Tag Archives: Paolo Rossi

Antognoni : ” Paolo Rossi , il più grande di tutti noi “

Il club manager della Fiorentina Giancarlo Antognoni ricorda cosi Paolo Rossi :

Antognoni Rossi si erano incontrati l’ultima volta un annetto fa. Ancora ricordi, ancora emozioni, ancora la voglia – da fratelli – di rivedere insieme quel Mondiale vinto nel 1982 e di raccontarsi quelle mille sfide con le maglie ’nemiche’ della Fiorentina e della Juventus. 

Antognoni è commosso quando, attraverso le immagini rilanciate dal sito ufficiale della Fiorentina, rivolge il suo abbraccio a Pablito.
“La perdita di Paolo – sono parole dell’ex Capitano viola – è un grande dispiacere per noi dell’82, ma anche per tutta Italia”. I gol, gli abbracci, le partite da vincere insieme con la Nazionale, quelle in cui battersi in campionato: ma se c’è una cosa che Antognoni si porterà sempre dentro, con orgoglio, è il sorriso di Rossi. Quel modo che Pablito aveva nell’affrontare tutto. Le grandi gioie come le difficoltà: tutto senza rinunciare a regalare e regalarsi un sorriso.

Per noi campioni del Mondo è stato il giocatore più importante non solo per i gol che ha fatto, ma anche per la sua simpatia e il suo sorriso”. Continua l’attuale dirigente viola: “Puntualmente ogni mattina che ci trovavamo all’allenamento, in stanza o in albergo, lui ti regalava una bella parola, una battuta.

Un anno fa, dunque, l’ultima volta che Paolo e Giancarlo hanno trascorso qualche ora insieme. Hanno sorriso, hanno ricordato, hanno provato a vedersi chissà come negli anni futuri. 

/ 5
Grazie per aver votato!

Paolo Rossi : Assegnato il Premio Bearzot , la moglie : “Avrebbe pianto”

Paolo Rossi
Paolo Rossi e la moglie Federica Cappelletti

Il Premio Bearzot è stato assegnato alla memoria di Paolo Rossi: la moglie, Federica Cappelletti, ha parlato così

Il Premio Enzo Bearzot è stato conferito alla memoria di Paolo Rossi, campione indimenticato della Juventus e della Nazionale recentemente scomparso. Ecco le parole della moglie Federica Cappelletti a Rai Sport, alla consegna del premio

«Sono molto onorata di questo premio. So che Paolo sarebbe stato davvero felice di riceverlo. Ringrazio la figlia di Bearzot e il presidente dell’US Acli Damiano Lembo. Interpreto la consegna di questo premio: se ci fosse stato ancora Paolo avrebbe pianto per questo premio, ne sono sicura. Paolo mi ha insegnato la forza e la dignità. Facevo io le punture di antidolorifici prima dei vostri collegamenti, so quanto soffriva ma voleva sconfiggere la malattia per poter tornare presto in tv. Riusciva ad essere se stesso e faceva sorridere sempre tutti».

/ 5
Grazie per aver votato!

Baggio ricorda Rossi : ” Se sono diventato calciatore lo devo a lui “

Baggio
Roberto Baggio e Paolo Rossi

Roberto Baggio ricorda Paolo Rossi , scomparso la settimana scorsa . ( Fonte : MilanNews.it )

Roberto Baggio ha voluto ricordare così Paolo Rossi: “Avevo 11 anni, e la domenica mio papà Florindo mi caricava sulla canna della sua bici. Venivamo a Vicenza per vedere giocare un ragazzo sconosciuto che si chiamava Paolo Rossi. In inverno, dopo 12 km di pedalate, arrivavo allo stadio Menti congelato. Però guardando quell’attaccante gracile e coraggioso, già più forte di tre interventi alle ginocchia, ho cominciato a sognare anch’io e non ho ancora smesso. Se sono diventato calciatore – ha raccontato a La Repubblica – lo devo a lui: non aveva un fisico perfetto, come me, però mi ha suggerito il valore prevalente del cuore e del cervello”.

/ 5
Grazie per aver votato!

Furto in casa di Paolo Rossi durante il funerale .

Paolo Rossi
Il campione del mondo 1082 Paolo Rossi

Nell’abitazione di Bucine in provincia di Arezzo sono stati portati via alcuni gioielli, tra questi un orologio dell’ex attaccante

Furto in casa dei Paolo Rossi. I ladri pare abbiano agito nel corso del funerale, portando via dall’abitazione di Bucine in provincia di Arezzo alcuni gioielli. Tra questi un orologio appartenente a Rossi. Per fortuna non sono stati rubati gli oggetti più preziosi legati alla carriera dell’ex calciatore. Al rientro da Vicenza nell’agriturismo in Toscana, la moglie Federica ha trovato il caos conseguente a un furto. Sono in corso i rilievi da parte della Polizia scientifica.

I malviventi per entrare nell’abitazione avrebbero forzato una finestra. Oltre all’orologio, sono stati portati via circa un centinaio di euro. Si attende, però, che la moglie del campione faccia una verifica su cos’altro manchi in casa. Il furto è stato scoperto da un collaboratore della famiglia Rossi.

/ 5
Grazie per aver votato!

Baggio , la commovente lettera di addio a Paolo Rossi .

acrime e distrutto dal dolore non è passata inosservata la presenza di Roberto Baggio durante i funerali di Paolo Rossi, celebrati ieri mattina al Duomo di Vicenza. ( fonte : Giornale.it )

Nei giorni scorsi Baggio ha regalato emozioni attraverso una lettera per ricordare Paolo Rossi a La Gazzetta dello Sport. Un emozionante amarcord in cui riemergono proprio i ricordi di bambino ”con il mio adorato papa Fiorindo, mancato solo qualche mese fa, percorrevamo quasi 12 chilometri, in due su una bicicletta, per arrivare a Vicenza partendo da Caldogno. Per andare allo stadio Menti a vedere il grande Paolo Rossi. Poi, per tutta la partita, mi aggrappavo alla rete per vederlo giocare e segnare”.

E da allora cominciò a sognare di ripercorrere le sue orme: ”Erano gli anni in cui cullavo i miei sogni. Pensavo che un giorno avrei anche io giocato in quello stadio, che avrei indossato quella maglia bellissima con la grande R sul petto. Imitando Paolo Rossi avrei potuto realizzare quanto lui e riuscito a realizzare. Vincere un campionato del mondo in finale contro il Brasile. Come Paolo Rossi ha fatto contro la Germania . Vincere il Pallone d’oro . Come Paolo Rossi. Vincere sulla sofferenza di ginocchia doloranti. Come Paolo Rossi”.

I nostri articoli

/ 5
Grazie per aver votato!

Roberto Baggio in lacrime ai funerali di Paolo Rossi

Roberto Baggio
Roberto Baggio ai funerali di Paolo Rossi

Roberto Baggio non è riuscito a trattenere l’emozione e la commozione durante il funerale di Paolo Rossi a Vicenza.

La mascherina non è riuscita a nascondere la grande commozione di Roberto Baggio. L’ex attaccante si è lasciato andare ad un pianto a dirotto in occasione dell’ultimo saluto a Paolo Rossi nella sua Vicenza. Emozioni troppo forti quelle dell’ex Divin Codino, che non ha mai nascosto l’ammirazione per un calciatore che è stato uno dei suoi idoli. Baggio, nativo di Caldogno in provincia di Vicenza, è stato sempre stregato all’ex bomber biancorosso capace poi di portare l’Italia sul tetto del mondo. E proprio sulle orme anche di Rossi, Baggio, è approdato alla Juventus prima e in Nazionale poi, con l’idolo che con il passare degli anni è diventato un amico con il quale condividere belle esperienze.

/ 5
Grazie per aver votato!

Antognoni ricorda Rossi : ” Mi porterò dentro il suo sorriso ” ( video )

Antognoni
Giancarlo Antognoni e Paolo Rossi

Fiorentina. Antognoni ricorda Paolo Rossi: “Mi porterò sempre dentro il suo sorriso”.

Una notizie tragica per gli amanti del calcio quella di questa notte, la scomparsa del Paolo Rossi, a poco tempo di quella di Diego Armando Maradona, ha scosso nuovamente tutti gli appassionati del pallone italiani. A ricordare l’ex compagno di Nazionale, con cui vinse il Mondiale del 1982, è Giancarlo Antognoni, storico capitano della Fiorentina:

/ 5
Grazie per aver votato!

Paolo Rossi , l’eroe del Mundial del 1982 è morto questa notte .

Paolo rossi
Paolo Rossi e Giancarlo Antognoni

Addio a Pablito, Paolo Rossi l’uomo che fece piangere il Brasile e trascinò gli azzurri di Bearzot alla conquista della coppa del mondo. Aveva 64 anni

Paolo Rossi, “Pablito”, l’eroe del Mundial del 1982, è morto all’età di 64 anni. L’annuncio è stato dato dalla moglie, Federica Cappelletti, con un post su Instagram. La foto ritrae i due coniugi stretti e sorridenti ed è accompagnata dal commento “Per sempre”, seguito da un cuore.

Un nome qualunque, tanto qualunque da essere ricordato e dimenticato con la stessa facilità, nascosto tra le migliaia di signor Rossi che un po’ a tutti piace tanto identificare con il cliché dell’italiano medio. Paolo Rossi, che se ne è andato a soli 64 anni, pochi giorni dopo Diego Armando Maradona, quel nome così poco originale lo ha saputo scolpire in maniera indelebile nella storia del calcio. Una carriera breve ma intensa, iniziata e finita come un viaggio senza tregua sulle montagne russe.

  • Antognoni : ” Mi dispiace tanto aver lasciato la Fiorentina “
    antognoni
    Giancarlo Antognoni e i suoi tifosi

    Giancarlo Antognoni ha parlato cosi sulla situazione della Fiorentina :

    Giancarlo Antognoni ha parlato toccando tanti temi: “La Fiorentina deve sostituire due come Torreira e Odriozola che hanno fatto la differenzaMandragora e Dodò possono sostituirli ma chi è andato via lo conosciamo bene chi sta per arrivare meno. Mandragora era tra i giovani più promettenti ma ha avuto due brutti infortuni e ha sofferto un po’. Ora si sta riprendendo ma per me resta un giocatore valido“.

    SU ITALIANO: “Ha dimostrato di essere un allenatore valido. Ha raggiunto una competizione europea quindi ha fatto un cammino positivo. Giustamente la Fiorentina ha deciso di continuare il lavoro con Italiano. E’ stata una vicenda positiva. Ha un gioco innovativo anche se a volte un po’ rischioso. Io lo avevo già consigliato alla Fiorentina“.

    SUL SUO RITORNO NEL CALCIO: “Questo è un anno di transizione. Prima il mondo del calcio mi piaceva di più, ora meno perché ci sono personaggi che non mi piacciono molto. Ora me ne sto fuori dal calcio e non ho rimpianti, in attesa che succeda qualcosa. Mi tengo comunque aggiornato. Mi dispiace esser fuori dalla Fiorentina ma è una scelta che ho fatto io. Anche se forse mi hanno costretto a fare questa scelta. Non ho comunque rimpianti. Ormai ci sono persone nel calcio che ci arrivano senza mai aver fatto calcio o aver giocato a calcio. Questo è il problema. Alla fine parlano sempre i fatti“.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lutto – A 64 anni è morto Paolo Rossi simbolo della nazionale .

Lutto
Paolo Rossi , un simbolo della nazionale

L’ex attaccante nel 1982 fu capocannoniere del Mondiale vinto dagli Azzurri di Bearzot e vinse anche il Pallone d’oro .Apri Popup

Lutto nel mondo del calcio : Una notizia terribile, nel cuore della notte. Che sconvolge il mondo del calcio, italiano e mondiale. E gli italiani tutti insieme. A 64 anni è morto Paolo Rossi, sconfitto da un male inesorabile, l’eroe dell’Italia campione del mondo del 1982, quella che battè il Brasile di Zico, l’Argentina di Maradona, la Polonia di Boniek e in finale la Germania di Rummenigge. L’Italia di Zoff e Bearzot. Il protagonista principale fu “Pablito”, che veniva dalla squalifica per calcio scommesse e dopo un brutto inizio di Mondiale, decollò e con lui l’Italia di Collovati e del giovane Bergomi, di Tardelli che diventerà l’uomo dell’urlo e di Gentile attaccato ai pantaloncini di Diego, di Antognoni e del fantastico Bruno Conti.

/ 5
Grazie per aver votato!