcedo
Il capitano della Fiorentina Davide Astori

Carlos Salcedo: “Astori ? Quando stavo cercando casa è stato lui che mi ha dato una mano a trovarla. E grazie a lui ho imparato l’italiano”

L’ex difensore della Fiorentina, Carlos Salcedo, in un’intervista rilasciata a La Nazione ha detto che la partita che ricorda più volentieri “è la vittoria per 5-4 contro l’Inter“, dove la formazione viola riuscì a ribaltare la partita grazie ad un gol di Davide Astori. E sull’ex capitano viola, morto nel marzo 2018, spiega: “E’ stato un uomo vero. Quando sono arrivato a Firenze non parlavo italiano ma ho imparato grazie a lui: mi è stato molto vicino. Quando stavo cercando casa è stato lui che mi ha dato una mano a trovarla. Appena ho saputo della sua morte non volevo crederci“.

Astori sempre nei nostri cuori . Un bellissimo video a lui dedicato .

Astori sempre nei nostri cuori :Un video dedicato al capitano della Fiorentina Davide Astori

pezzella
Davide Astori

Astori sempre nei nostri cuori , il capitano della Fiorentina . Guarda il bellissimo video a lui dedicato

Altro su Davide Astori

Pezzella : ” Pensare ad Astori? “Certo. Penso a Davide ogni giorno. “

pezzella
I due capitani Davide Astori e German Pezzella

German Pezzella :  “Spero di tornare presto ad indossare la fascia di Davide. Siamo un bel gruppo” ( Fonte Fiorentina.it )

DAVIDE. Pensare ad Astori? “Certo. Penso a Davide ogni giorno. È una presenza fissa e quotidiana nella vita di tutte le persone che lo hanno conosciuto da vicino. Penso che anche lui mi abbia dato la forza per superare questo periodo. Noi giochiamo per lui. Io porto al braccio la sua fascia espero di poter tornare presto a indossarla sul campo. Per portare Davide con me nelle future partite”.

Altri articoli simili

Francesca Fioretti la compagna di Davide Astori .

francesca fioretti la compagna di davide astori
Francesca Fioretti e Davide Astori

Francesca Fioretti , compagna di Davide Astori , volto noto grazie al Grande Fratello. Scopriamo di più su di lei e sulla storia con il compianto Davide Astori.

Francesca Fioretti la compagna di Davide Astori nasce il 23 marzo 1985 a Maddaloni, in provincia di Caserta, sotto il segno dell’Ariete. Dell’infanzia della donna non abbiamo molte informazioni, sappiamo solamente che è molto legata alla sua famiglia, specialmente a suo fratello Luca, e che è cresciuta in un’ambiente sereno e rigido allo stesso tempo.

Francesca Fioretti: vita privata

Della sua vita privata ricordiamo il suo fidanzamento con il concorrente del Grande Fratello 9, Ferdi Berisa, con cui, però, si è lasciata poco dopo la fine del programma. Dopodiché, nel 2013 ha incontrato colui che poteva essere l’amore della sua vita: Davide Astori. Dopo tre anni, dal loro grande amore nasce Vittoria e i due vanno a vivere insieme a Firenze.

La loro storia d’amore sembra quasi una favola, fino a quando, purtroppo, il calciatore viene a mancare a causa di un malore. È successo a febbraio del 2018 e solo sette mesi dopo, Francesca ritorna a parlare di lui tramite un’intervista con il Corriere della Sera: non dimenticherà mai Davide, ma si è resa conto che la sua vita deve ricominciare principalmente per il bene della sua bellissima bambina avuta dalla relazione con il calciatore. “Se ne è andato, ma era nel momento più pieno e felice della sua vita e se il mio dolore deve essere il pegno da pagare per questo, lo potrò sopportare per sempre” racconta la donna.

Tutti gli articoli su Davide Astori