Tag Archives: Napoli

Gattuso : Nessun rinnovo con il Napoli , ma le offerte non mancheranno .

gattuso
Gennaro Gattuso

Nessun rinnovo per Gattuso con il Napoli, il tecnico vuole essere libero, sa che le offerte non mancheranno.

Non basta a Gennaro Gattuso la conquista della Coppa Italia alla fine della scorsa stagione, contro tutti i pronostici dei bookmakers, per conquistare la piazza napoletana. Anche se la panchina dell’allenatore adesso sembra al sicuro fino a fine stagione, grazie anche alle vittorie contro Roma e Milan che hanno messo il Napoli nelle condizioni di essere tra le favorite per la qualificazione della Champions League, Gattuso non riesce a conquistare il cuore della città.

Mentre il Napoli risale la classifica, la stampa sembra essere troppo distratta dal nome del nuovo allenatore. Si passa da Simone Inzaghi ad Allegri e da Fonseca a Sarri. Anche gli allibratori non sembrano essere da meno come ad esempio Eurobet che piazza una quota di 1.85 sull’esonero di Gattuso prima del termine della stagione. Altri brand di punta del settore scommesse quali SNAI e Betland, invece non sembrano offrire alcuna quotazione. Ma prima di interpretare le quotazioni dei provider come indizi delle intenzioni della dirigenza napoletana, va ricordato che l’opportunità di scommettere su determinati eventi, così come i bonus offerti da ciascun operatore, variano di piattaforma in piattaforma.

Napoli ,tamponi negativi : Confermata la gara contro la Fiorentina alle 12,30

napoli
Napoli – Fiorentina domenica 17 gennaio ore 12,30

Napoli : tamponi negativi , tutta la squadra sottoposta ai test . Si conferma la sfida contro la Fiorentina alle 12,30

NAPOLI – Allarme parzialmente rientrato, per il Napoli. Tutti i tamponi a cui sono stati sottoposti nella notte i giocatori azzurri hanno dato esito negativo.

L’unico caso di positività nel gruppo è rimasto dunque quello del centrocampista Fabian Ruiz, che era stato riscontrato alla vigilia e aveva fatto scattare l’allarme. Invece la partita contro la Fiorentina allo stadio Maradona si potrà disputare regolarmente alle 12.30 .

Napoli , sarà molto difficile che la gara venga rinviata

Napoli
Il giocatore del Napoli Fabian Ruiz

Molto difficile che venga rinviata la sfida tra Napoli e Fiorentina .

In casa Napoli, a poche ore dalla sfida contro la Fiorentina, è nato un caso molto spinoso .

legata alla positività di Fabian Ruiz al Covid 19.

la possibilità di un rinvio della sfida tra viola e partenopei è molto bassa, nonostante sia stata riportata da testate napoletane. 

La squadra di Gattuso, infatti, effettuerà in serata un nuovo giro di tamponi. e la risposta arriverà nella prima mattina di domani, scongiurando il rinvio della gara.

Juventus-Napoli non si giocherà : il rischio del 3-0 a tavolino .

juventus-napoli
Juventus-Napoli

Juventus-Napoli non si giocherà. Almeno non nel giorno e nell’orario previsto, ovvero domenica 4 ottobre alle 20.45 . ( fonte : fiorentina.it )

Per decisione dell’Azienda Sanitaria Locale del capoluogo campano, infatti, la partenza della squadra azzurra . Che avrebbe dovuto raggiungere nella serata Torino dove domani era in programma il posticipo della terza giornata contro la Juventus, è stata bloccata. Troppo pericoloso, il parere dell’Asl di Napoli.

 Far spostare un così alto numero di potenziali positivi, ovvero quel gruppo squadra entrato in contatto con i giocatori e lo staff tecnico del Genoa, tra i quali, negli ultimi 5 giorni, sono stati trovati ben 22 positivi (19 giocatori e 3 dello staff).

Dunque gara certamente rinviata, anche se ancora non ufficialmente. Ma Con quale esito? Secondo il protocollo della Figc, in caso di caso di positività, per gli spostamenti si deve far riferimento alla propria Asl di competenza. Che deve concedere l’autorizzazione ed eventualmente, una volta negata. decidere se mettere la squadra in isolamento fiduciario presso le proprie rispettive abitazioni o in una struttura alberghiera. Il Napoli, dunque, è impossibilitato a rispettare l’impegno da una disposizione di un’autorità locale, ma allo stato attuale delle cose, avendo a disposizione un numero di giocatori negativi sufficiente per giocare la partita, se non si dovesse presentare la norma prevede che venga dichiarato un 3-0 a tavolino a favore della squadra bianconera .

Napoli bloccato dalla Asl , salta la partita contro la Juventus .

Il Ct del Napoli Gennaro Gattuso
Gennaro Gattuso allenatore del Napoli

Napoli bloccato dalla Asl per motivi sanitari. Praticamente saltata la partita con la Juventus . ( fonte : fiorentina.it )

Il Napoli era pronto a partire per Torino, la squadra, Gennaro Gattuso e tutto lo staff azzurro erano ormai in procinto di lasciare la città per arrivare a Torino in vista della sfida di domani sera contro la Juventus nonostante la positività di Zielinski e Elmas arrivata nelle ultime 48 ore, ma all’ultimo minuto il dietrofront, scrive il sito gianlucadimarzio.com.

Gli azzurri sono stati fermati poco prima di partire dall’ASL di riferimento che ha vietato alla squadra di lasciare la Regione invitando a fare ritorno a casa per dare vita all’autoisolamento fiduciario richiesto. Il timore delle autorità sanitarie è di ritrovarsi di fronte a un nuovo “caso Genoa”, con il club ligure che era arrivato a Napoli la scorsa settimana prima di trasformarsi in un vero e proprio focolaio covid.

Napoli , bimbo di 11 anni suicida : Il folle gioco che spinge a uccidersi

Jonathan Galindo

Napoli, bimbo suicida a 11 anni: chi è Jonathan Galindo, il folle gioco social che spinge ad uccidersi

«Vuoi giocare con me?». Una richiesta di amicizia su Instagram, Facebook o Tik Tok. La faccia di un uomo che sembra mascherato da Pippo, il cartone della Disney. Ma quello che “Jonathan Galindo” (questo il nome del profilo da cui arriva il contatto) propone di fare sui social è tutto fuorché un gioco. Una volta accettato il messaggio si entra in un incubo. Una gara fatta di piccoli step con difficoltà sempre più elevate e che potrebbe aver spinto il imbo di 11 anni a buttarsi nel vuoto . Perché così era stato deciso «dall’uomo col cappuccio».

E’ questo ciò su cui si sta indagando dopo che sulle chat delle mamme di alcuni compagni del ragazzino sono circolati video e link del gioco che potrebbe aver portato il bimbo alla morte. La Procura dei minori ha aperto un fascicolo: di collegarsi ad internet e quindi di interagire con altri utenti sparsi nel mondo. 
Jonathan Galindo è un fenomeno molto conosciuto negli Usa, arrivato in Europa prima in Spagna e Germania e poi approdato in Italia. 

Il gioco è semplice: se accetti la richiesta di amicizia, solitamente fatta a giovanissimi, ti viene inviato, tramite messaggistica, un link che ti propone di entrare in un gioco nel quale vengono proposte delle sfide e prove di coraggio fino ad arrivare all’autolesionismo. Di profili in realtà, navigando in rete, ce ne sono moltissimi: differenziati magari da un punto o da un trattino tra le parole Jonathan e Galindo. La nuova challenge mira a sfruttare l’impatto mediatico che acquisì alcuni anni fa la Blu Whale  che solo in Russia contò oltre cento vittime. E sul web, quest’estate, sono anche cominciati a spuntare video inquietanti di persone mascherate che si aggirano per le case di notte. 

Fiorentina Women’s : Vittoria delle ragazze contro il Napoli .

Fiorentina women's
L’esultanza delle ragazze

Fiorentina Women’s dilagano contro il Napoli e vincono 5-2 nella seconda giornata di campionato

Le ragazze di mister Cincotta passano in svantaggio al 20′ con l’azzurra Errico che su una punizione dalla trequarti batte Ohrstrom. Il gol del pareggio delle viola porta la firma ancora una volta di Sabatino, che al 32′ trafigge di testa Mainguy sulla punizione di Mascarello.

Il gol del vantaggio arriva poi a due minuti dalla fine del primo tempo: retropassaggio dell’azzurra Groff al portiere, che però è fuori dai pali. Autogol e viola che chiudono in vantaggio i primi 45′.

La ripresa si apre subito con le viola in avanti. Al 50′ Mascarello viene liberata davanti alla porta con una punizione battuta rapidamente dopo un fallo su Sabatino: palla in rete e Fiorentina che si porta sull’1-3. Passano 5′ e la squadra di Cincotta guadagna un rigore: Cafferata stende in area Neto sugli sviluppi di un corner. Dal dischetto va Sabatino, che non sbaglia. 1-4!

Al 59′  Sabatino colpisce male al volo un cross dal fondo di Thogersen, ma la distanza è troppo ravvicinata per fallire: tripletta per l’attaccante viola (al quinto centro in due partite) e vantaggio che si allunga sul 1-5. Al 67′ il Napoli accorcia le distanze con Chatzinikolaou che segna in tuffo di testa dopo la traversa di Errico e fissa il risultato sul 2-5 finale.

Dirigente Atalanta insulta tifoso del Napoli , la procura indaga . ( video )

dirigente Atalanta
Tifoso del Napoli provoca Gasperini

l collaboratore del club al supporter partenopeo: “Testa di c…, terrone del c…”. La Procura federale indaga

Dirigente Atalanta insulta un tifoso del Napoli : bufera attorno a un dirigente dell’Atalanta per i pesanti insulti, anche di natura razzista, rivolti a un tifoso del Napoli che aveva provocato Gasperini al suo arrivo a Torino. Il supporter dei partenopei, avvicinandosi al tecnico nerazzurro appena sceso dal bus della squadra, lo ha apostrofato in maniera provocatoria: “Dopo 10 anni ve la giocate la partita o gliela regalate come al solito? Forza Napoli!”, si sente in un video circolato molto sui social. Il chiaro riferimento alla sfida con la Juventus ha fatto imbufalire Gasperini, che prima ha tentato di allontanarsi e poi ha risposto “Vai a fare un giro”. Mentre il tifoso si allontanava, però, un accompagnatore della Dea è passato agli insulti: “Testa di c…, terrone del c…”, si sente chiaramente. Insulti che hanno provocato indignazione e, in alcuni casi, anche vera e propria rabbia sui social.

Guarda il video

La sorella di Gattuso Francesca muore a 37 anni , lascia un figlio .

La sorella di gattuso
Francesca la sorella di Gattuso , morta a soli 37 anni

La sorella di Gattuso Francesca morta a 37 anni lascia un figlio di 5: aveva lavorato al Milan. Colpita da una forma molto aggressiva di diabete, era stata operata d’urgenza a febbraio: aveva lavorato alla segreteria medica di Milanello, gestiva delle attività commerciali a Gallarate .

Il dramma di Rino Gattuso si è consumato martedì mattina, quando una telefonata della moglie Monica lo ha avvertito: Francesca non ce l’ha fatta. Francesca Gattuso aveva 37 anni ed era legata al fratello Rino da un rapporto molto forte, di quelli che vanno oltre il legame familiare. Si era ammalata già qualche mese fa e con il sostegno della famiglia aveva affrontato il calvario sempre con il sorriso e una grande forza di coraggio. Una combattente, così spesso Gattuso parlava di lei. È morta all’alba dopo che le sue condizioni di salute si sono aggravate ulteriormente nella notte.

Era stata operata a febbraio

Soffriva di una forma di diabete particolarmente aggressiva ed era stata operata d’urgenza a febbraio, quando Gattuso era impegnato con il Napoli a Genova nella sfida contro la Sampdoria. Quella sera l’allenatore disertò la conferenza stampa per trasferirsi immediatamente a Busto Arsizio dove Francesca era ricoverata. Dopo un periodo in terapia intensiva si era ripresa ma le sue condizioni di salute non hanno mai dato spazio a troppe speranze, al punto che non ha mai lasciato l’ospedale. Eppure la sua grande forza le consentiva di dare conforto a suo marito Marco Amaranto e al loro figlio di appena cinque anni.

Francesca aveva lavorato nel club del Napoli

Martedì mattina Rino Gattuso che continuava ad avere con lei un rapporto telefonico costante, era al centro sportivo di Castel Volturno quando, poco prima dell’inizio dell’allenamento, è stato avvisato. Immediatamente è partito per Gallarate, dove vive la sua famiglia e dove anche Francesca gestiva alcune attività commerciali. Sui social tanti tifosi del Napoli e di altre squadre hanno espresso la propria vicinanza all’allenatore calabrese attraverso messaggi di cordoglio. Il primo club italiano ad esprimere solidarietà nei confronti di Gattuso è stato il Verona, con un messaggio pubblicato attraverso il proprio profilo Twitter, poi il Milan la seconda casa di Rino Gattuso, dove Francesca aveva lavorato per un periodo alla segreteria medica del club. Il Napoli naturalmente si è stretto al proprio allenatore, sia con un messaggio istituzionale sui social ma anche con testimonianze di affetto rilasciate personalmente.

Leggi anche questi articoli

Napoli , il padre del ragazzo ucciso : ” Il carabiniere ha sparato alle spalle “

napoli
Il ragazzo ucciso a Napoli

Il padre del 15 enne ucciso a Napoli se la prende con il carabiniere: “Si è distrutto la vita pure lui”. E difende il figlio morto: “Era un grande lavoratore incensurato”

Non vogliamo vendetta, ma deve essere fatta giustizia”. Così Vincenzo Russo commenta le dinamiche che hanno portato alla morte del figlio, il 15enne ucciso a Napoli dopo aver tentato di rapinare un carabiniere. Il padre del baby ladro si è detto certo della sua tesi, secondo cui il militare avrebbe sparato con l’intenzione di togliere la vita al ragazzo: “Con i miei occhi, in ospedale, ho visto che era stato colpito da un proiettile al petto. Il dottore mi ha detto che il secondo lo aveva raggiunto dietro alla testa. Ci sono le telecamere, vadano a vedere i filmati”. Vincenzo Russo però in passato ha avuto dei problemi con la giustizia: “Avevo problemi di tossicodipendenza, ma dal 2004 ho chiuso tutti i conti con la giustizia”. Adesso per vivere usufruisce del reddito di cittadinanza e nel frattempo aspetta il pagamento dell’ultimo mese di una borsa lavoro: “Siamo una famiglia a posto. Il mio primo figlio era un po’ una testa calda ma adesso lavora, i piccoli vanno a scuola”. Ugo è morto in ospedale, al Pellegrini, dove i parenti hanno devastato il pronto soccorso mettendolo fuori uso: “L’ho visto anche io ma non so chi sia stato. Però, mettetevi nei panni delle persone del quartiere, avevano saputo che un ragazzo di 15 anni era stato ucciso in quel modo”. L’uomo ha visto suo figlio per l’ultima volta alle ore 21.00 prima della morte: “Era dal barbiere, si stava tagliando i capelli. Gli ho detto che con la madre saremmo andati a mangiare un panino”. Lo ha poi rivisto alle 6.00 di ieri mattina: “Aveva la testa fasciata, provavano a rianimarlo, ma non c’era nulla da fare”. Infine Vincenzo ha parlato anche del carabiniere, ora indagato per omicidio: “Questa tragedia cambierà per sempre la nostra vita. E anche quella dell’uomo che ha sparato. Se ha un cuore, si è distrutto la vita pure lui

Coppa Italia : Il Napoli batte la Lazio e passa in semifinale .

Coppa Italia

I partenopei ritrovano la vittoria in Coppa Italia, eliminando la Lazio in una partita pazza

In una gara ricca di emozioni il Napoli supera 1-0 la Lazio, accedendo così alle semifinali di Coppa Italia. I partenopei tornano a vincere grazie a un gran gol in apertura di Insigne, in una partita in cui le occasioni non sono mancate (e nemmeno le espulsioni, una per parte). Tante per gli uomini di Inzaghi, tra le quali c’è anche un rigore sbagliato da Immobile, ma alla fine il Napoli la spunta.

Gli azzurri sono i potenziali futuri avversari dei viola, dato che in semifinale sfideranno la vincente di Inter-Fiorentina.

Napoli-Fiorentina 0-2 , gol di Chiesa e Vlahovic . Viola praticamente perfetta .

Un’altra impresa per la Fiorentina, in piena crisi appena due settimane fa e adesso capace di agguantare il Napoli in classifica. 

Napoli-Fiorentina

 Una grandissima prova nei singoli e di squadra, con Castrovilli straripante e Chiesa finalmente decisivo. Così come Vlahovic, entrato ancora benissimo dalla panchina. Ma ottima anche la prestazione dei difensori e di tutta la fase difensiva, contro un Napoli che non è riuscito a sfondare. Tutti i giocatori, per questo, meritano almeno mezzo voto in più in una vittoria che dà ulteriore (grande) consapevolezza.

Napoli-Fiorentina
L’esultanza dopo il gol di Chiesa

Dragowski: 7. Sicuro nelle prese centrali e nelle uscite, ma soprattutto è prontissimo in due momenti fondamentali della partita: all’11’ sull’acrobazia di Milik e nella ripresa a tu per tu con Callejon (poi fermato in fuorigioco, ma forse era in posizione buona, e lui evita guai). Salvato invece dal palo sul tiro di Insigne.

Milenkovic: 7. Ci prova subito con un colpo di testa in area napoletana, poi gioca una partita solida e attenta, come tutta la squadra.

Pezzella: 7. Non benissimo su Milik in avvio, lotta di fisico e alla fine riesce a dirigere alla grande una difesa che regge e subisce il giusto.

Caceres: 7,5. Una grande prova come i compagni di reparto, ma merita una menzione in più per alcuni interventi davvero preziosi (almeno un paio sulle verticalizzazioni azzurre del primo tempo). E ci mette il fisico in diverse situazioni intricate.

Lirola: 7,5. Sembra un altro giocatore rispetto a quello bloccatissimo della prima parte di stagione. Propositivo fin dai primi minuti (gran palla per Castrovilli, che non concretizza), spinge molto ma è bravo anche in fase difensiva. Gioca più libero di testa, prova (e trova) le giocate. E serve anche Vlahovic per il raddoppio viola.

Benassi: 7,5. Subito si propone in verticale, è bravissimo nell’assist a Chiesa sul gol che sblocca la partita. Poi serve anche Cutrone in spaccata ma la rete viene annullata per fuorigioco. Anche un tiro (deviato da Ospina in qualche modo) nel suo bel primo tempo, mentre nella ripresa si fa notare più nel lavoro ‘sporco’ di contenimento.

Pulgar: 7. Tanta sostanza, ma anche buona qualità in una manovra che specie nel primo tempo fluisce piuttosto bene.

Castrovilli: 8. Partita strepitosa. Parte con un errore sotto misura, ma si prende man mano gioco dei suoi avversari con giocate di altissima qualità. Al 26′ è suo il cambio di campo che porta al gol di Chiesa, alla distanza cresce ancora e prende in mano la squadra. Giocate nello stretto e in velocità, servizi precisi per i compagni ma anche tanta attenzione in fase difensiva. Al 55′ mette Chiesa in porta ma Ospina fa una gran parata, dieci minuti dopo la stessa cosa ma Federico non trova la palla di mancino. E nel finale è fondamentale anche a tener su la palla.

Dalbert: 6,5. Tanta corsa e diversi cross (ma non troppo pericolosi), anche se si dedica più alla fase difensiva: specie nel primo tempo Callejon taglia spesso dalla sua parte. Alla lunga però regge.

(dall’87’ Ceccherini: sv).

Chiesa: 8. Torna al gol dopo quasi 3 mesi, mentre in trasferta la rete mancava addirittura da 10 mesi. Controllo e tiro di punta, stile ‘futsal’: un gol pesantissimo che sblocca il match e consente alla Fiorentina di impostare la partita che voleva. Al 31′ sfiora il raddoppio di testa, ma Ospina gli nega la gioia. Così come al 55′, quando rimbalza su un avversario e si coordina davanti al portiere (poteva far meglio, ma resta la grande giocata). Finalmente una grande prova, è dentro la partita e si dà un gran da fare anche in fase difensiva (con un paio di recuperi da applausi). Al 68′ non trova la palla di mancino in area su bell’assist di Castrovilli. Chiude la sua prova, stremato, con il bel lancio (dopo aver protetto palla in mezzo a due) per il raddoppio di Vlahovic.

All.: Iachini: 8. La prestazione contro l’Atalanta non è stata un caso isolato. Concretezza, spirito di sacrificio, organizzazione. Concetti espressi a parole da Beppe, e messi subito in campo dalla sua Fiorentina. Una settimana perfetta, tre vittorie e due imprese contro le big: chi lo avesse solo pensato sette giorni fa, sarebbe stato preso per pazzo. Il lavoro sta pagando, sia a livello psicologico (molti giocatori sembrano rinati) che sul piano fisico e tattico. Qualche taglio del Napoli nella prima mezz’ora provoca diversi brividi, ma alla lunga la Fiorentina tiene e nella ripresa la squadra resta compatta e riesce anche a ripartire. La mano del tecnico si vede in maniera chiara.

Napoli – Fiorentina , gol di Federico Chiesa . Napoli 0 – Fiorentina 1

Napoli – Fiorentina

Federico Chiesa porta in vantaggio la Fiorentina al San Paolo

Gol di Federico Chiesa al San Paolo – Napoli 0 – Fiorentina 1

Napoli – Fiorentina : I convocati per la trasferta al San Paolo .

L’allenatore della Fiorentina, Giuseppe Iachini, ha diramato la lista dei convocati per la trasferta di Napoli, in programma domani sera alle 20.45 al San Paolo:

Napoli – Fiorentina , domenica 19 gennaio ore 20,45

Badelj, Benassi, Brancolini, Caceres, Castrovilli, Ceccherini, Chiesa, Cutrone, Dalbert, Dragowski, Eysseric, Ghezzal, Lirola, Milenkovic, Olivera, Pezzella, Pulgar, Ranieri, Sottil, Terracciano, Terzic, Venuti,  Vlahovic, Zurkowski.

Castrovilli : Un’offerta dal Napoli , ma il club viola non ha accettato .

Un offerta dal Napoli per Gaetano Castrovilli , Ma Commisso non ha nessuna intenzione di vendere il centrocampista della Fiorentina .( Fonte : Fiorentina.it )

Il centrocampista viola Gaetano Castrovilli

Secondo quanto scrive Il Mattinoil Napoli continua a corteggiare il centrocampista della Fiorentina Gaetano Castrovilli. Gli azzurri hanno preparato un’offerta da 22 milioni di euro da presentare nei prossimi giorni al club viola, ma come ribadisce il quotidiano stesso, Commisso non ha alcuna intenzione di lasciar partire il talento pugliese.

A Napoli la miglior Fiorentina della stagione

Quella di ieri a Napoli sicuramente la miglior Fiorentina della stagione . Una squadra compatta e bella da vedere . 

A Napoli
Napoli Fiorentina

Sicuramente quella di ieri a Napoli è la miglior Fiorentina di questa stagione . Un primo tempo strepitoso , dopo i primi cinque minuti difficili , la Fiorentina è riuscita a costruire un muro a centrocampo con la coppia Badelj – Veretout . Un Simeone sempre pronto a lottare e a dare il meglio . Molto bravi anche Astori e Pezzella che sono riusciti a contrastare l’attacchi di Martens e Callejon .                                                                            Una Fiorentina bella da vedere , una squadra compatta dove ha giocato un primo tempo strepitoso , anche se ha calato un po nella ripresa . Tutto sommato una Fiorentina che va oltre la sufficienza .

Napoli – Fiorentina , le probabili formazioni .

La probabili formazioni per Napoli – Fiorentina : Sia pioli che Sarri punteranno sugli uomini migliori .

Napoli fiorentina
Napoli – Fiorentina

Per Napoli – Fiorentina i due mister punteranno sugli uomini migliori . Sarri dovrà fare a meno di Lorenzo Insigne , che non è stato nemmeno convocato . Al suo posto ci sarà Zielinski .                                                         Per la Fiorentina tutti i giocatori saranno a disposizione di Pioli . Babacar partirà dalla panchina , pronto a dare una mano a gara in corso . In difesa ci sarà Laurini a dare una mano ai centali Astori e Pezzella .

Le probabili formazioni :                                                                                       Napoli : Reina , Hysaj , Albiol , Koulibaly , Mario Rui , Jorginho , Hamsik , Callejon , Martens , Zielinski .

Fiorentina : Sportiello , Laurini , Pezzella , Astori , Biraghi , Benassi , Badelj , Veretout , Chiesa , Simeone , Thereau .

Visitate la nostra pagina Facebook :

http://www.facebook.com/lafiorentinaebasta

Quindicesima giornata ” La classifica “

La classifica della serie A dopo la quindicesima giornata di campionato :

quindicesima giornata
La classifica della serie A

La classifica della quindicesima giornata di campionato della serie A . In testa alla classifica l’Inter con 39 punti , il Napoli al secondo posto con 38 punti . A 37 punti la Juventus , al terzo posto e la Roma al quarto posto in classifica con tre punti di svantaggio dalla Juve .                                             La classifica completa :

Inter    39

Napoli    38

 Juventus 37

 Roma    34

Lazio    32

Sampdoria  26

Fiorentina  21

Milan 21

Bologna 21

Atalanta  20

Torino  20

Chievo 20

Cagliari 16

Udinese  15

Genoa 13

Crotone 12

Sassuolo  11

Spal 10

Verona 9

Benevento 1

Seguiteci anche sulle nostre pagine                                                                      http://www.facebook.com/lafiorentinaebasta