Tag Archives: Le Iene

Tributo a Nadia Toffa , l’intervista di Silvia Toffanin per Verissimo .

Tributo a Nadia Toffa
Nadia Toffa e Silvia Toffaniin a Verissimo

Nadia Toffa intervista a Verissimo: l’addio di Silvia Toffanin e l’omaggio di Mediaset alla conduttrice de Le Iene

Toccante e doveroso tributo di Mediaset a Nadia Toffa che, nell’intervista rilasciata ai microfoni di Silvia Toffanin per Verissimo, emozionò non solo il pubblico, ma la stessa conduttrice. Nel raccontare la sua battaglia contro il tumore, Nadia non perse mai il sorriso trasmettendo a tutti una grande forza, un grande coraggio e una grande voglia di vivere. Nadia, infatti, considerava quella della malattia una sfida che le aveva mandato il Signore e che lei aveva raccolto. 

l Signore ci mette di fronte a delle sfide che possiamo affrontare e questa è la mia. È il mio fardello. Il Signore mi ha dato una sfida che potrò non vincere ma l’importante è mettercela tutta, combattere sempre”, aveva dichiarato. Una grande lezione quella della Toffa che resterà per sempre nel cuore della Toffanin che raccolse quelle dichiarazioni, ma anche del pubblico che l‘ha sempre sostenuta nella sua battaglia .

La stessa Silvia Toffanin non riesce a trattenere le lacrime di fronte alle bellissime parole della conduttrice che, nel pieno della sua battaglia, ha mostrato a tutti grande forza e determinazione. “Carpe diem è il mio motto” ha ammesso la Toffa alla conduttrice di Verissimo “La vita è adesso, non dobbiamo aspettare il futuro”. Un insegnamento importante quello che Nadia ha voluto dare a tutti i telespettatori, tanto da chiedere a Silvia di parlare direttamente alla telecamera per rivolgersi al pubblico a casa. “Non mollate mai che non siete soli” ha concluso Nadia Toffa, per poi salutare Silvia Toffanin e pubblico col suo indimenticabile sorriso. 

Altri articoli su Nadia :

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Toffa , a Taranto il murales per ricordare l’inviata delle Iene Nadia Toffa .

nadia toffa
Il murales a Taranto per ricordare Nadia Toffa

Tra i palazzi del rione Salinella di Taranto è spuntato un grande murales dedicato a Nadia Toffa, la conduttrice delle Iene scomparsa dopo una lunga battaglia contro il cancro.

Nadia Toffa ha lasciato un vuoto incolmabile non solo nei fan della trasmissione “Le Iene”, ma anche nella gente comune, nelle persone che si erano strette intorno alla conduttrice nella sua difficile battaglia contro il cancro. Era il 13 agosto, quando anche Taranto aveva pianto per quella piccola grande donna. La Iena aveva fatto tanto per la città in riva allo Ionio,. Aveva aiutato i bambini malati a causa dell’inquinamento, prestando il suo volto per una campagna di sensibilizzazione diventata virale. 

Tra i palazzi del rione Salinella è spuntato un grande murales dedicato alla conduttrice. Un ‘ritratto’ della Iena, con il classico smoking nero e quel sorriso che ha rassicurato tutti anche nei momenti più difficili e bui, ‘illumina’ la facciata di un edificio di via Lago di Monticchio. A realizzarlo è stato il writer tarantino Michele “Nocci”, raccogliendo l’iniziativa di un gruppo di giovani del quartiere.

/ 5
Grazie per aver votato!

Toffa : Buon compleanno guerriera . Oggi Nadia avrebbe compiuto 43 anni .

Toffa
La conduttrice delle Iene Nadia Toffa , scomparsa il 13 agosto 2019

Celebre conduttrice Nadia Toffa scomparsa nel 2019: tutti i progetti e il ricordo della sua vita .

Gli inizi di Nadia Toffa furono legati a emittenti locali con debutto assoluto a Telesanterno e gavetta (dal 2003 al 2008) a Retebrescia. La sua esperienza a Le Iene, famoso show di Italia 1, cominciò nel 2009. In poco tempo la Toffa si fece spazio arrivando a occuparsi di faccende piuttosto complesse: talvolta vere e proprie inchieste, che duravano anche diversi mesi. 

 Furono numerosi anche i servizi che dedicò sullo smaltimento illegale dei rifiuti in Campania per mano del sistema camorristico, ai quali legò i reportage sull’alto numero di tumori nel Triangolo della morte – tra Napoli e Caserta – dovuti agli stessi smaltimenti tossici. Altra celebre inchiesta della Iena fu quella riguardante il diffondersi delle slot machine e il gioco d’azzardo. Un tema a lei tanto caro da scriverci un libro dal titolo Quando il gioco si fa duro, uscito nel 2014. Qualche anno dopo pubblicò un secondo libro dal titolo Fiorire d’inverno – 

La mia storia, dove parlava apertamente della sua malattia. Dopo diversi anni da inviata, a partire dal 2015 Nadia debuttò alla conduzione: prima con le 4 puntate del social talk Open Space (da una idea di Davide Parenti) e poi con Le Iene, affiancando prima Pif e Geppi Cucciari e successivamente, di volta in volta, vari colleghi (Andrea Agresti, Paolo Calabresi e Giulio Golia, Matteo Viviani). Condusse l’ultima puntata dello show, insieme a Nicola Savino, il 5 maggio 2019.

Nadia Toffa nacque a Brescia il 10 giugno 1979 da Margherita Rebuffoni e Maurizio Toffa, terza di due sorelle (le altre si chiamano Mara e Silvia). Da giovane praticava ginnastica, ma fece anche un ottimo percorso di studi classici: dal liceo ginnasio, studiò poi lettere con indirizzo storico-artistico all’Università degli Studi di Firenze. Il titolo della sua tesi era Storia della chiave iconografica di San Pietro. La sua vita fu da sempre caratterizzata da molto lavoro, tanto da lasciare puntualmente lontana dai riflettori la sua sfera privata. Nadia Toffa una guerriera : Un bellissimo video a lei dedicato

/ 5
Grazie per aver votato!

Nadia Toffa , un anno senza l’inviata delle Iene .( fotogallery )

Nadia Toffa
L’inviata delle ene Nadia Toffa , scomparsa il 13 agosto 2019

Il 13 agosto 2019 moriva a 40 anni Nadia Toffa l’inviata del programma Le Iene , dopo la battaglia contro la malattia.

Coraggio e passione Nadia Toffa lo metteva nel lavoro e nella vita, colpiva al cuore. Il 13 agosto di un anno fa moriva la iena per cui l’Italia aveva fatto il tifo, la ragazza che sorrideva sempre, a tutti “perché non voglio che le persone siano tristi”. Aveva 40 anni. Ha combattuto contro il tumore, è stata di ispirazione per tanti malati, non ha mollato mai: tutto raccontato, documentato. E il 13 agosto in prima serata su Italia 1 andrà in onda lo speciale Le iene per Nadia dalla prime apparizioni in tv al servizio sull’Ilva di Taranto all’inchiesta sulla Terra dei fuochi, alla dedica di Lorenzo Jovanotti durante il concerto.

Nel 2013 si occupa per la prima volta dell’Ilva, un impegno importante che ha portato Nadia a ricevere la cittadinanza onoraria di Taranto, dopo la proposta partita dai cittadini con appelli e messaggi social. Era diventata una bandiera, aveva parlato con le famiglie e i bambini, ascoltato le storie di chi si era trovato a combattere contro il cancro. Nel 2017 Nadia era stata la madrina della campagna “Ie jesche pacce pe te”, realizzata dal gruppo Amici del Mini Bar del quartiere Tamburi di Taranto; aveva sostenuto la raccolta fondi – tramite la vendita delle magliette con quello slogan – per il reparto di pediatria dell’Ospedale Santissima Annunziata di Taranto. Il 25 settembre 2019, grazie a una petizione firmata da più di 90mila persone, quel reparto era stato intitolato a lei.

/ 5
Grazie per aver votato!

Nadia Toffa è morta : ” Hai combattuto sempre con il sorriso ” .

Nadia Toffa è morta. L’addio delle Iene: ‘Hai combattuto a testa alta, col sorriso e con dignità’ .

nadia Toffa
La conduttrice de le iene Nadia Toffa

Hai combattuto a testa alta, col sorriso, con dignità e sfoderando tutta la tua forza, fino all’ultimo, fino a oggi”, si legge sulla pagina Facebook de Le Iene. “Il destino, il karma, la sorte, la sfiga ha deciso di colpire proprio te, la nostra Toffa – prosegue il post della trasmissione Mediaset -, la più tosta di tutti. Sei riuscita a perdonare tutti, anche il fato, e forse anche il mostro contro cui hai combattuto senza sosta: il cancro.  Non ci resta che sperare che tu sia riuscita a perdonare anche noi, che non siamo stati in grado di aiutarti quanto avremmo voluto. Ed ecco le Iene che piangono la loro dolce guerriera, inermi davanti a tutto il dolore e alla consapevolezza che solo il tuo sorriso potrebbe consolarci. Niente per noi sarà più come prima”.

/ 5
Grazie per aver votato!