Tag Archives: Vlahovic

La Fiorentina torna a vincere al Franchi , grazie al gol Vlahovic .

La Fiorentina
La Fiorentina vince al Franchi contro il Cagliari per 1-0

La Fiorentina vince al Franchi contro il Cagliari per 1-0 con la rete di Vlahovic . Rigore parato da Dragowski .

La Fiorentina passa in vantaggio, segna sempre Dusan Vlahovic! Martinez Quarta recupera un grande pallone e lancia Callejon. Lo spagnolo si fa tutta la fascia palla al piede e mette in mezzo un pallone delizioso che Vlahovic, in scivolata, manda alle spalle di Cragno.

90’+1Cross di Zappa in area, Dragowski anticipa tutti e subisce anche una carica

.90′3 minuti di recupero.

88′Cagliari super offensivo ma Fiorentina che tiene bene il pallone senza soffrire.

86′AmmonizioneAmmonito Tramoni appena entrato per un braccio largo su Martinez Quarta.

86′SostituzioneDentro Tramoni per Oliva.

85′SostituzioneDoppio cambio Cagliari: dentro Cerri per Sottil.

74′SostituzioneCambio nella Fiorentina: esce Caceres ed entra Venuti.

73′Marin perde l’ennesimo pallone facendo ripartire la Fiorentina, Callejon spinge a destra e trova l’assist perfetto per Vlahovic che insacca da due passi.

Fiorentina in vantaggio

72′GolFIORENTINA IN VANTAGGIO!! VLAHOVIC!!

Vlahovic

68′Ripresa sicuramente più spettacolare rispetto al primo tempo ma non si sblocca il punteggio.

58′BIRAGHI!! Azione bellissima della Fiorentina palla a terra, Bonaventura vede l’inserimento di Biraghi ma il suo sinistro è alto sopra la traversa.

57′Nainggolan prova una giocata all’interno dell’area ma il suo cross è lungo e non può arrivare Sottil.

56′Molto attivo sulla sinistra Biraghi, con Pisacane che fa sempre fatica a contenerlo.

56′Buon momento della Fiorentina che prova a spingere sull’acceleratore.

54′AmmonizioneIntanto ammonito Oliva per una trattenuta su Vlahovic.

Inizio secondo tempo

Fine primo tempo

38′SostituzioneDentro Martinez Quarta.

38′InfortunioNon ce la fa Pezzella.

38′Ancora 0-0 al Franchi.

38′Joao Pedro si fa ipnotizzare dal portiere polacco.

37′DRAGOWSKI PARA IL RIGORE!!

37′Lo stesso Joao Pedro va sul dischetto.

37′Non ci sono dubbi per Giacomelli che assegna il penalty senza esitazioni.

36′Joao Pedro riceve da Nainggolan e anticipa netto Igor che lo stende.

36′RIGORE PER IL CAGLIARI!!

25′RIGORE PER LA FIORENTINA!

23′Superata metà primo tempo, sempre 0-0 a Firenze. Risultato che rispecchia perfettamente quando si è visto sul terreno di gioco.

20′Non soddisfatto Di Francesco dell’atteggiamento del suo Cagliari. Il tecnico chiede ai suoi centrocampista di giocare con più verticalità.

22′SOTTIL!! Contropiede del Cagliari lanciato da Nainggolan con una sventagliata di 40 metri per Sottil,

cross dell’ex viola a cercare Simeone ma Dragowski anticipa tutti in uscita bassa.

18′Sempre 0-0 al Franchi e davvero poco spettacolo. Anche il vento a dar fastidio alle due formazioni in questa fase di partita.

8′MARIN!! Simeone parte in contropiede e dopo aver difeso bene la palla trova il pallone arretrato per Marin, destro del rumeno altissimo.6′Rientrano intanto in campo sia Caceres che Lykogiannis, scontratisi in area pochi istanti fa.6′Intanto si scalda Tripaldelli.5′Rimane a terra Lykogiannis dopo un duro contrasto con Caceres.

3′Buon momento per i padroni di casa che ora spingono sull’acceleratore.3′CALLEJON!! Prova il destro lo spagnolo dopo una corta respinta della difesa sarda, tiro murato dalla gamba di un calciatore rossoblù.

Juventus-Fiorentina 0-3 , segna Vlahovic dopo il 3′ minuto

juventus-fiorentina
L’esultanza della Fiorentina dopo il gol di Vlahovic

Juventus-Fiorentina 0-3 : Segna Vlahovic dopo 3’, poi espulso Cuadrado con la Var al 18’. Nella ripresa La Penna non estrae il secondo giallo a Borja Valero e arrivano l’autorete di Alex Sandro e il gol di Caceres. ( Fonte : Gazzetta.it )

Pirlo aveva detto alla vigilia del match di temere soprattutto Ribery e in effetti non aveva torto, perché è da una sua intuizione che nasce il gol del vantaggio viola: palla in verticale per Vlahovic, tenuto colpevolmente in gioco da Bonucci, che brucia De Ligt sullo scatto e poi beffa Szczesny in uscita. Il gol dopo appena tre minuti crea apprensione e confusione nei bianconeri, già costretti a rinunciare a Rabiot, che nei piani di Pirlo doveva essere titolare al posto di McKennie, a pochissimo dal match a causa della sentenza su Juventus-Napoli .

 Il peggio però deve ancora arrivare: al 18’ la Juve perde anche Cuadrado, espulso per un brutto fallo su Castrovilli (giallo diventato poi rosso con l’intervento del Var). Così Pirlo è costretto a ridisegnare la sua Signora: fuori Ramsey e dentro Danilo per un 4-3-2 con Chiesa a destra.

La Fiorentina capisce il momento delicato e prova a fare il bis prima dell’intervallo: Castrovilli quasi ci riesce con un gran tiro deviato da Szczesny. La Juve del primo tempo è solo Cristiano Ronaldo, che di fronte all’inferiorità numerica non s’arrende e prova a rimettere in piedi la partita in tutti i modi, ma poi s’arrende pure lui.

Nella ripresa Pirlo toglie Morata e mette Bernardeschi, ma il più vivace della truppa bianconera è un altro ex, Chiesa, che arriva a un soffio dal pareggio. La partita è molto dura e l’arbitro perde presto il controllo: Borja Valero, già ammonito, avrebbe meritato il secondo giallo su Bentancur, dubbio il contatto in area Ronaldo-Castrovilli è ancora di più quello tra Bernardeschi e la coppia Milenkovic-Dragowski. Giusto invece annullare il gol di testa di CR7 per evidente fuorigioco.

La Fiorentina sembra quasi accontentarsi del golletto di vantaggio, finché non arriva di nuovo la difesa della Juventus a darle una mano: su cross di Biraghi Alex Sandro (disastroso) nel tentativo di rinviare devia nella sua porta, ingannato anche dall’intervento a vuoto di Bonucci.

Come beffa delle beffe nel finale arriva anche il gol dell’ex, Caceres (su palla di Biraghi, ancora lui) che mette la pietra tombale sulla partita. Così la Fiorentina si rialza, trovando la prima vittoria della gestione Prandelli grazie alla miglior partita giocata in questo campionato, mentre la Juventus dovrà farsi qualche domanda. La vetta s’allontana e dopo la sosta i bianconeri incontreranno in sequenza Milan, Sassuolo e Inter (con l’incognita della partita con il Napoli da recuperare): non certo un avvio di 2021 morbido.

Prandelli deve continuare a dare fiducia a Vlahovic ? ( sondaggio )

Lo staff ufficiale di Prandelli
Il tecnico della Fiorentina Cesare Prandelli

Diteci se Cesare Prandelli deve continuare a dare fiducia a Vlahovic

Prandelli deve dare ancora fiducia a Vlahovic ? : Se solo fosse arrivato uno dei centravanti che la Fiorentina ha seguito negli ultimi mesi, oggi Dusan Vlahovic starebbe scrivendo una storia diversa. In una piazza più piccola, senz’altro con meno pressioni, dove sprigionare il proprio talento e non rimanere soffocato dagli errori. Da quando è sbarcato a Firenze, era il marzo del 2018, la società ha sempre deciso di crescere in casa il centravanti del futuro.

Prandelli deve dare ancora fiducia a Vlahovic ?
18 votes · 18 answers
Votare

La Fiorentina perde al Franchi contro la Sampdoria ( la sintesi )

La fiorentina perde in casa contro la Sampdoria
Fiorentina-Sampdoria 1-2

Fiorentina-Sampdoria 1-2 – Il pallonetto di Verre e le solite lacune condannano i viola . ( fonte : Violanews )

FIORENTINA (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Ceccherini, Caceres; Chiesa (K), Bonaventura, Amrabat [86 Saponara], Castrovilli [82 Duncan], Biraghi; Kouamé [58 Cutrone], VlahovicA disp.: Terracciano, Brancolini, Lirola, Venuti, Montiel, Dutu, Dalle Mura
All.: Giuseppe Iachini
———
SAMPDORIA(4-4-2): 
Audero; Bereszynski, Yoshida, Tonelli, Augello [84 Regini]; Candreva [68 Leris], Thorsby, Ekdal [84 Palumbo], Damsgaard [68 Verre]; Ramirez [68 Askildsen], Quagliarella (K)
A disp.
: Ravaglia, Avogadri, Rocha, Bonazzoli, La Gumina, Gabbiadini, Ferrari
All.
: Claudio Ranieri
———
Arbitro: 
Piero Giacomelli (Trieste)[Caliari e Bottegoni]
IV uff.:
 Manganiello
VAR: 
Aureliano
AVAR: 
Cecconi

95′ PALO DI CHIESA!!! All’ultimo respiro la Samp si salva ed espugna il Franchi. Incredibile, che sfortuna… Ma la Fiorentina merita questo risultato amaro

94′ Ultimo disperato tentativo a vuoto… Cross di Biraghi e ottima copertura di Yoshida che subisce anche il fallo di Cutrone, niente da fare

90′ Cinque minuti di recupero, cinque minuti per le residue speranze viola

3′ GOL DELLA SAMPDORIA! Rilancio di 70 metri di Audero che prende una folata di vento improvvisa e finisce sui piedi di Verre: pallonetto perfetto e Dragowski scavalcato. Incredibile…

76′ GOL DELLA SAMPDORIA! ANZI NO! Angolo  dalla destra di Ekdal, Tonelli di spalla la aggiusta per Thorsby che segna. L’arbitro annulla dopo un consulto Var, per il tocco con la mano del difensore. Per Tonelli sarebbe stato giusto il secondo giallo

3′ GOL DELLA SAMPDORIA! Rilancio di 70 metri di Audero che prende una folata di vento improvvisa e finisce sui piedi di Verre: pallonetto perfetto e Dragowski scavalcato. Incredibile…

76′ GOL DELLA SAMPDORIA! ANZI NO! Angolo  dalla destra di Ekdal, Tonelli di spalla la aggiusta per Thorsby che segna. L’arbitro annulla dopo un consulto Var, per il tocco con la mano del difensore. Per Tonelli sarebbe stato giusto il secondo giallo

46’+1 Dopo un minuto di recupero, squadre al riposo: Samp avanti nel finale dopo il rigore di Quagliarella, che segna il 12° gol alla Fiorentina

45′ Altra mischia in area Samp, blucerchiati che si salvano ancora: sponda di Chiesa e sinistro volante alto di Bonaventura .

Dusan Vlahovic , una raffica di critiche dopo Inter-Fiorentina .

dusan vlahovic
Il calciatore della Fiorentina Dusan Vlahovic

Raffica di critiche su Dusan Vlahovic dopo Inter-Fiorentina. ( fonte : fiorentina.it )

Ogni volta che Josip Ilicic la metteva dentro, tra Serie A e Champions League, con la maglia dell’Atalanta si riapriva la ferita di una cessione forse anche indotta dalle critiche di una piazza che mal sopportava quel modo di ‘ciondolare’ in campo. Insofferenza reciproca, perché la scintilla tra le parti non è mai scoccata. 

VLAHOVIC, RISCHIO ILCIC 2.0. Prima di auto-allontanarsi da Bergamo per motivi personali, però, ha segnato caterve di gol e fornito assist a ruota trascinando l’Atalanta alla scalata che ha fatto con Gasperini. E più di qualcuno dalle parti di Firenze si è chiesto se forse, quelle critiche che portarono alla definitiva separazione con la Fiorentina, non fossero state eccessive. Tema ricorrente in queste ultime ore. Perché Dusan Vlahovic è finito al centro di un ciclone di critiche e insulti.

Del suo, in parte, ce ne sta mettendo anche la Fiorentina. Perché è ormai palese da mesi che l’esigenza di questa squadra sia una punta che abbia il killer instinct e la giusta dose d’esperienza per sfruttare al meglio le occasioni che crea. E Vlahovic, ad oggi, non ha ancora quelle doti.

Fiorentina-Grosseto 5-1 , bella prestazione della viola di Iachini .

fiorentina-grosseto
Dusan Vlahovic

Bella prestazione, condita da 5 gol, per la Viola di Beppe Iachini, impegnata in amichevole contro il Grosseto al Franchi di Firenze

La Fiorentina piega il Grosseto 5-1 nell’amichevole del pomeriggio. All’Artemio Franchi di Firenze brillano Dusan Vlahovic, autore di una tripletta, e Patrick Cutrone, firmatario di una doppietta. Di Raimo l’unico gol dei maremmani. Protagonisti del match, per la Viola, i nuovi arrivati Amrabat .

Articoli recenti

Vlahovic , niente cessione per il serbo e presto il rinnovo .

vlahovic
Il cantravanti della Fiorentina Dusan Vlahovic

Il centravanti serbo classe 2000 Dusan Vlahovic sembrava destinato a partire in prestito, ma la Fiorentina secondo La Gazzetta ha deciso di tenerlo . ( Fonte : Fiorentina.it )

L’assalto del Lipsia è stato serio. Proprio come il corteggiamento del Verona. Ma, alla fine, Rocco Commisso e i suoi collaboratori hanno deciso di cambiare rotta: Dusan Vlahovic resta con Iachini. Quindi, niente anno in prestito. Il serbo completerà il suo percorso di maturazione in maglia viola e presto dovrebbe allungare di un altro anno il suo contratto che lo lega alla Fiorentina. Così scrive La Gazzetta dello Sport.

LA SVOLTA. La scelta di confermare Vlahovic è stata naturalmente condivisa da Iachini che ora chiederà al giovane serbo una concentrazione in campo al cento per cento. Cancellando, insomma, il finale dell’ultimo campionato che per il talento serbo è stato veramente deludente. All’orizzonte c’è l’occasione di riscattarsi, e per Vlahovic la fiducia riconfermata del club deve rappresentare lo stimolo giusto per crescere.

Altri articoli

Calamai : ” Belotti non è da 20 reti a stagione . Meglio Vlahovic “

calamai
Il giornalista Luca Calamai

Luca Calamai , ha cosi commentato : La Fiorentina ha bisogno di un centravanti da 20 gol a stagione e Belotti non è questo . ( Fonte : Violanews )

Luca Calamai, firma de La Gazzetta dello Sport, è intervenuto ai microfoni di Radio Bruno. Questa la sua posizione in merito all’attacco della Fiorentina: “A me Belotti non piace, non lo scambio neanche con Vlahovic. Per me è meglio Cutrone. La Fiorentina ha bisogno di un centravanti da 20 gol e Belotti, nonostante sia un buon giocatore, non è questo”.

Vlahovic : ” Il virus non mi fermerà , farò gol anche a lui “

vlahovic
Dusan Vlahovic , risultato positivo al Coronavirus

Dusan Vlahovic, su Instagram, ha voluto mandare un messaggio a tutti: “Vorrei tranquillizzare tutti dicendo di non preoccuparsi perché sto bene. 

Dusan Vlahovic, su Instagram, ha voluto mandare un messaggio a tutti: “Vorrei tranquillizzare tutti dicendo di non preoccuparsi perché sto bene. Sappiate che non sarà di certo questo virus a fermarmi tanto farò gol anche a lui”Vlahovic, infatti, è risultato positivo al tampone per il Coronavirus. Il giocatore, però, oggi risulta asintomatico.

https://www.instagram.com/p/B9r8I0Vqbq0/

Vlahovic positivo al Coronavirus . Il giocatore e asintomatico .

vlahovic
Dusan Vlahovic , risultato positivo al Coronavirus

ACF Fiorentina informa che il calciatore Dusan Vlahovic è risultato positivo al test per l’identificazione del Coronavirus – COVID-19 .

ACF Fiorentina informa che il calciatore Dusan Vlahovic è risultato positivo al test per l’identificazione del Coronavirus – COVID-19 . Al momento il giocatore è asintomatico e si trova presso la sua abitazione.
La Società sta attivando in queste ore tutte le procedure di isolamento previste dalla normativa ad iniziare dal censimento di tutte le persone che hanno avuto contatto con il calciatore.

Ag. Vlahovic : Tante squadre lo vorrebbero , ma Pradè lo ritiene importante

Vlahovic
Dusan Vlahovic

Dusan Vlahovic non stanno passando certo inosservate e dopo la doppietta  contro la Sampdoria .

Dusan è sempre stato un calciatore importante – spiega ai microfoni di Calciomercato.itDarko Ristic, agente dell’attaccante viola – È un ragazzo straordinario, che sin da ragazzino in Serbia ha mostrato qualità incredibili. È sempre stato considerato un ragazzino prodigio e con un po’ di fortuna e salute, sono convinto che diventerà tra i migliori attaccanti al mondo“. D’altronde, il cellulare di Ristic è stato preso d’assalto negli ultimi mesi, di pari passo con l’esplosione di Vlahovic: “Tante squadre chiamano per lui, ogni giorno – spiega l’agente del serbo – Il mio telefono suona sempre, dagli scout ai direttori sportivi tutti sono impazziti per lui. È un profilo veramente interessante, che in Serie A sta dimostrando cose importantissime, nonostante l’età. Dalla Premier e dai principali campionati europei mi arrivano tante telefonate. L’interesse della Roma? Preferirei non parlarne“.

Sampdoria-Fiorentina 1-5 : Viola travolgente , doppiette Chiesa ,Vlahovic .

Sampdoria-Fiorentina
Gli autori della due doppiette Chiesa e Vlahovic

Una Fiorentina bella (finalmente) e fortunata travolge la Sampdoria e si allontana dalla zona calda. Bisogna ammettere che per i viola la gara si mette in discesa dopo 8 minuti .

Beppe Iachini ha il merito di gestire la gara con intelligenza: difesa solida, centrocampo ordinato e con pochi errori (rivitalizzato da un ottimo Duncan) e un attacco micidiale in contropiede. La classifica è ancora da guardare con attenzione, ma dopo i successi di Lecce e Genoa perdere sarebbe astato un grosso problema. La Fiorentina ha sfoderato una prova di carattere e ha dimostrato di avere energie fisiche e mentali.

Sampdoria-fiorentina
Duncan Vlahovic

Iachini cambia in attacco e a centrocampo nella sfida delicata tra Sampdoria Fiorentina.  Per cercare di scardinare la difesa blucerchiata, Iachini sceglie Vlahovic dal primo minuto accanto a Chiesa,scelta premiata dalle due doppiette degli avanti viola. Esordio in viola molto positivo  per Duncan in un centrocampo dove rientra Badelj e dove escono Benassi e Pulgar.

Iachini ” Abbiamo molti giovani in avanti e bisogna lavorare per migliorare”

iachini
Il tecnico viola Bappe Iachini

Le dichiarazioni dell’allenatore viola Beppe Iachini a margine della sconfitta casalinga contro i nerazzurri . ( Fonte . Fiorentina.it )

L’allenatore della Fiorentina, Giuseppe Iachini, ha parlato a Sky Sport dopo la sconfitta con l’Atalanta:

“In quella partita sul piano tecnico abbiamo sbagliato molti palloni in meno e questo ci aveva permesso di legare di più il gioco per creare più occasioni. Oggi abbiamo commesso molti errori in uscita e ci sono mancati i presupposti per fare le giocate che prepariamo. Questo ci succede più in casa, perché quando giochiamo fuori forse i ragazzi sono un po’ più sereni. Dobbiamo migliorare sotto questo aspetto. Dietro non abbiamo rischiato molto, siamo stati bravi. Loro sono bravi tra le linee con Gomez, Ilicic, Pasalic e lo stesso Malinovskij. Oggi non abbiamo legato in avanti e abbiamo perso vari palloni”.

RITROVARE LA CONTINUITÀ. “Dobbiamo lavorare, abbiamo diversi giovani in avanti e dobbiamo migliorare nel legare. Dobbiamo essere più efficaci perché per migliorare il gioco bisogna sbagliare meno sotto l’aspetto tecnico e del palleggio”.

Napoli-Fiorentina 0-2 , gol di Chiesa e Vlahovic . Viola praticamente perfetta .

Un’altra impresa per la Fiorentina, in piena crisi appena due settimane fa e adesso capace di agguantare il Napoli in classifica. 

Napoli-Fiorentina

 Una grandissima prova nei singoli e di squadra, con Castrovilli straripante e Chiesa finalmente decisivo. Così come Vlahovic, entrato ancora benissimo dalla panchina. Ma ottima anche la prestazione dei difensori e di tutta la fase difensiva, contro un Napoli che non è riuscito a sfondare. Tutti i giocatori, per questo, meritano almeno mezzo voto in più in una vittoria che dà ulteriore (grande) consapevolezza.

Napoli-Fiorentina
L’esultanza dopo il gol di Chiesa

Dragowski: 7. Sicuro nelle prese centrali e nelle uscite, ma soprattutto è prontissimo in due momenti fondamentali della partita: all’11’ sull’acrobazia di Milik e nella ripresa a tu per tu con Callejon (poi fermato in fuorigioco, ma forse era in posizione buona, e lui evita guai). Salvato invece dal palo sul tiro di Insigne.

Milenkovic: 7. Ci prova subito con un colpo di testa in area napoletana, poi gioca una partita solida e attenta, come tutta la squadra.

Pezzella: 7. Non benissimo su Milik in avvio, lotta di fisico e alla fine riesce a dirigere alla grande una difesa che regge e subisce il giusto.

Caceres: 7,5. Una grande prova come i compagni di reparto, ma merita una menzione in più per alcuni interventi davvero preziosi (almeno un paio sulle verticalizzazioni azzurre del primo tempo). E ci mette il fisico in diverse situazioni intricate.

Lirola: 7,5. Sembra un altro giocatore rispetto a quello bloccatissimo della prima parte di stagione. Propositivo fin dai primi minuti (gran palla per Castrovilli, che non concretizza), spinge molto ma è bravo anche in fase difensiva. Gioca più libero di testa, prova (e trova) le giocate. E serve anche Vlahovic per il raddoppio viola.

Benassi: 7,5. Subito si propone in verticale, è bravissimo nell’assist a Chiesa sul gol che sblocca la partita. Poi serve anche Cutrone in spaccata ma la rete viene annullata per fuorigioco. Anche un tiro (deviato da Ospina in qualche modo) nel suo bel primo tempo, mentre nella ripresa si fa notare più nel lavoro ‘sporco’ di contenimento.

Pulgar: 7. Tanta sostanza, ma anche buona qualità in una manovra che specie nel primo tempo fluisce piuttosto bene.

Castrovilli: 8. Partita strepitosa. Parte con un errore sotto misura, ma si prende man mano gioco dei suoi avversari con giocate di altissima qualità. Al 26′ è suo il cambio di campo che porta al gol di Chiesa, alla distanza cresce ancora e prende in mano la squadra. Giocate nello stretto e in velocità, servizi precisi per i compagni ma anche tanta attenzione in fase difensiva. Al 55′ mette Chiesa in porta ma Ospina fa una gran parata, dieci minuti dopo la stessa cosa ma Federico non trova la palla di mancino. E nel finale è fondamentale anche a tener su la palla.

Dalbert: 6,5. Tanta corsa e diversi cross (ma non troppo pericolosi), anche se si dedica più alla fase difensiva: specie nel primo tempo Callejon taglia spesso dalla sua parte. Alla lunga però regge.

(dall’87’ Ceccherini: sv).

Chiesa: 8. Torna al gol dopo quasi 3 mesi, mentre in trasferta la rete mancava addirittura da 10 mesi. Controllo e tiro di punta, stile ‘futsal’: un gol pesantissimo che sblocca il match e consente alla Fiorentina di impostare la partita che voleva. Al 31′ sfiora il raddoppio di testa, ma Ospina gli nega la gioia. Così come al 55′, quando rimbalza su un avversario e si coordina davanti al portiere (poteva far meglio, ma resta la grande giocata). Finalmente una grande prova, è dentro la partita e si dà un gran da fare anche in fase difensiva (con un paio di recuperi da applausi). Al 68′ non trova la palla di mancino in area su bell’assist di Castrovilli. Chiude la sua prova, stremato, con il bel lancio (dopo aver protetto palla in mezzo a due) per il raddoppio di Vlahovic.

All.: Iachini: 8. La prestazione contro l’Atalanta non è stata un caso isolato. Concretezza, spirito di sacrificio, organizzazione. Concetti espressi a parole da Beppe, e messi subito in campo dalla sua Fiorentina. Una settimana perfetta, tre vittorie e due imprese contro le big: chi lo avesse solo pensato sette giorni fa, sarebbe stato preso per pazzo. Il lavoro sta pagando, sia a livello psicologico (molti giocatori sembrano rinati) che sul piano fisico e tattico. Qualche taglio del Napoli nella prima mezz’ora provoca diversi brividi, ma alla lunga la Fiorentina tiene e nella ripresa la squadra resta compatta e riesce anche a ripartire. La mano del tecnico si vede in maniera chiara.

Fiorentina-Inter 1-1 : Un gran gol di Vlahovic , male Chiesa e Milenkovic .

Fiorentina-Inter

Fiorentina-Inter 1-1 , un gran gol di Vlahovic in pieno recupero . Dragowski , Se la Fiorentina resta in partita fino alla fine è gran parte merito suo.

La perla di Vlahovic evita la quinta sconfitta consecutiva in pieno recupero. La Fiorentina ferma la capolista Inter, e alla fine il punto conquistato cancella in parte un’altra prestazione fatta di tanta confusione e poche idee. Il gol di Borja Valero (in grande spolvero) arriva con Badelj momentaneamente fuori per un acciacco e Boateng che scala e legge male l’azione, ma sono evidenti le responsabilità di Milenkovic. Fa pochissimo Chiesa davanti, mentre Dragowski salva con due miracoli la porta viola. Eroico a restare in campo dopo lo scontro con Lautaro, così come determinante il rientro di capitan Pezzella.