La Fiorentina e Basta News . Tutte le news sulla Fiorentina

La Fiorentina e Basta

Tutte le notizie e gli aggiornamenti sulla Fiorentina. Seguiteci su La Fiorentina e Basta

La Fiorentina e Basta news

  • Zeman : Appena mi sono rimesso al 100% voglio tornare ad allenare
    Zeman

    Zeman ospite al convegno a Pescara

    Zeman , voglio tornare ad allenare appena mi sono rimesso

    C’erano oltre 130 cardiologi e cardiochirurghi provenienti da tutta Europa al convegno organizzato dal gruppo Synergo all’Hotel Esplanade di Pescara per discussioni scientifiche di alto livello. Il Presidente del Congresso era Stefano Guarracini, primario Unità Operativa di cardiologia della Casa di Cura Pierangeli e colui che ha in cura Zeman sin dalla lieve ischemia transitoria accusata al campo di allenamento di Silvi Marina il 13 dicembre del 2023. Il prof. Guarracini il 19 febbraio, insieme ai colleghi della Vascolare, dottori Salute e D’Orazio, aveva poi tenuto sotto i ferri il tecnico, proibendogli poi di fumare.

    Zeman pronto a tornare in sella

    Per Zeman non sono mancate le richieste di foto e autografi. Il boemo, disponibile con tutti, è apparso in ottima salute e non ha perso la voglia di scherzare. L’ex tecnico di Foggia, Salernitana, Roma e Lazio, parlando a Tv8 ha rivelato: “Sto meglio, non sto bene ma sto meglio, a Pescara poi sto bene, sono sempre stato bene, piano piano voglio tornare a fare quello che amo fare, ossia allenare. Prima però mi devo rimettere al 100%, se sono a metà non va bene”.

  • Salerno impazzisce per Roby Baggio . A 20 anni dal suo addio al calcio
    Baggio

    Operazione Nostalgia , il ritorno di Roberto Baggio in campo a Salerno dopo i 20 anni dal suo addio al calcio

    Salerno impazzisce per Roby Baggio. A 20 anni dal suo addio al calcio, l’ex campione resta un idolo non solo per quelli che lo hanno visto giocare ma anche per quanti lo hanno conosciuto solo dalla tv o dai libri. Persino l’arbitro della partita, Luca D’Urso, non resiste alla tentazione del selfie col Divin Codino prima del match. Operazione Nostalgia riporta in campo il talento di Caldogno, anche se solo per un saluto ai tifosi, che si trasforma in un’ovazione quando viene chiamato dallo speaker.

    Pasillo de honor da parte di tutti gli altri protagonisti. In sottofondo “Marmellata #25” di Cesare Cremonini. Lui, Roby Baggio, ha ovviamente la maglia numero 10 sulle spalle ed è emozionato. La gente scandisce il suo nome, sono tutti in piedi. Come se il tempo non fosse passato. Perché per i campioni, per le leggende, il tempo non passa mai. Nei distinti uno striscione: “I rigori li sbaglia solo chi ha il coraggio di tirarli. Roby, Salerno ti ama”.

    Allora ci arrabbiammo tutti, poi lo abbiamo perdonato e forse amato ancora di più per quel rigore sbagliato ai Mondiali americani del 1994 nella finale contro il Brasile. Baggio ringrazia tutti, non si aspettava forse questo abbraccio così intenso. All’Arechi oltre 20mila persone per l’evento che ha riunito 40 stelle del calcio italiano e internazionale, che hanno segnato nella loro carriera oltre 1.500 gol, collezionato 5.000 presenze in A e vinto 100 trofei.

  • Torreira : Non volevo andarmene da Firenze. Sono stato costretto
    Torreira

    L’ex calciatore della Fiorentina Lucas Torreira ha cosi dichiarato : Non volevo andarmene, ma sono stato costretto

    Firenze è la città che più mi è piaciuta e la Fiorentina un club che mi è rimasto dentro il cuore. Ci ho giocato solo un anno, ma ho tantissimo affetto per quella realtà. Ho pianto quando sono dovuto andar via, mi è capitato raramente. Sono stato costretto da fattori che non potevo controllare. Non volevo andarmene, amo la città. Ho sofferto molto. Non esser stato chiamato da Biella in Nazionale mi ha deluso. Non ci ho mai parlato da quando è c.t.

    Ho rinnovato col Galasaray fino al 2028 e sarà il mio ultimo club europeo. Il mio sogno è tornare in Sudamerica per raggiungere il mio amico Cavani al Boca Junior. Ho ciò parlato col presidente Riquelme”.

  • Sarri : ” Deluso perché società come la Fiorentina non mi hanno cercato “
    Sarri

    Le parole di Maurizio Sarri durante un ‘intervista : Sono deluso del fatto che una società come la Fiorentina non mi abbiano cercato

    E’ chiaro che questo è un punto su cui ci dobbiamo interrogare. Non vi nascondo che un paio di società che non mi hanno cercato mi hanno fatto rimanere un po’ deluso, secondo me un paio di situazioni… Non dico che mi dovevano prendere perché quelle sono scelte che deve fare una società. Però almeno ascoltarmi un quarto d’ora penso fosse dovuto… E’ un qualcosa su cui non posso influire, o meglio posso influire se riesco a capire il perché. Milan e Fiorentina? Non faccio nomi, ma sono due realtà che erano adatte a me..

  • Il saluto di Italiano : ” Grazie Firenze . Grazie Fiorentina “
    Italiano

    Niente addii lunghi affidati al proprio profilo social, ma un breve e conciso messaggio tramite gli organi di stampa ( fonte : Violanews )

    Il triennio targato Vincenzo Italiano è finito ufficialmente qualche giorno fa. Ma soltanto in questi minuti è arrivato il breve e conciso saluto alla piazza di Firenze e alla Fiorentina. Infatti il tecnico viola non ha comunicato attraverso i sui profili social, ma ha voluto far passare il messaggio tramite gli organi di stampa. Il messaggio recita quattro semplici parole: “Grazie Firenze. Grazie Fiorentina”

    Il saluto di Italiano dopo 3 anni: “Grazie Firenze. Grazie Fiorentina” - immagine 1
  • Gasperini : Quello che hanno fatto i tifosi viola è stato penoso
    Gasperini
    L’allenatore dell’Atalanta Gian Piero Gasperini

    Il tecnico dell’Atalanta Gian Piero Gasperini non manda giù un fatto accaduto quest’oggi a Bergamo e lo dice senza mezzi termini in sala stampa:

    Vogliamo dare continuità, siamo felici di cosa significa per tutto l’ambiente la nostra realtà. Andando a giocare all’estero abbiamo imparato molto, sotto tanti punti di vista. A Liverpool, ad esempio, dopo la nostra vittoria ci hanno applaudito. Oggi no, quello che han fatto i tifosi viola è stato penoso (in occasione dell’infortunio di Scalvini, ndr). In Italia c’è la cultura dell’insulto, è incredibile. Va bene la battaglia sportiva, ma tutto il resto… Sarebbe bello che anche qui cambiasse il modo di vivere la rivalità.

  • Italiano : ” Me ne vado perché non sono riuscito ad andare oltre …”
    Italiano

    Le dichiarazioni del tecnico della Fiorentina Vincenzo Italiano dopo la vittoria contro l’Atalanta ( fonte : Violanews )

    Speravo di chiudere questa esperienza in altro modo, portando e regalando un trofeo a Firenze, me ne vado da persona diversa rispetto a quando sono arrivato. Sono stati tre anni splendidi, peccato per le finali, dispiace solo per quello, qui lascio dei rapporti fantastici. Perché me ne vado?

    Quando non si riesce ad andare oltre ad un certo livello, la gente ti chiede sempre di più ed è giusto lasciare spazio a nuove idee e nuove persone che possano far crescere ulteriormente questo gruppo. Ci siamo posti degli obiettivi, tornare in Europa e correre forte in tutte le manifestazioni, credo che ci siamo riusciti. Siamo cresciuti tutti in modo esponenziale, dai calciatori alla società passando dal sottoscritto e dallo staff.

    ed alcune di queste me lo hanno fatto capire, altre mi hanno fatto male ma sono cresciuto. Gasperini mi ha detto che il nostro percorso, le finali raggiunte ed arrivare sempre in fondo a tutto, resterà nella storia viola anche senza un trofeo vinto. Da domani inizierò a programmare il mio futuro, come farà il direttore Pradè con grande amore e passione per questa maglia.

  • Dodo’ su Instagram : Chiedo scusa a tutti i nostri tifosi che sono sempre al nostro fianco
    Dodo'

    Il calciatore della Fiorentina Dodo’ si è voluto scusare sul suo profilo Instagram per la finale persa in Conference league

    Con un messaggio sulla propria pagina Instagram, Dodò ha mandato un messaggio ai tifosi della Fiorentina. Le sue parole dopo la sconfitta in finale di Conference League: “Non so cosa dire, mi fa troppo male, ancora una volta un’occasione per portare una gioia maggiore a Firenze, e non ci siamo riusciti. Mi fa male, perché lo meritavamo tutti tanto, chiedo scusa a tutti voi tifosi, che sono sempre al nostro fianco in ogni momento. Ci assumiamo tutte le responsabilità, e che non commetteremo errori ancora in futuro, nelle prossime battaglie, grazie Firenze, grazie dal profondo del mio cuore”.

  • Nico Gonzalez non è più incedibile . Commisso pronto ad ascoltare nuove offerte
    Nico Gonzalez

    L’argentino della Fiorentina Nico Gonzalez non è più incedibile . Se arrivassero nuove offerte interessanti da altri club il patron viola Rocco Commisso sarà pronto ad ascoltare

    Dopo Atene arriva la resa dei conti per tutti, hanno sentenziato i tifosi. Sui social, Gonzalez è stato preso da molti come simbolo di cosa non è andato, dello scarso furore messo in campo con l’Olympiacos. E così il paradosso è che, al termine della sua miglior stagione realizzativa della carriera (15 reti, “mal distribuite” a dir la verità se si pensa che l’argentino era in doppia cifra già a novembre, prima dell’infortunio ai flessori), con una Copa America da giocare da protagonista a fianco di Messi e Lautaro, per alcuni è diventato lui il problema.

    Il vento è cambiato anche intorno all’argentino e lo stesso Commisso, che fino a poco tempo fa aveva bollato tutte le richieste per il proprio dieci senza neanche mettersi al tavolo, quest’estate, in caso ancora una volta bussassero club di Premier con cifre simili a quelle rifiutate negli ultimi ventiquattro mesi (l’ultima del Brentford, 40 milioni ad agosto), il patron della Fiorentina si metterà quanto meno ad ascoltarle. E lo stesso Nico, in scadenza al 2028 ma ormai lontano dall’essere l’idolo della torcida viola, potrebbe decidere di far le valigie senza grossi drammi.

    (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});
  • Bonucci : ” Il mio sogno ? Vincere la Champions da tecnico della Juve “
    Bonucci

    Le parole dell’ex calciatore della Juventus Leonardo Bonucci : Sogno la Champions da tecnico della Juve

    Dopo aver detto addio al calcio giocato, Leonardo Bonucci si prepara a iniziare un nuovo capitolo della sua vita e in un’intervista a la Gazzetta dello Sport si è confidato a 360° riavvolgendo il nastro dei ricordi, parlando di futuro e togliendosi anche qualche sassolino dalle scarpe. “Ho fatto una carriera bella da antipatico, però non ho mai messo una maschera – ha raccontato l’ex centrale bianconero -. Sono sempre stato me stesso e, quando ho sbagliato, ho pagato le conseguenze“. “Sogno la Champions da tecnico Juve – ha aggiunto -. Non rifarei la lite con Allegri in Juve-Palermo. Se incontrassi Max al bar lo saluterei, ma non lo chiamerei io per un caffè

/ 5
Grazie per aver votato!