Tag Archives: Fiorentina

Pradè : ” Vlahovic ? Non possiamo perderlo a parametro zero “

pradè
Il direttore sportivo Daniele Pradè

Il direttore sportivo della Fiorentina Daniele Pradè ha parlato del giocatore viola Dusan Vlahovic :

Abbiamo ricevuto offerte importanti a gennaio. Le abbiamo valutate e sono state offerte molto sostanziose ma non abbiamo mai avuto riscontri dall’agente del giocatore. Da parte nostra c’è sempre stata grande trasparenza. Tutte le nostre porte sono aperte. Vogliamo capire quello che vogliono gli agenti e il giocatore. 

Siamo aperti anche a rimetterci seduti visto che abbiamo fatto proposte importanti di rinnovo. Abbiamo offerte per poterlo vendere. Una società come la Fiorentina che fattura 75 milioni all’anno non può permettersi di perdere Vlahovic a parametro zero. Dobbiamo capire bene cosa vogliono. Le nostre porte sono aperte a tutto“.

Vlahovic pronto a salutare la Fiorentina , accordo con la Juventus .

Vlahovic
Dusan Vlahovic

Dusan Vlahovic , accordo in dirittura d’arrivo fra la Fiorentina e la Juventus . un’affare da oltre 60 milioni di euro più bonus. ( fonte : La Nazione )

Dusan Vlahovic è pronto a salutare la Fiorentina. Accordo in dirittura d’arrivo fra il club di Rocco Commisso e la Juventus. L’intervista rilasciata in serata da Daniele Pradè a Sportitalia aveva di fatto segnato un’accelerata sul sentiero dell’addio a Firenze dell’attaccante serbo: “Siamo pronti a cedere Vlahovic già a gennaio. Le porte sono aperte” aveva dichiarato il direttore sportivo viola. 

Al calciatore un contratto quinquennale da 7 milioni netti. Sono attese novità e possibili incontri già nella giornata di oggi, al massimo mercoledì. Sulla scena ora è atteso l’arrivo del manager di Vlahovic, Ristic, rimasto in silenzio con tutti nelle ultime settimane e ora pronto a sbloccare definitivamente un affare con la Juventus che, guardandolo dalla sponda Vlahovic, a questo punto era ormai stato pianificato da settimane, se non da mesi.

Cagliari-Fiorentina 1-1 , Terracciano para il rigore a Joao Pedro .

cagliari fiorentina
Il pareggio della Fiorentina con Riccardo Sottil

Cagliari-Fiorentina finisce 1-1 : Terracciano deciso con il rigore parato a Joao Pedro. Milenkovic tiene su la difesa . ( fonte : La Nazione )

erzo pareggio stagionale della Fiorentina che impatta in Sardegna. Fiorentina-Cagliari finisce 1-1: gol di Joao Pedro e pareggio di Sottil. Due errori su rigore: nel primo tempo Biraghi, nella ripresa Joao Pedro. Per come si era messa la partita dopo l’espulsione di Odriozola, punto prezioso per la squadra di Italiano. I migliori in casa Fiorentina sono Terracciano e Sottil. Male Odriozola e Biraghi. Queste le pagelle di Cagliari-Fiorentina.

Le pagelle della partita

Terracciano decisivo con il rigore parato
Terracciano decisivo con il rigore parato

Cagliari, 24 gennaio 2022 – Terzo pareggio stagionale della Fiorentina che impatta in Sardegna. Fiorentina-Cagliari finisce 1-1: gol di Joao Pedro e pareggio di Sottil. Due errori su rigore: nel primo tempo Biraghi, nella ripresa Joao Pedro. Per come si era messa la partita dopo l’espulsione di Odriozola, punto prezioso per la squadra di Italiano. I migliori in casa Fiorentina sono Terracciano e Sottil. Male Odriozola e Biraghi. Queste le pagelle di Cagliari-Fiorentina.

Pagelle Fiorentina

Terracciano 7 Salvato dal palo nel primo tempo, incerto nell’uscita sul gol di Joao Pedro, riscatta tutto grazie al rigore parato all’attaccante brasiliano che tiene viva la Fiorentina e le consente di non perdere.

Odriozola 4,5 Inizia benissimo procurando il rigore che Biraghi si fa parare, poi però di buono non combina molto altro. Ripresa anonima, culminata la disattenzione in marcatura su Joao Pedro, il fallo di mano e l’espulsione. Passo indietro.

Milenkovic 6,5 Tosto e combattivo, è il migliore della retroguardia viola. Un paio di sbandate, ma se la difesa sta su gran parte del merito è sua.

Biraghi 4,5 L’errore dagli undici metri che poteva spianare la strada verso la vittoria incide sul voto di una prestazione di poca qualità e quantità.

Bonaventura 6 Spreca una buona occasione appena dopo l’avvio di gara. In una gara fisica e da corpo a corpo si difende come può. Prezioso per l’equilibrio tattico quando i viola rimangono in dieci.

Torreira 6 Pressato da Pereiro, emerge meno del solito in fase di palleggio, ma il suo contributo c’è sempre in quanto ad agonismo e dinamismo.

Castrovilli 5,5 Mancano gli inserimenti e la qualità del vecchio Castro. Si vede poco. Esce all’intervallo per un problema muscolare. Dal 1′ st Maleh 6 Chiamato a dare dinamismo e inserimenti, questa volta si sente meno in un contesto più da battaglia e sporco.

Gonzalez 6,5 Scattante e sgusciante, è indigesto alla difesa del Cagliari con dribbling e accelerazioni. Sulla finalizzazione e il tiro c’è da lavorare.

Pjatek 5,5 Un colpo di testa alto, un buon assista per Bonaventura, non molto altro in una giornata vissuta quasi sempre con le spalle alla porta. Esce dopo il rosso a Odriozola. Dal 23′ st Venuti 6 Entrata convincente. Si piazza a destra e regala sicurezza alla difesa.

Iscriviti alla nostre Newsletter

Cagliari-Fiorentina , senza Vlahovic , Saponara e Martinez Quarta .

Cagliari-Fiorentina
Dusan Vlahovic e Riccardo Saponara

Cagliari-Fiorentina , mister Italiano dovrà fare a meno di Dusan Vlahovic , Riccardo Saponara e Martinez Quarta . Tra i pali ci sarà Terracciano . ( fonte : Fiorentina.it )

Non ci saranno Vlahovic, Saponara e Martinez Quarta, tre titolari per la Fiorentina che oggi sarà impegnata a Cagliari. Vigilia ‘movimentata’ in casa viola, con mister Italiano chiamato a cambiare qualcosa soprattutto in attacco.

CONFERMA. In porta, invece, dovrebbe partire titolare ancora Terracciano: “Chi sta bene gioca, chi se lo merita gioca”, ha detto Italiano. Quindi avanti come col Genoa, con Dragowski verso la panchina. Anche in difesa si va verso la conferma del pacchetto che ha gestito molto bene i rossoblu, con Milenkovic-Igor centrali e Odriozola e Biraghi sulle fasce (3 gol in due per i terzini viola lunedì scorso).

A centrocampo iniziano i dubbi. Pochi, in realtà, per Bonaventura e Torreira, molti invece sulla terza maglia. Potrebbe spuntarla Duncan nei confronti di Maleh e Castrovilli, ma c’è grande incertezza.

Terracciano, Odriozola, Milenkovic, Igor, Biraghi, Bonaventura, Torreira, Duncan, Callejon, Piatek, Gonzalez.

Roberto Baggio sarà ospite questa sera a ” C’è posta per te ” ( video )

Roberto Baggio
L’ex calciatore della Fiorentina Roberto Baggio

L’ex calciatore di Fiorentina , Juventus , Milan e Brescia sarà come ospite questa sera alla trasmissione di Maria De Filippi ” C’è posta per te “

Sabato, alle 21.30, su Canale 5, nel terzo appuntamento stagionale di «C’è posta per te», storico programma condotto da Maria De Filippi, è atteso come ospite Roberto Baggio, ex stella del Brescia (oltre che di Juventus, Milan e Inter, Vicenza Fiorentina e Bologna, nonché della Nazionale). In puntata, anche l’attore Luca Argentero.

I nostri articoli su Roberto Baggio :

Vlahovic : L’Arsenal offre 65 milioni , ma aspetta una risposta .

vlahovic
L’attaccante della Fiorentina Dusan Vlahovic

L’arsenal offre alla Fiorentina 65 milioni più bonus per l’attaccante viola Dusan Vlahovic , ma ancora aspetta una risposta da Commisso .

 l’Arsenal, da tempo in contatto con la Fiorentina, ha offerto 65 milioni di euro più bonus al presidente Commisso per Vlahovic. Pronto anche un quinquennale da oltre 10 milioni di euro a stagione, ma il calciatore riflette, avendo l’obiettivo di andare a giocare in un top club in grado ogni anno di giocare e giocarsi la Champions League. L’Arsenal aspetterà ancora per qualche giorno la risposta prima di andare su altri profili.

Fiorentina-Genoa 6-0 , la doppietta di Biraghi su punizione .

biraghi
Il difensore della Fiorentina Cristiano Biraghi

Fiorentina-Genoa 6-0 , la doppietta di Biraghi su punizione . Dusan segna su pallonetto, ma la copertina è per la doppietta su punizione del laterale

La Fiorentina si abbatte sul Genoa travolgendolo con sei reti e rilanciandosi in zona europea, dando seguito al bel successo in Coppa Italia con il Napoli. Niente da fare per Konko e la sua squadra parsa impotente fin dai primi minuti contro una formazione in questo momento troppo più forte .

A parte un’invenzione di Portanova che sfiora il vantaggio da metà campo (palla alta), c’è solo la Fiorentina. Vlahovic sbaglia con un cucchiaio maldestro un rigore procurato da Saponara e non visto da Maresca (Chiffi al Var rimedia): reattivo Sirigu a parare da terra. Poco dopo però, l’incursione del serbo porta proprio Sirigu alla respinta sui piedi di Odriozola che segna il primo gol in viola .

 Il Genoa non ha la forza di reagire, la Fiorentina crea palle gol in continuazione. Maleh (rovesciata), Saponara e Vlahovic sfiorano un raddoppio che arriva al 35’ grazie al cross di Biraghi scaraventato in porta in due tempi da Bonaventura. Prima dell’intervallo una punizione gioiello di capitan Biraghi chiude virtualmente il match certificando un divario parso abissale.

Secondo Tempo :

Nella ripresa Vlahovic entra in campo per primo e chiede scusa al pubblico per il cucchiaio sbagliato. Prendendo applausi. Konko cambia tre uomini inserendo Melegoni, Bani ed Ekuban per Portanova, Calafiori e Sturaro. Il risultato è lo stesso ed a passare è ancora la Fiorentina proprio con Vlahovic che mette giù da campione un lancio di Bonaventura saltando poi Sirigu in pallonetto .

Gol pazzesco di un centravanti pazzesco. E settimo centro consecutivo in campionato al Franchi (come Gilardino nel 2008). Prima della fine altra perla su punizione di Biraghi ed assist di Ikonè per il gol di testa facile facile di Torreira, autore di una prestazione superba. La Fiorentina si è divertita ed ha divertito. Buio pesto invece per il Genoa. Per recuperare posizioni in classifica servirà molto altro.

Barone : ” Vlahovic , se vuole restare lo deve dire e firmare “

barone
L’attaccante serbo Dusan Vlahovic

Le parole di Joe Barone prima della partita di Coppa Italia contro il Napoli : se vuole rimanere a Firenze lo deve dire e firmare, altrimenti dica cosa vuole fare. ( fonte : Fiorentina.it )

Parla cosi Joe Barone prima della partita contro il Napoli : Due giorni fa ho parlato con Dusan chiedendogli che cosa ha intenzione di fare: se vuole rimanere a Firenze lo deve dire e firmare, altrimenti dica cosa vuole fare. Una società non può essere scacco di un giocatore, ma lui non sembra disposto a parlare,

 “Siamo seriamente intenzionati a valutare tutto, al momento non è arrivato niente ma se arriva valuteremo anche quella dell’Arsenal“, l’apertura di Barone. Il cub londinese sarebbe pronto a un maxi investimento da 80 milioni ma per ora ha trovato un muro abbastanza alto nelle richieste dell’agente, oltre i 10 milioni di euro.

Vlahovic vorrebbe restare fino a giugno però i concetti di qualche settimana fa (“Voglio portare la Fiorentina in Europa, deve tornare i vertici del calcio italiano”) si scontrano con una situazione interna che mette costantemente pressione sul serbo. Le prossime due settimane, apparentemente tranquille sul fronte mercato, possono aprire scenari clamorosi. La Fiorentina lavora da tempo su diversi piani B: oltre a Piatek, arrivato come vice-Vlahovic, il taccuino registra diversi nomi, con il sogno Julian Alvarez.

Margiotta Nervi : ” Quello che dice Commisso è un offesa a Firenze “

Mrgiotta Nervi
Il patron della Fiorentina Rocco Commisso

Margiotta Nervi : “Quello che dice Commisso è un’offesa a Firenze che lo ha accolto, alla sua storia, alla squadra”

La risposta della Fondazione Nervi : “Orripilante. Siamo allibiti, sconcertati e indignati dalle parole di Commisso”.

 Furono loro ad organizzare la mobilitazione degli archistar contro l’abbattimento dello stadio quando Commisso evocava le ruspe.

RISPOSTA. “E’ la cosa più schifosa che sia stata inventata”, ha detto Commisso nell’intervista uscita ieri. “Certamente questa uscita la dice lunga sul personaggio di Commisso, che si conferma quel che è con questa esternazione. Troviamo grave che non ci sia stato alcun tipo di scusa, nè da parte di Commisso nè da parte della Fiorentina. Vediamo se ci sono gli estremi per una querela per la portata della frase incriminata e anche di tutto ciò che ha detto”, tuona Margiotta Nervi.

Mi meraviglio che la città non prenda posizione, quello che dice Commisso è un’offesa a Firenze che lo ha accolto, alla sua storia, alla squadra e ad un monumento riconosciuto dell’architettura moderna come lo stadio Franchi

Fiorentina : Errori di Quarta e Igor , ma è tutta la squadra a deludere .

italiano , Venezia-Fiorentina
L’allenatore della Fiorentina Vincenzo Italiano

Pesante sconfitta della Fiorentina contro il Torino , ci sono stati molti errori e poco voglia da parte di tutta la squadra .

Terracciano: 5,5. Non ha particolari colpe, ma prende quattro gol e non può certo arrivare alla sufficienza

Odriozola: 5. In avanti la bellissima giocata per Vlahovic a metà primo tempo resta un lampo pressoché isolato, in difesa fa crossare troppo facilmente Vojvoda sul vantaggio del Torino.

Milenkovic: 5. Soffre come i compagni le avanzate granata, anche se non commette errori marchiani come gli altri

Martinez Quarta: 4,5. Subito ammonito quando mette giù Singo che gli aveva preso il tempo in velocità, spazza male nell’azione del vantaggio del Toro

Biraghi: 5. Si vede poco in avanti, prova due tiri ma vengono rimpallati. Non posizionato bene sul gol di Singo, va a raddoppiare sull’uomo di Quarta invece di coprire la fascia.

Bonaventura: 5. Fa davvero tanta fatica, moltissimi errori e poche cose buone nella sua partita.

Torreira: 5,5. Mette qualcosa in più dei compagni nel primo tempo, nella ripresa però non alza i giri nella complessiva difficoltà della squadra.

Gonzalez: 5,5. Davanti è l’unico a provarci. Nel primo tempo martoriato di falli dagli avversari, impegna Gemello con un tiro-cross su cui comunque poteva far meglio. Nella ripresa un tiro che termina fuori non di molto, poi un colpo di testa interessante. Nel mezzo però fa arrabbiare Italiano per quella ‘trivela’ inutile dopo una buona giocata.

Italiano : ” Non mi spiego questa prestazione , ma dobbiamo ripartire “

italiano
Torino-Fiorentina

Le parole del tecnico della Fiorentina Vincenzo Italiano dopo la pesante sconfitta contro il Torino : ( fonte : Fiorentina.it )

Vincenzo Italiano a DAZN: “Non mi spiego questa prestazione. Non avevamo mai fatto vedere un qualcosa del genere dal punto di vista della voglia, dell’attenzione, soprattutto dal punto di vista degli approcci. Ci può stare nell’arco di un campionato una partita così. Ci fa tornare con i piedi per terra e mi auguro di vedere un’altra Fiorentina tra pochi giorni quando torneremo in campo“.

Non mi aspettavo una partita del genere da parte nostra, anche per come ci siamo allenati in questi giorni. Non riesco a spiegare il primo tempo fatto in questo modo. Rimbocchiamoci le maniche e ripartiamo. Mi auguro che sia solo un incidente. Non si può in Serie A affrontare partite così, perché così si perde“.

Torino-Fiorentina , dove e come vedere la partita di stasera .

Torino-Fiorentina
Torino-Fiorentina , lunedi 10 gennaio ore 17

 Torino-Fiorentina è una partita valevole per la 21a giornata del campionato di calcio di Serie A 2021-22.

Adesso parliamo del match tra Torino e Fiorentina. Torino-Fiorentina è una partita valevole per la 21a giornata del campionato di calcio di Serie A 2021-22. Il match vede di fronte il Torino che attualmente si trova al 13° posto in classifica con 25 punti e la Fiorentina che invece è al 6° posto in classifica con 32 punti.

Il Torino ha ottenuto finora 7 vittorie, 4 pareggi e 8 sconfitte, ha segnato complessivamente 23 gol e ne ha subiti 19. Il giocatore che ha segnato più gol è Tommaso Pobega con 4 reti.
La Fiorentina ha ottenuto finora 10 vittorie, 2 pareggi e 7 sconfitte, ha segnato complessivamente 34 gol e ne ha subiti 25. Il giocatore che ha segnato più gol è Dusan Vlahovic con 16 reti.

Torino-Fiorentina si gioca allo stadio Olimpico Grande Torino di Torino; arbitro di Torino – Fiorentina è il signor Livio Marinelli coadiuvato dagli assistenti Michele Lombardi e Christian Rossi. Al VAR ci sarà invece Lorenzo Maggioni. Nella stagione 2021/22 l’arbitro Livio Marinelli ha diretto 6 incontri concedendo 2 rigori; ha assegnato 27 cartellini gialli e nessun cartellino rosso.

Torino-Fiorentina è trasmessa in diretta da Dazn, a partire dalle ore 17:00 del giorno 10-01-2022. Per vedere la partita occorre prima di tutto sottoscrivere un contratto con Dazn. Poi basterà scaricare la app apposita o raggiungere il sito di Dazn.

Torino-Fiorentina , la probabile formazione di Italiano .

italiano , Venezia-Fiorentina
L’allenatore della Fiorentina Vincenzo Italiano

La probabile formazione di Italiano per la gara di stasera tra Torino-Fiorentina . ( fonte : Fiorentina.it )

La Fiorentina torna in campo per la prima volta nel 2022 e lo fa in casa del Torino. Italiano deve fare a meno di SottilSaponara e il neo arrivato Piatek, per il resto avrà tutto il gruppo a disposizione. Tra i pali, nonostante il rientro di Dragowski, dovrebbe esserci ancora Terracciano, in difesa Odriozola e Biraghi affiancheranno la coppia di difensori centrali titolare.

A centrocampo Duncan parte in vantaggio su Castrovilli e Maleh, con Torreira e Bonaventura inamovibili. Qualche dubbio sugli esterni d’attacco: c’è molta curiosità attorno a Ikoné, ma per il momento dovrebbe partire dalla panchina. Al suo posto Callejon, insieme a Gonzalez e Vlahovic certi di una maglia.

FIORENTINA (4-3-3): Terracciano; Odriozola, Milenkovic, Martinez Quarta, Biraghi; Bonaventura, Torreira, Duncan; Callejon, Vlahovic, Gonzalez. All: Italiano.

Davide Astori , Tanti auguri al capitano della Fiorentina . ( Foto )

Davide Astori
Il capitano della Fiorentina Davide Astori

Oggi 7 gennaio l’ex capitano della Fiorentina Davide Astori , scomparso il 4 marzo del 2018 , avrebbe compiuto 35 anni . Buon compleanno Capitano .

Il capitano della Fiorentina Davide Astori , oggi 7 gennaio avrebbe compiuto 35 anni . Noi insiaeme a tutti i tifosi viola gli facciamo gli auguri di buon compleanno . Tanti auguri Davide

Davide Astori capitano della Fiorentina
Davide Astori il capitano della Fiorentina

Nativo di San Giovanni Bianco e cresciuto a San Pellegrino Terme, inizia a giocare nel Ponte San Pietro, squadra satellite del Milan: viene integrato nella primavera milanista fino alla stagione 2005-2006. Nel 2006-2007 viene ceduto in prestito al Pizzighettone,in Serie C1, dove scende in campo 27 volte e segnando la sua prima rete tra i professionisti. Tornato al Milan, nella stagione 2007-08 passa, sempre in prestito, alla Cremonese in Serie C1: la squadra punta decisamente alla promozione in Serie B, ma fallisce l’obiettivo perdendo la finale dei play-off contro il Cittadella. Astori colleziona tra campionato e play-off 33 presenze .

Arrivo nella Fiorentina nel 2015

Dopo essere rientrato al Cagliari dal prestito alla Roma, il 4 agosto 2015 viene ufficializzato il suo passaggio alla Fiorentina in prestito oneroso per 1 milione di euro (con obbligo di riscatto fino a 4 milioni), più un milione di bonus. Con i viola firma un contratto quadriennale. Esordisce in maglia viola il 23 agosto nella partita di campionato Fiorentina-Milan (2-0), entrando al 59′ al posto di Facundo Roncaglia. Si impone subito titolare della formazione gigliata. A fine stagione la Fiorentina lo riscatta dal Cagliari per 5 milioni. Il 26 ottobre 2016 segna il suo primo gol in maglia viola nella partita di campionato Fiorentina-Crotone, finita 1 -1.

Nella stagione 2017-2018, in seguito all’addio di Gonzalo Javier Rodríguez, viene nominato capitano. Segna il suo ultimo gol il 10 settembre 2017 nella gara vinta dalla Fiorentina per 5-0 allo stadio Bentegodi contro il Verona, mentre gioca l’ultima partita il 25 febbraio 2018 in Fiorentina-Chievo 1-0.

Altri articoli simili

Astori , il 7 gennaio Davide avrebbe compiuto 35 anni . ( fotogallery )

astori
Davide Astori , il capitano della Fiorentina scomparso il 4 marzo del 2018

Il 7 gennaio il capitano della Fiorentina Davide Astori avrebbe compiuto 35 anni . Tanti auguri capitano , ovunque tu sia .

Davide Astori oggi avrebbe compiuto 35 anni. Era il 4 marzo 2018 quando, durante un ritiro con la Fiorentina a Udine, fu colto da un malore improvviso e fatale. Il capitano fu trovato senza vita nella sua camera d’hotel.

Da quel giorno sono stati molti i ricordi a lui dedicati sia da parte della Fiorentina sia dai tifosi, tra cui striscioni allo stadio Franchi e post su Facebook.

Avrebbe compiuto oggi 35 anni, Davide e il mondo del calcio ha voluto ricordarlo nel giorno del suo compleanno. Su tutti la Fiorentina, con un messaggio su tutti i suoi profili social, a conferma del legame fortissimo con il suo capitano, scomparso il 4 marzo del 2018:

“Il 7 gennaio di 35 anni fa nasceva Davide : #DA13 per sempre con noi”, ha scritto il club viola, seguito da tutti gli altri club in cui ha giocato, lasciando ovunque un bellissimo ricordo: il Milan, la Roma, il Cagliari .Astori grazie di tutto capitano , sempre nei nostri cuori .( video )
 

Piatek è il nuovo giocatore viola , sarà lui il vice Vlaovic .

Piatek
Piatek il nuovo giocatore della Fiorentina

Piatek , l ‘attaccante polacco è di fatto un nuovo giocatore della Fiorentina. Sarà lui il vice Vlahovic nella seconda metà del campionato . ( fonte : Fiorentina.it )

Trattativa lampo, che la Fiorentina in questi minuti sta concludendo. Krzysztof Piatek è il calciatore che completerà l’attacco viola: arriva dall’Hertha Berlino. Seguito tanto, da Daniele Pradè, anche per la scorsa stagione. Oggi si compie il lungo inseguimento, un po’ come successe con Torreira pochi mesi fa .

Piatek sarà il vice Vlahovic, l’attaccante che chiedeva Vincenzo Italiano. La formula dell’operazione è chiara: prestito con diritto di riscatto fissato a 15 milioni di euro. Il blitz di Pradè ha letteralmente bruciato il Genoa, che era interessato fortemente al polacco ed ha fatto di tutto per convincerlo. Domani l’attaccante sarà a Firenze per sostenere le visite mediche, riporta Gianluca Di Marzio.

Barone : “Vlahovic ? La trattativa va avanti da oltre un anno “

barone
Il direttore generale della Fiorentina Joe Barone

Il Dg della Fiorentina Joe Barone ha cosi parlato in conferenza stampa :

Parla così il dg Joe Barone in collegamento dopo la conferenza di presentazione di Ikoné: “Vorrei fare intanto un augurio di tanta salute a tutti, speriamo in grandissimi successi per la nostra amata Fiorentina. 

Su Vlahovic :

Per quanto ci ha detto l’agente non ci sono state aperture o scenari diversi nelle ultime settimane, è una trattativa che va avanti da quasi un anno, l’abbiamo sempre fatta io e Pradè, durante l’ultima presenza di Commisso c’è stato a fine novembre anche un incontro tra Rocco e Ristic, dove gli importi richiesti sono stati quasi raddoppiati rispetto alla nostra proposta. Con una totale mancanza di rispetto verso la società e verso soprattutto Commisso.

 Noi abbiamo aumentato continuamente le nostre offerte, ma loro hanno aumentato drasticamente le loro richieste, sull’ingaggio e soprattutto sulle commissioni dell’agente”.

Vlahovic : ” Qui a Firenze si sta facendo una bella storia di calcio “

vlahovic
L’attaccante della Fiorentina Dusan Vlahovic

Dusan Vlahovic durante un’intervista , queste le sue parole : ( fonte : Fiorentina.it )

Il giocatore della Fiorentina Dusan Vlahovic risponde cosi durante un’intervista :

 “L’ho affermato più volte finora. Qui a Firenze si sta facendo una bella storia di calcio. Abbiamo una buona squadra, grandi calciatori, un grande sostegno da parte dei tifosi. Tutto merita rispetto. Solo Dio sa cosa accadrà nel prossimo futuro. Il mio desiderio è quello di portare la Fiorentina in Europa, perché non ci giochiamo da molto tempo. Non so cosa succederà più avanti. Vedremo”.

Rocco Commisso è soprattutto un uomo serio e un grande presidente, che sa quello che vuole in ogni momento. È molto ambizioso quando si tratta di tutto. Ovviamente non ho nulla contro la sua volontà, perché fa tutto parte del lavoro. Non mi ritiro mai, non è nel mio carattere. Inseguo gli standard più elevati in tutto. Si può trovare un compromesso con il presidente? Mai dire mai. Ma attualmente sono concentrato su nuove vittorie“.

Vlahovic : ” Voglio riportare la Fiorentina in Europa “

Vlahovic , Fiorentina-Sampdoria
L’attaccante della Fiorentina Dusan Vlahovic

Le parole dell’attaccante della Fiorentina Dusan Vlahovic durante un’intervista :

 Dusan Vlahovic ha raccontato i suoi propositi per il nuovo anno ed ha raccontato anche qualche aneddoto del passato, come i consigli datigli da Ribery. “Il successo nel calcio dipende sempre dalla testa. Posso spesso dire che, quando si tratta di ostacoli sulla strada per il successo desiderato, di solito siamo i nostri peggiori nemici. 

 Ora che, spero, quella strada più difficile è stata percorsa, posso dire, almeno per quanto riguarda i miei progetti, che sono riuscito in tutto ciò che mi ero prefissato. Tuttavia, io appartengo al gruppo di persone che non sono mai soddisfatte della situazione attuale. 

Cerco sempre di più, è nella mia natura. Forse avrei potuto fare di più e meglio, ma sicuramente significa molto per me aver raggiunto Ronaldo (si parla del record di gol, 33, in un anno solare, ndr). Essere fianco a fianco con un calciatore così oggi è sicuramente un grande onore”.

Terracciano o Dragowski , che scelte farà mister Italiano ?

Dragowski
I due portieri della Fiorentina Dragowski e Terracciano

Dopo il rientro in gruppo del portiere della Fiorentina Dragowski il mister Italiano dovrà decidere chi giocherà giovedi tra lui e Terracciano . ( fonte : Fiorentina.it )

Le ultime immagini di Dragowski in campo lo raffigurano in lacrime nel finale della gara contro il Napoli. Era il 3 ottobre, la sofferenza degli ultimi minuti senza poter essere sostituito e con i suoi sotto 2-1 al Franchi. Da allora, dopo gli esami che avevano evidenziato “una lesione di secondo grado della giunzione miotendinea del retto femorale della coscia destra”, il portiere polacco non è andato più neanche in panchina. Era tornato a lavorare a parte al centro sportivo, negli ultimi giorni ha invece ripreso gli allenamenti in gruppo. La sensazione, insomma, è che a breve possa tornare a piena disposizione di Italiano.

Già, ma che scelte farà il tecnico? “Terracciano si sta ritagliando lo spazio che merita perché è serio, si allena bene ed è applicato. Gli faccio i complimenti perché mi mette in difficoltà nella scelta del portiere”, disse Italiano dopo la vittoria contro l’Atalanta ad inizio stagione, quando preferì Terracciano a Dragowski che era rientrato tardi dall’impegno con la Polonia. Poi, la gara successiva, contro il Genoa, di nuovo spazio al polacco: “Nell’ultima gara ho scelto Terracciano perché aveva lavorato per 15 giorni a Firenze preparando bene la gara con l’Atalanta. Altri giocatori sono arrivati in ritardo dai loro impegni con le Nazionali. In porta ci sono delle gerarchie e i ragazzi lo sanno”. Già, le gerarchie. Ma dopo le ultime 12 giornate giocate a livelli molto buoni (a parte l’ultima del 2021 contro il Verona) da Terracciano, i ruoli saranno sempre quelli di inizio stagione?

Federico Chiesa : ” Nelle giovanili avevo pensato di smettere “

chiesa
Federico Chiesa e suo fratello

Federico Chiesa , ex calciatore della Fiorentina ha cosi parlato durante un’intervista del suo passato in maglia viola .

Le parole dell’ex viola Federico Chiesa : L’esordio in Serie A alla prima convocazione: si fa male Borja Valero e il mister mi mette in campo. Oppure quando, in prima squadra, Paulo Sousa ci mandava a giocare in primavera, per non farci perdere l’umiltà. Venimmo a Torino e vincemmo 4-2 contro la Juve: feci gol e assist. Lì dimostrai che do sempre il massimo, in qualsiasi partita, in qualsiasi contesto. Non capita spesso con i giovani”.

A un certo punto, nelle giovanili della Fiorentina non giocavo: per un fatto fisico, ma anche tecnico perché l’intensità della giocata non era quella dei miei coetanei. Allora papà mi disse: “Tu vai per la tua strada. E fa’ sì che ogni allenamento diventi una partita”. È stata la svolta per me”È vero che prima di questo consiglio, a 14 anni, stava per abbandonare il calcio“Sì. Non giocavo. Non potevo farlo nemmeno al campetto con gli amici, essendo sotto contratto. Pensai: “E se provassi qualcos’altro?”. Ma papà, e anche mamma, mi hanno sempre consigliato di non mollare. Li ho ascoltati”

Chiesa : ” Alla Juve la mentalità è di vincere ogni competizione “

Chiesa
L’ex Fiorentina Federico Chiesa

L’ex calciatore della Fiorentina Federico Chiesa ricorda i tempi di Firenze, tra l’esordio e le difficoltà nel settore giovanile . ( Fonte : Fiorentina.it )

Federico Chiesa, intervistato da Repubblica, torna sul suo passato alla Fiorentina: “Poca continuità? Penso sia dovuto a due anni in cui son venuti allenatori diversi, con idee differenti. Ora però stiamo tutti remando dalla stessa parte, e pensiamo partita dopo partita. È l’unico modo. Sono venuto qui con la mentalità di vincere qualsiasi competizione. Ora puntiamo alla Supercoppa contro l’Inter, poi alla Coppa Italia. Per il campionato, vedremo. E siamo agli ottavi di Champions: lì è tutto da scrivere”.

OLTRE AL CALCIO. Che cosa avrebbe fatto Federico Chiesa senza calcio? “Avrei studiato!”. Cosa? “I miei genitori mi avevano mandato alla scuola internazionale di Firenze. L’idea era quella di studiare all’estero, la mia passione è l’universo. Certo, fisica è alquanto dura. Ma mi sarebbe piaciuto”.

Italiano : ” Castrovilli deve riprendersi il centrocampo viola “

Italiano
Vincenzo Italiano in conferenza stampa

Nella prima parte di stagione mister Italiano ha potuto contare raramente sul suo talento. ( Fonte : Fiorentina.it )

Gaetano sta fuori più di un mese. Lo si rivede il 24 ottobre contro il Cagliari. Qualche presenza, poi lo stop muscolare dopo la debacle di Empoli. Un calvario continuo, che adesso sembra essere finito. Il gol del Bentegodi, il primo della sua stagione e l’ultimo dell’anno solare della Fiorentina, è un buon auspicio in vista della ripresa del campionato.

Sulla carta Castrovilli è un titolare di questa squadra, con Torreira e Bonaventura. La lotta per ri-prendersi il posto come mezzala sinistra sarà settimana dopo settimana con Maleh e Duncan, due che (per fortuna di Italiano) sono stati lasciati a casa per la Copa d’Africa dalle rispettive nazionali.

L’obiettivo di Castrovilli, però, è quello di riprendersi una titolarità piuttosto costante. Far bene in viola è l’unico modo per convincere Mancini a riportarlo in Nazionale. Per gli spareggi di marzo e per gli (eventuali) Mondiali in Qatar di fine anno.

Nardella torna a parlare del Franchi : ” Il livello del progetto sarà alto “

Nardella
Il sindaco di Firenze Dario Nardella

Il sindaco di Firenze Dario Nardella è tornato sulla questione del Franchi , queste le sue parole : ( fonte : Fiorentina.it )

Parla così il Sindaco di Firenze Dario Nardella a Repubblica sul tema Stadio Franchi:

PROGETTO. “Il livello sarà molto alto. Posso solo anticipare che coi nostri uffici stiamo capendo se possiamo trovare oltre ai 95 milioni del capitolo cultura altre risorse del Pnrr per gli interventi su Campo di Marte, dove l’investimento vale 150-200 milioni. Sarebbe una grande operazione per la città riuscire a realizzare tutto con risorse pubbliche”.

FIORENTINA“Per noi la collaborazione con Fiorentina è indispensabile. È stato lo stesso Commisso a non escludere che la realizzazione sia tutta a carico del Comune. È ovvio che dovremo fare una nuova concessione parametrata sulla base delle revenues del nuovo impianto che dovrà essere finito entro il 2026. Quella che scade nel 2022 sarà rinnovata alle stesse condizioni salvo piccoli aggiustamenti. Per l’accordo futuro, come base di partenza useremo lo studio sugli introiti del nuovo Franchi fatto fare proprio dalla Fiorentina a Deloitte”.

Biraghi sarà a disposizione di Italiano nella gara contro l’Udinese .

biraghi
Il difensore della Fiorentina Cristiano Biraghi

Il capitano della Fiorentina Cristiano Biraghi sarà a disposizione di mister Italiano nella gara casalinga contro l’Udinese .

 Cristiano Biraghi augura buone feste ai suoi tifosi. Il terzino della Fiorentina, assente nella gara di Verona a causa del cartellino rosso rimediato col Sassuolo, ci ha tenuto a fare un augurio speciale al popolo viola durante la vigilia di Natale e tornerà a disposizione di mister Italiano dalla prima gara del 2022 contro l’Udinese.

Amrabat sta per lasciare la Fiorentina. A Firenze non ha mai convinto

amrabat

Il marocchino Amrabat sta per lasciare la Fiorentina . A Firenze non ha mai convinto , per lui sta per finire la sua avventura in maglia viola .

 Amrabat questo è stato in maglia viola. Arrivato per volontà di Rocco Commisso aveva convinto tutti con un campionato pazzesco a Verona alla corte di Juric. Aveva scelto Firenze convinto di poter riabbracciare lo stesso tecnico anche al Franchi e invece così non è stato.

Si è ritrovato Iachini, Prandelli, di nuovi Iachini e poi Italiano. Tutti tecnici con cui non ha brillato e con cui ha avuto sempre meno spazio. A Firenze Amrabat non ha mai convinto, neanche quando giocava con una certa continuità. Adesso per lui è tempo di partire, intanto per la Coppa d’Africa. Ma il ritorno potrebbe non essere a Firenze.

Galbiati : ” I 32 punti della Fiorentina sono più che meritati “

Galbiati
L’ex difensore della Fiorentina Roberto Galbiati

Le dichiarazioni dell’ex difensore viola sul pareggio tra i gialloblù e la squadra di Italiano . ( Fonte : Fiorentina.it )

L’ex difensore della Fiorentina, Roberto Galbiati ha parlato a Lady Radio:

“I 32 punti della Fiorentina sono meritati, ma nelle ultime due partite la squadra ha fatto un piccolo passo indietro. Sia con il Sassuolo che con il Verona, la Fiorentina ha fatto fatica. Due pareggi arrivati grazie all’aspetto caratteriale, non del gioco: può andare bene due volte, alla terza bisogna stare attenti. Il carattere va bene contro Sassuolo e Verona, con le big serve altro. Sono comunque due pareggi che comunque permettono di andare avanti e si possono vedere anche come due vittorie”.

VERONA. “Bisogna dar merito al Verona, perché ha giocato una grande partita, con ritmi alti, nonostante le tante defezioni tra infortunati e squalifiche. Il Verona l’ha preparata bene e per 60 minuti a surclassato la Fiorentina”.

La Fiorentina fa fatica a Verona , ma porta a casa un punto .

Fiorentina
Gaetano Castrovilli

La Fiorentina pareggia al Bentogodi contro il Verona grazie al gol di Gaetano Castrovilli .

Il pareggio della Fiorentina conro il Verona : Le pagelle di Fiorentina.it

Terracciano: 5. Salvato dal palo sul tiro-cross di Faraoni al 13′, non bene invece sull’1-0 di Lasagna: calcola male la traiettoria e resta a metà strada. Da rivedere anche la respinta finale su Hongla sui piedi di Simeone.

Venuti: 5,5. Lazovic gli crea più di qualche problema da quella parte, si propone anche poco in avanti.

(dal 69′ Odriozola: 6. Dà un po’ più spinta sulla destra)

Milenkovic: 6. Due grandi chiusure nei primi minuti dell’incontro, fa sentire il fisico in difesa e in fase offensiva.

Igor: 5. Indeciso sul gol di Lasagna, tiene in gioco l’avversario e non lo segue poi sul taglio. Scivola al 33′ e per poco non regala il gol a Simeone. Anche altre sbavature nella sua prova.

Terzic: 6. Parte con grandi difficoltà in avvio, poi prende coraggio e un po’ migliora alla distanza. Suo il cross che vale l’assist per il pareggio di Castrovilli.

Bonaventura: 6. E’ tra i più propositivi del primo tempo, anche se stavolta è più impreciso del solito. Ha un’occasione quando sfrutta una scivolata dell’avversario, ma a pochi metri dalla porta viene murato da un difensore: poteva far meglio.

(dal 46′ Castrovilli: 7. Ritrova il gol dieci mesi dopo l’ultima volta, una rete pesante e meritata per come era entrato in campo. Si propone, tenta qualche giocata e sfiora la rete anche con un tiro deviato al 64′. Prima del tuffo di testa che vale il pareggio .

Torreira: 6. Non al livello delle ultime prove, anche perché nella fase centrale della partita gioca un po’ troppi palloni alla cieca in avanti. Ma nel complesso è tra i migliori in mezzo al campo.

Duncan: 5,5. Alterna buone cose ad errori, molto grave però il gol che si divora all’82’ e che poteva valere il vantaggio. Mezzo voto in meno per questo.

Gonzalez: 5. Parte a destra, poi si sposta a sinistra. Ma non trova praticamente mai la giocata giusta. Può fare certamente meglio.

Vlahovic: 6. Si batte nei corpo a corpo con gli avversari, ce la mette tutta anche se di palloni giocabili in area ne arrivano davvero pochi. Un tiro fuori nel primo tempo, diagonale a lato nella ripresa. I suoi compagni sono spesso lontani, la Fiorentina lo usa spesso come perno offensivo per creare qualcosa. Fa quel che può nella guerra continua con tutti i difensori del Verona.

All. Italiano: 5,5. Mezzo punto in più per il pareggio alla fine conquistato, ma quella del Bentegodi è forse la peggior Fiorentina della stagione. Grandi difficoltà nel creare gioco, tanti palloni buttati in avanti su Vlahovic senza riuscire ad accompagnare poi l’azione. È anche sfortunato perché perde Bonaventura e Saponara per infortunio, ma Castrovilli lo ripaga con il gol del pari da subentrato. Bene comunque il punto ottenuto in rimonta, ma la prestazione resta negativa.

Nardella : ” La squadra mi diverte molto , sarà una bella stagione “

Nardella
Il sindaco di Firenze Dario Nardella

Il sindaco di Firenze Dario Nardella a cosi commentato : Mi diverte molto questa Fiorentina ed è proprio una bella stagione . ( fonte : Fiorentina.it )

Il sindaco di Firenze Dario Nardella ha parlato a Radio Bruno del momento della Fiorentina:

COMMISSO. “Ho sentito Barone il giorno stesso in cui Commisso è ripartito ed era tranquillo e fiducioso. Dobbiamo mantenere tutti questo spirito. Stasera la Fiorentina festeggerà il Natale al Maggio Musicale con tutti gli amici più stretti, sarà un’occasione per mandare un grande abbraccio a Rocco da Firenze”.

FIORENTINA. “La squadra mi diverte moltissimo, poi vince anche. Purtroppo ogni tanto cala con squadre alla portata: è curioso come con le grandi sia quasi andata meglio. Però è una bella stagione”.

Bologna-Fiorentina 2-3 , la viola vola al quinto posto

Biraghi , fischi
Dusan Vlahovic e Cristiano Biraghi

Al Dall’Ara Maleh, Biraghi e Vlahovic firmano il tris. Per i rossoblù a segno Barrow e Hickey

Bologna-Fiorentina : Fiorentina nella lotta per un posto in Europa. Nel lunch match della 16.ma giornata di Serie A la squadra di Italiano batte 3-2 il Bologna sale al quinto posto. Al Dall’Ara nel primo tempo Barrow (42′) risponde a Maleh (33′), poi nella ripresa la Viola va sul 3-1 con una punizione di Biraghi (52′) e un rigore di Vlahovic (67′) e nel finale resiste al forcing rossoblù dopo la rete di Hickey (83′).

Fiorentina (4-3-3): Terracciano 6; Odriozola 6, Milenkovic 6, Martinez Quarta 6, Biraghi 7 (40′ st Terzic sv); Bonaventura 6,5, Torreira 6,5 (40′ st Amrabat sv), Maleh 6,5 (33′ st Duncan 6); Gonzalez 7,5 (33′ st Callejon 6), Vlahovic 6, Sottil 5,5 (40′ st Saponara sv).
A disp.: Rosati, Cerofolini, Pulgar, Venuti, Benassi, Kokorin, Igor. All.: Italiano 6,5
Arbitro: Irrati
Marcatori: 33′ Maleh (F), 42′ Barrow (B), 7′ Biraghi (F), 22′ st rig. Vlahovic (F), 38′ st Hickey (B)
Ammoniti: Dominguez, Theate, Soumaoro (B); Torreira, Milenkovic, Amrabat (F)

Rocco Commisso con la polmonite , rientra negli Usa per curarsi .

commisso , fiorentina
Il patron viola Rocco Commisso

Il presidente gigliato era arrivato in Italia già malato, ha deciso di rientrare in America per curarsi

Brutte notizie per il presidente della Fiorentina Rocco Commisso. Il patron gigliato ha infatti contratto una forma fastidiosa di polmonite che lo ha portato a lasciare l’Italia per tornare negli Stati Uniti.

A comunicarlo è stata direttamente la Fiorentina con una nota ufficiale sul proprio sito: “Il presidente della Fiorentina Rocco Commisso, arrivato in Italia già con una fastidiosa polmonite, d’accordo con lo staff medico della società e lo staff medico che lo segue in America, ha deciso di rientrare negli Usa nella giornata di oggi”.

Greta Beccaglia , le scuse di Commisso : ” Non dormo da tre giorni “

rocco commisso , greta beccaglia
Il presidente della Fiorentina Rocco Commisso

La Beccaglia si confessa a RadioRai e racconta il suo momento. L’altro accusato di violenza sessuale è un 48enne di Reggello, subito punito col Daspo di due anni

C’è un secondo indagato per violenza sessuale nei confronti di Greta Beccaglia, la giornalista palpeggiata sabato scorso all’esterno dello stadio Castellani di Empoli, mentre era impegnata in una diretta per Toscana Tv, dopo la partita tra Empoli e Fiorentina.

Si tratta di un 48enne di Reggello e anche per lui sarebbe è già scattato un daspo di due anni. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, anche sulla base della denuncia della vittima, il 48enne le si sarebbe avvicinato dopo che la cronista aveva subito la molestia di Andrea Serrani (indagato e con un daspo di tre anni), e l’avrebbe volutamente urtata, cercando un contatto fisico. Il 48 enne sarebbe già stato iscritto nel registro degli indagati per l’ipotesi di reato di violenza sessuale.

Greta ha poi raccontato allo stadio Franchi il gesto del presidente della Fiorentina, Rocco Commisso, poco prima dell’inizio di Fiorentina-Sampdoria: “Mi ha chiesto scusa a nome del tifoso, poi abbiamo parlato e fatto una foto. È stato molto carino e mi ha espresso tutta la sua solidarietà. Tornare allo stadio? Vorrei ricominciare subito a lavorare, per me l’obiettivo è tornare alla normalità e spero che quello che è successo possa cambiare qualcosa”.

Vantaggio viola a inizio ripresa , in tre minuti la vittoria dell’Empoli .

Viola
Empoli-Fiorentina 2-1

Black out viola nel finale, colpo Empoli con Bandinelli e Pinamonti . In vantaggio con Vlahovic a inizio ripresa, in tre minuti la clamorosa vittoria degli azzurri, che ribaltano il risultato all’89’ davanti a Commisso

Difficile trovare una logica a quanto successo a Empoli: la Fiorentina era in pieno controllo, in vantaggio di un gol e non dava la sensazione di soffrire. E invece, tra il 42’ e il 44’ della ripresa, c’è stato il ribaltone: prima il pareggio di Bandinelli, favorito da una brutta uscita di Terracciano, e poi il sorpasso di Pinamonti, generato anche da una serie di errori dei difensori viola. Così Andreazzoli festeggia la vittoria nel derby e Italiano si deve interrogare sull’ingenuità della sua squadra, che avrebbe potuto chiudere la partita e soprattutto avrebbe dovuto controllarla nel finale.

Auguri di buon compleanno al presidente viola Rocco Commisso.

Commisso
Il presidente della Fiorentina Rocco Commisso

Tanti auguri di buon compleanno al patron della Fiorentina Rocco Commisso , che festeggia i suoi 72 anni .

Tanti auguri a Rocco Commisso! Il presidente viola, nato il 25 novembre 1949 a Marina di Gioiosa Ionica, compie oggi 72 anni! E’ il terzo compleanno alla guida della Fiorentina: il proprietario gigliato festeggerà gli anni negli Stati Uniti, ma chiederà magari un regalo alla squadra nel derby di sabato ad Empoli, quando dovrebbe essere presente al Castellani. Tanti auguri presidente!

Pepito Rossi : ” Amo questo sport ed ho perso troppi anni “

Pepito Rossi
L’ex calciatore della Fiorentina Giuseppe Rossi

Dopo l’annuncio dell’accordo raggiunto con la Spal, Giuseppe Rossi ha parlato in conferenza stampa: ( fonte : Fiorentina.it )

Ringrazio il presidente per le sue parole, ci conosciamo da anni e lui è una persona speciale ed ha capito bene chi sono io. E’ stato un bel matrimonio con Joe e con la Spal e sono sicuro di aver fatto la scelta giusta. Ho scelto il 49 perché è l’anno di nascita di mio padre. Ferrara è una bellissima città dove si mangia molto bene ma io sono a dieta. La gente è molto accogliente e i tifosi sono molto passionali. Ogni giorno mi sento meglio, dove vuole Clotet gioco, a me non cambia, mi basta essere in campo, quella è la cosa più importante. Questa è una squadra che vuole crescere e questo mi piace perché mi servirà per trovare la forma migliore”.

Fiorentina-Milan 4-3 , la prima sconfitta dei rosso-neri in campionato

fiorentina-milan
L’esultanza dopo il gol di Saponara

Finisce 4-3 la gara al Franchi tra Fiorentina-Milan , i gol di Duncan , Saponara e la doppietta di Vlahovic . Per il Milan è arrivata la prima sconfitta dopo 13 giornate di campionato

Impresa clamorosa della Fiorentina, che batte il Milan 4-3 e lo costringe alla prima sconfitta in campionato dopo tredici giornate. Cade quindi l’imbattibilita’ della squadra di Pioli sotto i colpi di Vlahovic (doppietta), Duncan e Saponara, che rendono inutile la doppietta di Ibrahimovic e l’autogol nel finale di di Venuti. Non e’ bastato il cuore e il carattere ai rossoneri, andati sotto addirittura di tre gol ma incapaci di completare la rimonta dopo la scossa data dallo svedese. Domani il Napoli avra’ la possibilita’ di tornare primo in solitaria, ma per farlo non dovra’ perdere il big match con l’Inter. Nel frattempo la squadra di Italiano continua a sognare l’Europa, raggiungendo Lazio e Juve a quota 21 punti.

Nel primo tempo

Sembrano partire meglio i rossoneri, che al 5′ troverebbero il vantaggio con Ibrahimovic, se non fosse per una posizione di fuorigioco dello stesso svedese. L’equilibrio pero’ lo rompono i viola al quarto d’ora, dopo tre corner consecutivi conquistati: Tatarusanu si lascia sfuggire una palla che sembrava ormai controllata, Gabbia non spazza via il pericolo e Duncan e’ lesto ad approfittarne mettendo dentro l’1-0. Il Milan pero’ reagisce e tra il 20′ e il 21′ porta due pericoli dalle parti di Terracciano, con Tonali e Leao che vengono respinti dal portiere locale. Il portoghese, in particolare, e’ il piu’ attivo dei suoi e ci prova un altro paio di volte senza fortuna, anche se la chance piu’ grande per il pareggio del Milan ce l’ha Ibra al 42′. Il gigante rossonero pero’ fallisce da due passi un colpo di testa su cross di Kjaer.

Nella ripresa

La Fiorentina si salva e prima del riposo raddoppia con una perla di Saponara, che piazza un destro a giro dove Tatarusanu non puo’ davvero arrivare, dando uno schiaffo morale importante alla squadra di Pioli. Ad inizio ripresa i rossoneri provano con carattere a rimettere in piedi la gara, ma al 60′ arriva addirittura il tris viola ad opera di Vlahovic, che sembra poter mettere in ghiaccio la partita. Ma cosi’ non e’, perche’ in cinque minuti l’intramontabile Ibrahimovic firma la sua doppietta personale che rimette clamorosamente in corsa il Milan. Nel finale, pero’, un’ingenuita’ di Theo Hernandez regala a Vlahovic (servito da Nico Gonzalez) la doppietta personale e il poker alla Fiorentina, che chiude i conti e festeggia una vittoria pesantissima. All’ultimo respiro e’ inutile lo sfortunato autogol di Venuti dopo la traversa colpita da Ibrahimovic.

Joaquin lascia il calcio , l’ex calciatore viola annuncia il suo ritiro .

Joaquin
L’ex viola Joaquin

L’ex calciatore della Fiorentina Joaquin annuncia il suo ritiro dal mondo del calcio .

Joaquin Sanchez annuncia il ritiro. Lo storico capitano del Betis, ex viola, ha dichiarato al programma El Hormiguero che questa sarà la sua ultima stagione da calciatore: “So già che il calcio mi mancherà, ma a 40 anni è arrivata l’ora di smettere. Ormai del resto non gioco mai“.

Per lo spagnolo si prospetta un futuro in tv, nei panni di presentatore del nuovo programma di Antena 3  el novato’. “Sarà un programma molto divertente, con umorismo e allegria. Presto lascerò il calcio, ma voglio comunque continuare a imparare nuove professioni“, ha spiegato lo stesso Joaquin.

Anche la Fiorentina, con un tweet sul proprio account ufficiale, ha voluto mandare un messaggio a Joaquin: “Grazie di tutto e in bocca al lupo per il prosieguo della tua carriera“.

La Fiorentina contro la capolista sarà quasi senza difesa .

Fiorentina

La Fiorentina affronterà la capolista quasi senza difesa. Fare risultato garantirebbe grande spinta emotiva . ( fonte : Fiorentina.it )

Non è una Fiorentina nel pieno delle forze quella che si appresta a veder rientrare tutti i suoi elementi in giro per il mondo. L’avvicinamento alla sfida col Milan lascia diverse incognite in difesa, iniziate con le squalifica di Martinez Quarta e Milenkovic (i centrali titolari) e proseguite con i problemi di Nastasic che lo rendono in forte dubbio. Se dovesse mancare anche lui, spazio a soluzioni ‘creative’ come la già provata Venuti difensore centrale al fianco di Igor, oppure l’esperimento Pulgar, anche se le condizioni fisiche del cileno sono ancora tutte da valutare. Unica buona nuova il ritorno ad allenarsi di Nicolas Gonzalez dopo la lunga quarantena forzata dal Covid-19, ma anche in questo caso è difficile sperare in meglio di una convocazione e di un utilizzo a gara in corso.

Il 15 novembre ci lasciava Paolo Valenti , grande giornalista e tifoso viola .

Paolo Valenti
Il giornalista Paolo Valenti

Il 15 novembre del 1990 ci lasciava il giornalista Paolo Valenti , un grande tifoso viola .

Paolo Valenti ha presentato la sua trasmissione finché le forze glielo hanno consentito. La sorte gli ha tolto, purtroppo, la gioia dell’ultima trasmissione.

Nando Martellini, gigantesco giornalista che accompagnò la Nazionale nelle vittorie più belle, volle ricordare il collega appena scomparso con l’ultimo omaggio riservato ad una icona della nostra storia sportiva. La rivelazione di un tifo rimasto enigma fino all’ultimo, simbolo di una correttezza giornalistica oggi quasi scomparsa.

uella trasmissione (90° Minuto) l’aveva creata lui, venti anni prima, insieme a Maurizio Barendson e Remo Pascucci. Un’idea innovativa, che consentiva a tutti di poter vedere i risultati ed i gol della giornata di Serie A subito dopo la fine degli incontri. Una rivoluzione televisiva e sociale, che si muoveva di pari passo con la crescita economica del Paese e con l’affermazione del campionato italiano in ambito mondiale. Gli anni della Lazio di Chinaglia, del Torino dei “gemelli del gol”, dello scudetto della stella del Milan, della Roma di Falcao e Liedholm, della grande Juventus di Platini, dell’incredibile Napoli di Mardona e del sontuoso Milan di Sacchi. Un ventennio raccontato con sapiente maestria e con pungente ironia da quel giornalista romano dai modi gentili, capace di entrare nel cuore degli italiani con la sua semplicità.

Se ne andrà il 15 Novembre del 1990 e, da quel giorno, 90° Minuto non sarà più lo stesso.